defend myself only

Maaloula, gay, musulmani, takfiri, sharia, Onu, Fmi, Fed, Ecb, Siria, Israele, SALAFITI

my holy JHWH ] oggi mi sento buono e voglio essere gentile con tutti! [ ma, non abbiamo noi sempre detto, che, Abramo fu premiato a motivo della sua FEDE, e che fu la sua FEDE a fargli compiere opere mirabili? Dunque, tutti gli uomini possono essere premiati per la loro fede assai di più che non per le loro opere! ] ok, quì c'è troppa gente che crede che il mio ministero POLITICO UNIVERSALE GOVERNATORE Unius REI possa uccidere e rovinare in modo soprannaturale tutti i nostri nemici.. e TUTTO questo è ANCHE ragionevole: " INFATTI, a me non va di disattendere le aspettative dei miei amici e fratelli!" ] anche perché, non sia mai che qualcuno possa dire: "il Signore Iddio HOLY JHWH, proprio lui è complice della ingiustizia!"
======================

Majority of Americans Want Congress to Reject Iran Nuclear Deal. Most Americans do not believe the nuclear deal with Iran will succeed and they want Congress to reject it, a recent poll indicates.
The majority of Americans want Congress to reject thenuclear deal signed between the Iran and the P5+1 powers, according to a CNN/ORC poll. Overall, 52 percent say Congress should reject the deal, and 44 percent say it should be approved. Congress is deliberating over the deal and is expected to vote on it in September.
Some opposition to the deal may be fueled by skepticism about its implementation, CNN explained.
A CNN/ORC poll in late June, conducted as the deal was being finalized, found that nearly two-thirds of adults thought it was unlikely the negotiations would result in an agreement that is supposed to prevent Iran from developing nuclear weapons. As may be expected, the poll finds a sharp partisan gap on whether Congress should approve the deal, with 66 percent of Republicans and 55 percent of Independents saying Congress should reject it, and 61 percent of Democrats saying it should be approved.
Another poll recently conducted by ABC News and the Washington Postshowed that the vast majority of US citizens do not believe the Iranians will comply with the deal. Two-thirds expressed skepticism.
The new CNN/ORC poll, conducted by telephone at the end of July among a random sample of 1,017 adults, also found that only 49 percent approve of the way Obama is handling his job, while 47 percent disapprove. This is similar to a June survey, which found the president’s approval rating at only 50 percent for the first time since 2013.
By: United with Israel Staff

Rothschild hell

 ÚLTIMA HORA: Magníficas y muy esperanzadoras noticias. Miércoles, 22-07-2015: la Corte Suprema de Pakistán ha decidido suspender la aplicación de la pena de muerte que pesaba sobre Asia y ha ordenado repetir el juicio que  la había condenado a muerte. Aunque está YA en libertad... Asia ha decidido permanecer en la cárcel hasta el próximo juicio. Por seguridad. Es el único sitio en el que tiene cierta garantía de que no será asesinada por cualquiera.
Por eso es importantísimo que hagamos un esfuerzo inmediato, urgente, suficiente, para conseguir que se fije pronto una fecha para el nuevo juicio y que, en éste, sea declarada, en justicia, inocente. Es tu mujer, tu madre, tu hermana, una hija... Sabes que para que no la maten y la liberen, es imprescindible que se hable mucho de ella, que se conozca su caso, que, en todo el mundo y desde todo el mundo, se mantenga la presión para que su terrible historia no se olvide.
Tienes fe y esperanza, eso te sostiene, pero necesitas que te ayuden... desesperadamente.
Pides esa ayuda a una organización que reúne nada menos que a 2.800.576 de ciudadanos claramente comprometidos con la defensa de la vida, la familia y la libertad religiosa. lorenzo: Esa es la situación de Asia Bibi. Y tú y yo somos uno (dos) de esos 2.800.576 ciudadanos claramente comprometidos a los que Asia y su familia han acudido pidiendo ayuda. ¿Vamos a hacerlo? ¿Vamos a conseguir que el documental que cuenta su drama (y que quizá le salve la vida y le consiga la libertad) se difunda en todo el mundo, por todo el mundo? Por favor, ayúdame (a ayudar) a salvarla haciendo el mayor donativo que te sea posible. Aquí: https://donate.citizengo.org/es/ Hoy es un gran día para la alegría (dentro de esta situación) y la esperanza. Muchas gracias por hacerlo posible. Que Dios te lo pague.

Rothschild hell 
Israeli strike in Syria said to target notorious terrorist Samir Kuntar
A reported Israeli airstrike on a car in the Syrian Golan Heights targeted notorious terrorist Samir Kuntar, Channel 2 reported Wednesday, based on Arab sources. Five men were killed in the strike. Three were identified by the Britain-based Syrian Observatory for Human Rights as belonging to a Druze militia based in the Syrian Druze village of Hader and loyal to the Assad regime and Hezbollah. The other two men were members of Hezbollah. “An Israeli plane hit a car inside the town of Hader, killing two men from Hezbollah, and three men from the pro-regime popular committees in the town,” said Rami Abdel Rahman, director of the Observatory, a watchdog tracking the civil war raging in Syria since 2011. Kuntar spent 29 years in Israeli custody over the brutal slaying of four Israelis in a 1979 terror raid on the northern Israeli town of Nahariya, an attack in which he smashed the head of four-year-old Einat Haran with his rifle butt.
Watch Here
After his release in a 2008 prisoner exchange with Hezbollah, Kuntar was celebrated in Lebanon and Syria. He became the leader of a militia based in Hader and loyal to Assad, and has planned multiple attacks against IDF soldiers on the Golan Heights. The IDF declined to comment on the attack. Israeli officials have raised alarms over the presence of Iranian and Hezbollah fighters using positions in the Syrian Golan, partially held by rebel forces, to attack Israel. In January, Israel reportedly carried out an air strike on a group of Iranian and Hezbollah fighters, killing six people, including Hezbollah commander Jihad Mughniyeh and an Iranian general. Rebel fighters, including Islamists, have almost completely surrounded Hader for over a month after fierce clashes with Assad loyalists. Israel’s own significant Druze minority has expressed concern that their brethren in Syria would be targeted by rebels there. 

Rothschild hell

WATCH: US General Blasts the Iran Nuclear Deal. US Army General Paul Vallely very intelligently rips apart the Iran nuclear deal prior to joining the large rally in New York City where thousands protested the deal.
Vallely shows how the deal has many benefits for Iran, but none for Israel. He explains that the threat of Saudi Arabia gaining nuclear weapons is real, showing how they have lost all respect for the US.
As Vallely points out, Iran is responsible for killing more Americans since the early 1970’s than any other country. People do not realize how dangerous this deal really is.
Rothschild hell

Cari amici, Ho appena creato una nuova petizione e spero vorrete firmarla, si chiama: ai Capi di Stato: salviamo le vittime dal nazismo della Sharia. È una questione molto importante per me e insieme possiamo fare la differenza! Se la firmerete e poi la condividerete con i vostri amici e contatti, riusciremo presto a ottenere il nostro obiettivo di 200 firme e potremo cominciare a fare pressione per ottenere il risultato che vogliamo.
Clicca qui per saperne di più e per firmare:
https://secure.avaaz.org/it/petition/ai_Capi_di_Stato_salviamo_le_vittime_dal_nazismo_della_Sharia/?launch
Campagne come questa partono sempre in piccolo, ma crescono se persone come noi si attivano: ti prego di prenderti un momento per dare una mano firmando e spargendo subito la voce.
Grazie mille, Lorenzo 

Rothschild hell https://www.youtube.com/user/HELL322GEENNA/discussion

ai Capi di Stato: salviamo le vittime dal nazismo della Sharia. un Islam ideologizzato geopolitico è strumentalizzato dalla sharia della LEGA ARABA, di maniaci religiosi intolleranti, diventa il carburante per tutta la galassia jihadista, lanciata in una tragica conquista del mondo è fonte dei crimini inauditi contro la dignità umana, contro la sopravvivenza dei cristiani e contro la uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, senza reciprocità, senza libertà di religione. Dove sono finiti i diritti umani universali in quel traditore di ONU? Si alzi forte la voce di tutti i Governi del mondo contro i nazisti islamici che sono tutti i Governi criminali della LEGA ARABA oggi al potere!
https://secure.avaaz.org/it/petition/ai_Capi_di_Stato_salviamo_le_vittime_dal_nazismo_della_Sharia/


Satana 322 Bush ] ma io posso sapere chi ha messo questo codice tag di colore grigio trasparente per il mio testo in bianco e nero? [ <div dir="ltr" style="text-align: left;" trbidi="on">
<div style="background: #f5f5f5; line-height: 100%; margin-bottom: 0cm;">
<span style="background-color: transparent]


LorenzoJHWH Unius REI 
la morale GENDER di OBAMA: voi avete fatto dei popoli Occidentali, un solo grande branco di porci depravati! Infatti, questo porco di un sacerdote di satana del NWO, sposato con una 23enne e con due figli, disse a me: [[ IHateNEWLAYOUT I off line have s. E. X girls" ]] e lui ha dimostrato di sapere cose mie segrete, che soltanto con: 1. la magia nera, 2. in modo soprannaturale, oppure, con: 3. una tecnologia segreta, lui avrebbe mai potuto sapere di poter conoscere di me!

LorenzoJHWH Unius REI 
LEGA ARABA ] avete visto come si sgonfia subito quel vostro cazzone di NWO, che, vi permette di uccidere così tanti martiri cristiani innocenti? Infatti, la PAROLA della VERITà: è l'arma più potente! [ non fa niente che, voi avete progettato di uccidermi come una schiavo dhimmi, mentre io ho progettato di salvarvi! NON FA NIENTE! ]  dopotutto lo sanno tutti: io sono UNIUS REI e voi siete i pezzi di merda!

LorenzoJHWH Unius REI 
Putin RUSSIA ] quando con le tue truppe tu sbarcherai sul suolo USA per invaderlo e conquistarlo, tu farai avanzare la doppia croce ortodossa: perché i demoni non abbiano potere contro di te, perché tutto il popolo americano comprenda, come sono profondamente radicate in Satana tutte le loro Istituzioni, e tutto il loro sistema sociale massonico, del potere governativo, bancario, SpA, ecc.. una sola infestazione demonica! MA PER DISINTEGRARE, TUTTE LE Orribili ANGOSCIATI LORO CITTà SOTTERRANEE ( UNO STATO AUTONOMO SATANICO SEGRETO OCCULTO PARASSITA, cioè, uno Stato nello STATO che tutti conosciamo, e CHE è UNA PARVENZA DI STATO, CON POLITICI ATTORI, senza nessun potere reale alla #OBAMA #GENDER) TU AVRAI BISOGNO DI #BOMBE #ATOMICE, PER fare QUEL LAVORO DI PURIFICAZIONE, di quelle città sotterranee dove nessuno può entrare, la DOVE OGNI CONCETTO di Umanità, e di giustizia è SPARITO da tempo! MA, I SATANISTI MASSONI USERANNO CONTRO DI TE, armi atomiche PER TENTARE DI FERMARTI, e per cercare di difendere le loro città sotterranee!

LorenzoJHWH Unius REI 

Benjamin Netanyahu ] ti potrà sembrare una barzelletta, ed invece è una cosa tragica! [ non è facile per una Creatura litigare: contro: il proprio Santissimo e perfettissimo Creatore: proprio a motivo, non tanto delle proporzioni quantitative e qualitative, quanto dei vincoli di amore che rendono ogni relazione una relazione tra pari, fiducia e rispetto reciproci: messi a dura prova, dal tempo della attesa: del giorno di Dio: la speranza della liberazione per tutto il genere umano, cioè, IL NOSTRO REGNO DELLE 12 Tribù DI ISRAELE! ma, io non sono il tipo che, ama attendere troppo a lungo la applicazione della giustizia politica ] MA, DIO nostro holy JHWH holy MI HA DETTO: "QUESTO della giustizia politica? è PIù UN MIO PROBLEMA, CHE non il TUO PROBLEMA! TU NON AVERE TUTTA QUESTA FRETTA, PERCHé, IL TEMPO è UN GALANTUOMO: TEMPO AL TEMPO, vediamo, piuttosto i ribelli, in quale forca, da soli, si vanno a stringere la testa!"

LorenzoJHWH Unius REI 

#Benjamin #Netanyahu ] non sono il tipo che si vanta prima del tempo! [ infatti, io non mi sono ancora vantato, di avere messo lo scalpo, di quello #usuraio #satanista #fariseo #strozzino #Merkel #troika il creditore: #SpA #322 Fmi, #SpA 666 #Banca #Mondiale, di Rothschild 666 Talmud agenda nella mia cintura! ] ovviamente, è solo una questione di tempo!

LorenzoJHWH Unius REI 

OBAMA CALIFFO GENDER SHARIA IL NAZISMO ] cazzo [ tu vuoi dire alle tue lucertole CIA OCI, che non devono assorbire totalmente tutta la mia banda fibra ottica super veloce, assorbire tutta loro?

LorenzoJHWH Unius REI 

al GOVERNO MASSONICO MONDIALE DI YOUTUBE ] [ ovviamente, la parola si onora, ed i patti si rispettano, altrimenti salta tutto! .. e come crolla quel cazzone di NWO, 322 NUOVO ORDINE MONDIALE 666 SATANA di Kerry, OBAMA IL CALIFFATO SHARIA GENDER in frantumi? poi, morite tutti sotto le macerie! ED IO NON SONO IL NEMICO DELLE ISTITUZIONI E NON SONO UN RIVOLUZIONARIO FORCAIOLO! io lascio fare a Dio a suo tempo il suo lavoro sporco contro di voi!
LorenzoJHWH Unius REI

Salman dell'Arabia Saudita psicopatico OR "Sette Sudayri Allah idolo califfato tutti i, succhiatori del dio gufo JaBullOn Baal 322 NWO SpA 666  la bestia: un solo anticristo" ] è INUTILE che tu fai gli attentati intimidatori, ai consolati italiani, loro sono troppo coglioni per capire qualcosa, e se, forse, potrebbero qualcosa capire? loro sono troppo massoni per prendere delle coerenti iniziative: in modo autonomo! è come se, tu volessi pretendere da Obama una sua iniziativa, ben sapendo che i nostri politici sono attori di un sistema massonico militare piramidale, di cui è il satanismo la struttura più interna (infatti tutti tacciono di fronte al crimine di alto tradimento del signoraggio bancario).. Quindi la Germania finge di essere amica di Israele, mentre altre Nazioni fingono di essere amici della Palestina, mentre è tutta la truffa di una sola regia, che si trova nel Farisei Talmud e #kabbalah.. ecco perché, se tu vuoi sopravvivere tu devi cambiare i tuoi piani segreti, smettere di complottare inseme a Rothschild contro Israele, e costringere Rothschild a venire nel Regno di Israele... TU NON HA UNA POSSIBILITà IDEOLOGICA, CULTURaLE O POLITICA DI SOPRAVVIVERE, Perché, TUTTA LA MERDA CHE TU HAI DIFFUSO NEL MONDO? HITLER NON LO AVEVA ancora FATTO!

LorenzoJHWH Unius REI 

my Jhwh holy [ [ se, l'ebreo migliore del mondo, lui mi dicesse: le vere parole di Dio, le migliori parole del mondo, senza prima parlarmi della sua soluzione per superare il signoraggio bancario, che è schiavitù e satanismo a livello mondiale? poi, non ci potrebbe mai essere nulla che io potrei accettare da lui.. così come, io non potrei mai accettare nulla di buono o di vero da un musulmano, se, prima, lui non mi dice, come potrà fare condannare il nazismo omicida della sharia per fare riconoscere i diritti umani universali sanciti dallo ONU nel 1948. SE, io NON AVRò UNA RISPOSTA a queste MIE PROBLEMATICHE? poi è evidente farisei e islamici in genere, LORO hanno pensato che la guerra mondiale per ora è una buona occasione per fare sparire la civiltà ebraico cristiana, ecco perché Russia, Europa e Israele, SPARIRANNO!

LorenzoJHWH Unius REI

#Salman #Arabia #Saudita ] brutta troia di uno psicopatico [ uno dei cosiddetti "Sette #Sudayri" TUTTI INCULATI COME MAOMETTO dai Farisei che hanno fondato l'ISLAM Coranico ] io ho saputo che, tu hai speso tanti soldi per fare parlare bene, mettere in luce positiva, la tua merda #Maometto #Sharia. ARABIA SAUDITA, dove ci sono tante chiese cristiane e dove i cristiani sono anche liberi di pregare Gesù nelle loro case. ecco perché in ONU circa il tuo nazismo pedofilia poligamia bomba demografica #Erdogan, apostasia blasfemia pena di morte, per loro va tutto bene! Purtroppo, però voi avete fatto un fatale errore, cioè, perché voi non avete mai pensato di pagare anche me.. Anzi Rothschild mi voleva comprare, con la tazzina di un caffè, ma, ora, io non credo che, lui potrà mai fare il Nuovo Ordine mondiale, SpA 666 Fmi, così come tu non potrai mai fare il Califfato Mondiale, sharia, morte a tutti gli infedeli, semplicemente perché voi siete troppo taccagni!

LorenzoJHWH Unius REI

gli ebrei hanno l'immenso valore di dire un mare di verità, in mezzo ad un oceano di raffinata ipocrisia assassina, infatti nessuno di loro dice del #signoraggio #bancario che è il satanismo del talmud, che, è innalzare proprio satana sul mondo, è vero che l'Ebraismo è caduto in apostasia, e questo è il motivo perché #JHWH fece cacciare dai romani tutti gli ebrei! ] [ per certi aspetti, i musulmani hanno diritto a fare degli attentati, da questo punto di vista ] [ How does a man kill ‘in God’s name’? asks former UK #Chief #Rabbi Jonathan Sacks. Published: July 8, 2015 by Ronald #Boyd-MacMillan
A vital text in winning the peace' - Sacks' new book, Hodder & Stoughton] Ten years on from the 7/7 London bombings, in which 52 people were killed and hundreds were injured by four separate suicide bombers, the world is still looking for an answer as to why religious people kill in the name of God. “When religion turns men into murderers, God weeps.”
So starts the first line of Jonathan Sack’s new book, Not in God’s Name: Confronting Religious Violence, revealing a book bv a believer distressed not only by the violence, but puzzled by the theological tragedy that drives the violence.  He wants to know what makes religious people kill in the name of God, and shows broad learning in evolutionary biology, social psychology, sociology and theology to present an argument that is sure to enlighten as well as provoke. 
https://www.worldwatchmonitor.org/2015/07/3924171/  
==============

CIAkillYourTubexIMF  said to Satana years ago ] [ CIA Mossad Sharia Talmud: 666 322 freemasons Satanists Rothschild Rockefeller etc. .. seigniorage banking NWO kabbalah IMF: ECB FED etc. .. Bildenberg Trilateral .. criminal killers: ruthless predators .. grove owl god: to the grove of your mother .. . I have some advice for you: "Kill yourself in bulk!" and: "take out your paws: from my youtube: because: This is my office!" CIA Talmud Sharia #Mossad: 666 322 #freemasons #satanists #Rothschild #Rockefeller: ecc.. #kabbalah IMF #NWO seigniorage #banking: #FED #BCE ecc.. Bildenberg Trilaterale .. criminali assassini: spietati predatori.. dio gufo al boschetto di vostra madre.. . io ho un consiglio per voi: "suicidatevi in massa!" e: "togli le tue manacce dal mio youtube: perché: questo è il mio ufficio!"

Certa è questa parola Bisogna dunque che il vescovo sia marito di una sola moglie ] no comment [: «Certa è questa parola: se uno aspira all’ufficio di #VESCOVO, desidera un’opera buona. Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio,..» (1 Timoteo 3:1,2) ECCO LA PROVA CERTA CHE PIETRO ERA SPOSATO, LO DICE L’APOSTOLO PAOLO. Nella Parola di Dio leggiamo anche queste parole, sempre riferite all’apostolo Pietro, che confermano ancora che Pietro era sposato: «Non abbiamo noi il diritto di condurre attorno con noi una moglie, sorella in fede, siccome fanno anche gli altri apostoli e i fratelli del Signore e Cefa?  » (1 Corinzi 9:5,6) 

Synnek1 [MANY YEARS AGO SAID: "Sulfuric acid is not an option, my friend" [ INFATTI I SACERDOTI DI SATANA HANNO IL CONTROLLO DELLA CIA PER POTER FARE IMPUNEMENTE NEL MONDO 200000 SACRIFICI UMANI SULL'ALTARE DI SATANA, E PER POTER OTTENERE BIDONI DI ACIDO SOLFORICO! ] ormai il mondo è nelle mani dei farisei anglo-americani: questo è il Talmud satanico, a cui la LEGA ARABA risponde, con la sharia satanica! MA ENTRAMBI SONO ALLEATI ADESSO PER SPARTIRSI IL GENERE UMANO!

1400 years, all this evil Islam sharia: any abuse, all atrocitie, Islam #idolatry #blasfemy all NAZISM sharia, about all #criminals #ONU, #kidnappings, #massacres, #rapes, #robberies, #violence, ecc.. 

Benjamin Netanyahu ] CAZZO [ le mie bombe atomiche! Dove sono le mie bombe atomiche? 
30-06-2015 Egitto ] DELITTO DI APOSTASIA: NEI COMPLICI: NATO, #CIA #BILDENBERG [ Egitto: negata la scarcerazione ad un cristiano ] Dopo aver trascorso gran parte della sua vita maltrattato, nascosto o in carcere, 

#Mohamed Hegazy, un cristiano convertitosi dall'islam, non sa cosa aspettarsi dal futuro. Rimane in prigione, senza MOTIVAZIONI, DOPO AVERE SCONTATO TUTTA LA PENA  

QUALSIASI NAZIONE DEL MONDO, CHE FOSSE ATTACCATA CON MISSILI AVREBBE GIà FATTO IL GENOCIDIO E LA DEPORTAZIONE DEI PALESTINESI GIà DA MOLTO TEMPO! QUELLO CHE STA FACENDO #ERDOGAN, PER AVERE LUI ATTACCATO, PER PRIMA I CURDI CON IL TERRORISMO ISLAMICO? NON PUò ESSERE MESSO A CONFRONTO! ] I CRIMINI DELLA NATO IN RUSSIA E IN UCRAINA? GRIDANO VENDETTA AL COSPETTO DI DIO! [ IL TRADITORE TERRORISTA COMPLICE DEL NAZISMO SHARIA Amnesty accusa Israele di crimini di guerra. L'organizzazione ritiene che le forze armate israeliane si siano macchiate di crimini di guerra la scorsa estate nel corso di attacchi lanciati in zone abitate di Rafah (Gaza) 

CRIMINAL Country profile SHARIA 322 #NAZISM, ONU 666 USA, UE NATO #GENDER TALMUD GENDA: FOR KILL ISRAEL. I 50 paesi dove esiste la persecuzione a danno dei cristiani: 1. Corea del Nord   2. Somalia  3. Iraq, 4. Siria  5. Afghanistan  6. Sudan  7. Iran  8. Pakistan  9. Eritrea  10. Nigeria (Nord)   11. Maldive  12. Arabia Saudita  13. Libia  14. Yemen  15. Uzbekistan  16. Vietnam  17. Repubblica Centrafricana  18. Qatar  19. Kenya   20. Turkmenistan  21. India  22. Etiopia  23. Egitto  24. Gibuti  25. Birmania (Myanmar)  26. Territori Palestinesi  27. Brunei   28. Laos  29. Cina  30. Giordania  31. Bhutan   32. Comore (Unione)  33. Tanzania   34. Algeria  35. Colombia  36. Tunisia  37. Malesia  38. Messico  39. Oman  40. Mali  41. Turchia  42. Kazakistan  43. Bangladesh  44. Sri Lanka  45. Tagikistan  46. Azerbaigian  47. Indonesia  48. Mauritania   49. Emirati Arabi Uniti  50.  

TUTTI I DIRITTI UMANI SHARIA DI QUELLA TROIA DI ONU OCI, E DEL #CALIFFO DI OBAMA GENDER: IL #NAZISMO DI ROTHSCHILD SPA #FMI ] [ Diritti Umani DOVE? ] Nel 1948 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. La dichiarazione è la risultante dell’olocausto degli ebrei ( #shoah) nella Germania nazista. Il documento afferma che ogni persona deve poter godere almeno dei diritti umani più elementari. Ciò riafferma la dignità e il valore di ogni essere umano indipendentemente dalla razza, colore, sesso, lingua, religione, opinione politica o di altra natura, origine sociale, nazionalità, proprietà, nascita o altro status.
Nel 1966, le Nazioni Uniti hanno sviluppato il Patto Internazionale per i Diritti Politici e Civili in aggiunta alla suddetta dichiarazione. L’articolo 18 del Patto Internazionale per i Diritti Politici e Civili si concentra su quattro elementi della libertà di religione:
1. Ognuno ha il diritto di libertà di pensiero, coscienza e religione. Tale diritto include la libertà di avere o di adottare una religione o un credo di sua scelta, e la libertà, individualmente o comunitariamente, in pubblico o in privato, di manifestare la propria religione o credo con atti di adorazione, pratica, osservanza e insegnamento. 
2. Nessuno sarà soggetto a coercizione che possa compromettere la sua libertà di avere o adottare una religione o un credo di sua scelta. 
3. La libertà di manifestare la propria religione o credo potrebbe essere soggetta solo a quelle limitazioni prescritte dalla legge e necessarie a proteggere la pubblica sicurezza, l’ordine, la salute o la morale o i diritti fondamentali e di religione degli altri.
4. Gli stati aderenti al presente Patto si impegnano a rispettare la libertà dei genitori e, laddove sia possibile, quella dei tutori legali per assicurare un’educazione morale e religiosa ai loro figli conformemente alle loro convinzioni.
La mancanza dei diritti umani basilari è una parte significativa della persecuzione in alcuni paesi. Ai cristiani vengono negate le libertà fondamentali, alle quali hanno diritto tutti gli esseri umani; dunque non vengono trattati equamente. Vengono perseguitati a causa della loro religione e a causa di ciò che professano.
La Bibbia ci chiama a un’azione di patrocinio dei diritti umani. Il Salmo 82:3 dice: "Difendete la causa del debole e dell’orfano, fate giustizia all'afflitto e al povero". In quanto cristiani dobbiamo accertarci che tutti abbiamo accesso ai diritti umani basilari. 


Persecuzione di #SALAFITI, #ISLAMICI #ONU #OCI, SPA, FMI, FARISEI, SATANISTI ISLAMICI SHARIA MASSONI BILDENBERG CONTRO I CRISTIANI E CONTRO ISRAELE ] QUANDO IL GIOCO SI FA DURO? I DURI INCOMINCIANO A GIOCARE: AGGRAPPATEVI BENE ALLA VOSTRA GIOSTRA MORTALE! [ I cristiani attualmente sono il gruppo religioso maggiormente perseguitato al mondo. A causa della loro fede in Cristo, più di 100 milioni di credenti subiscono discriminazioni, persecuzioni o atti di violenza da parte di adepti di altre religioni o da parte di regimi totalitari. I cristiani sono trattati spesso come cittadini di secondo rango, ai quali vengono negati persino i diritti umani più elementari.
La persecuzione si manifesta attraverso offese, minacce, vessazioni, attacchi fisici, violenze di ogni tipo, incarceramenti immotivati, nei confronti di (in questo caso specifico) cristiani o comunità (chiese) con lo scopo di impedire la propagazione della loro fede e di estirparla perché ritenuta un'offesa al pensiero, alle tradizioni o alla religione dominante. Secondo questa definizione dunque, la persecuzione non è un evento casuale, ma organizzato volontariamente. Sempre maggiore attenzione negli ultimi tempi è stata riservata ai gravissimi fenomeni persecutori contro i cristiani  da parte dei media nazionali e internazionali. La persecuzione dei cristiani è entrata oggi a far parte dell'agenda di molte entità politiche nazionali e internazionali. Ciò che da decenni Open Doors International - Porte Aperte denuncia è oggi considerata una piaga e una preoccupante deriva dei diritti umani più elementari.

Martire in odio alla fede? No, QUESTA VOLTA, LA COLPA NON è DI MAOMETTO, BUSH ED OBAMA GENDER BILDENBERG ONU #OCI #LEGA #ARABA! LEI è MARTIRE alla speranza! Suor Odette Dos Anjos uccisa venerdì in #Brasile, è la prima martire della «Fazenda da Esperança» che in Brasile propone la «terapia spirituale» per la lotta alla droga. 


IL TRIONFO DEL PROGRESSO OCCIDENTALE! ] [ La pornografia e il suo forte impatto sugli adolescenti ] destabilizzazione mentale, #violenza, #stupri, #perversioni #sessuali, adulterio.. tutta la felicità della ideologia GENDER [ Uno studio sui giovani mostra che il consumo abituale di pornografia li rende infedeli alle fidanzate 

WATCH: Kerry Implies US Could Defend Iran from Israeli Attack [ I SATANISTI MASSONI MONDIALISTI BILDENBERG FARISEI: ILLUMINATI GENDER HANNO APERTO SENZA PUDORE, UNA NUOVA ERA DEL NAZISMO MONDIALE! ORAMI, QUESTE SCELTE SONO SENZA PENTIMENTO ED IRREVERSIBILI! è INDISPENSABILE CHE TUTTI I POPOLI EUROPEI DEBBANO RIARMARSI PER SOPRAVVIVERE AI LORO LEADERS! ]  In this shocking video, US Secretary of State John Kerry indirectly concedes that the US could defend Iran’s nuclear program from Israeli sabotage, if need be.
Senator Marco Rubio grilled Kerry and Secretary of Energy Ernest Moniz about the nuclear deal, specifically about a clause which indicates that the US will block attempts to sabotage Iran’s nuclear program.
When questioned if this means Iran will get US protection against Israel, Kerry eventually concedes that the US could assist in protecting Iran against an Israeli attack on its nuclear program, despite claiming that it would be unlikely for this situation to arise.

Kerry Will ‘Skip Israel’ on Upcoming Middle East Trip ] il vero problema non è il nucleare, ma, il fatto che la LEGA ARABA ONU OCI sono i nazisti maniaci religiosi, ASSASSINI SERIALI LEGALIZZATI! QUINDI GLI USA ED UE, PROTEGGONO QUESTI NAZISTI ISLAMICI, PER SRADICARE DAL MONDO IL CRISTIANESIMO? QUESTO ORMAI è NEI FATTI, CHE NESSUNO PUò CONTESTARE! OVVIAMENTE, ANCHE ISRAELE, CINA, RUSSIA ED EUROPA PRESTO DIVENTERANNO LE VITTIME DI TUTTO QUESTO!  [ After a series of harsh comments from the US regarding Netanyahu’s opposition to the Iran nuclear deal, Israel is interpreting Kerry’s decision to skip Jerusalem during his upcoming Middle East trip as a snub.
Israel is not included in US Secretary of State John Kerry’s itinerary for his upcoming trip to the Middle East. IL TRADITORE Kerry has openly criticized Prime Minister Benjamin Netanyahu for speaking out against the Iranian nuclear deal, in which the US commits to defending Iran, and he warned Israel against attacking the Islamic Republic. Kerry’s itinerary includes a stop in Egypt for bilateral dialogue followed by a visit to Qatar to meet with the foreign ministers of the Gulf Cooperation Council (GCC) countries to discuss the Iranian nuclear agreement.
Asked by reporters on Monday why Kerry was not stopping in Israel, State Department spokesman John Kirby replied, “It’s just not part of the parameters for this trip. It’s not – it wasn’t a deliberate decision not to go… [Kerry] has been in touch with Prime Minister Netanyahu many, many times over the last several weeks in terms of discussing the deal and the parameters of it. So it’s not as if we aren’t in constant communication with Israeli counterparts about this.”
Kirby clarified that Netanyahu and Kerry last spoke on July 16.
Nonetheless, Kerry’s itinerary is being interpreted in Israel as a rebuke to Netanyahu for openly campaigning against the Iranian nuclear deal based on several recent statements by the US secretary of state. In a speech Friday at the Council on Foreign Relations, Kerry warned, “I fear that what could happen is if Congress were to overturn [the deal], our friends in Israel could actually wind up being more isolated and more blamed.” Iran’s Bushehr nuclear power plant. (fouman.com)
When asked by NBC the same day whether the nuclear deal increased the odds that Israel would unilaterally attack Iranian nuclear sites, either by conventional military means or by cyber warfare, Kerry said, “That’d be an enormous mistake, a huge mistake with grave consequences for Israel and for the region, and I don’t think it’s necessary.”
An Israeli official told The New York Times in response, “We reject the threats directed at Israel in recent days… The regrettable attempt to intimidate Israel will not prevent us from voicing our concerns about this deal, which poses direct threats to Israel’s security.”
By: Sara Abramowicz, United with Israel

Gracias por firmar mi petición, "Starbucks, Unilever y Tostitos siguen financiando Planned Parenthood" dirigida a presidentes de las compañías que financian Planned Parenthood. Ayuda a ganar esta petición pidiendo a tus amigos y familiares que la firmen. Es muy fácil compartirla con tus amigos en Facebook: sólo tienes que hacer clic en http://www.citizengo.org/es/signit/27342/view para difundirla. Y lo más importante: abajo tienes un ejemplo del email que les puedes reenviar a tus contactos. Gracias de nuevo. Juntos estamos haciendo posible el cambio.
Mensaje para reenviar a tus amigos: ¡Hola! Acabo de firmar la petición "Starbucks, Unilever y Tostitos siguen financiando Planned Parenthood" en CitizenGO dirigida a presidentes de las compañías que financian Planned Parenthood
Me parece un tema muy importante, y me gustaría que tú también lo apoyases.
Aquí está el enlace: http://www.citizengo.org/es/27342-starbucks-pepsi-y-johnson-johnson-siguen-financiando-planned-parenthood?tc=ty&tcid=14820024 ¡Muchas gracias!

Human Capital - Episode 1: Planned Parenthood's Black Market in Baby Parts. The Center for Medical Progress https://www.youtube.com/watch?v=Xw2xi9mhmuo&feature=youtu.be 4.638 518.764 Pubblicato il 28 lug 2015 Background track “Cylinder Four” by Chris Zabriskie (https://freemusicarchive.org/music/Ch...) used under Attribution License (http://creativecommons.org/licenses/b...). CMP claims no ownership of this track. Fetus animation adapted from Nils Tavernier, "L'odyssee de la vie" (https://vimeo.com/4015435) under fair use. CMP claims no ownership of this artwork. FOR IMMEDIATE RELEASE. #PPSellsBabyParts EX-CLINIC WORKER REVEALS PROFIT MOTIVE IN PLANNED PARENTHOOD BABY PARTS SALES, VP MEDICAL DIRECTOR PRICES BODY PARTS “PER ITEM”
“We Can See How Much We Can Get Out of It,” says Planned Parenthood Affiliate VP; Whistleblower Who Harvested Aborted Baby Parts Details Traumatic Job in Planned Parenthood Clinics in New Documentary Web Series
Contact: Peter Robbio, probbio@crcpublicrelations.com, 703.683.5004
LOS ANGELES, July 28--The first episode in a new documentary web series features a woman who once worked in Planned Parenthood clinics describing the profit motive involved in Planned Parenthood’s sale of aborted fetal body parts, and includes new admissions from top-level Planned Parenthood leadership about the illicit pricing structure.
The “Human Capital” documentary web series is produced by The Center for Medical Progress and integrates expert interviews, eyewitness accounts, and real-life undercover interactions to tell the story of Planned Parenthood’s commercial exploitation of aborted fetal tissue. Episode 1, “Planned Parenthood’s Black Market in Baby Parts,” launches today at:
Episode 1 introduces Holly O’Donnell, a licensed phlebotomist who unsuspectingly took a job as a “procurement technician” at the fetal tissue company and biotech start-up StemExpress in late 2012. “I thought I was going to be just drawing blood, not procuring tissue from aborted fetuses,” says O’Donnell, who fainted in shock on her first day of work in a Planned Parenthood clinic when suddenly asked to dissect a freshly-aborted fetus during her on-the-job training.
For 6 months, O’Donnell’s job was to identify pregnant women at Planned Parenthood who met criteria for fetal tissue orders and to harvest the fetal body parts after their abortions. O’Donnell describes the financial benefit Planned Parenthood received from StemExpress: “For whatever we could procure, they would get a certain percentage. The main nurse was always trying to make sure we got our specimens. No one else really cared, but the main nurse did because she knew that Planned Parenthood was getting compensated.”
Episode 1 also shows undercover video featuring the Vice President and Medical Director of Planned Parenthood of the Rocky Mountains (PPRM) in Denver, CO, Dr. Savita Ginde. PPRM is one of the largest and wealthiest Planned Parenthood affiliates and operates clinics in Colorado, New Mexico, Wyoming, and Nevada. Standing in the Planned Parenthood abortion clinic pathology laboratory, where fetuses are brought after abortions, Ginde concludes that payment per organ removed from a fetus will be the most beneficial to Planned Parenthood: “I think a per-item thing works a little better, just because we can see how much we can get out of it.”
The sale or purchase of human fetal tissue is a federal felony punishable by up to 10 years in prison or a fine of up to $500,000 (42 U.S.C. 289g-2). Dr. Katherine Sheehan, Medical Director emerita of Planned Parenthood of the Pacific Southwest in San Diego, describes her affiliate’s long-time relationship with Advanced Bioscience Resources, a middleman company that has been providing aborted fetal organs since 1989: “We’ve been using them for over 10 years, really a long time, you know, just kind of renegotiated the contract. They’re doing the big government-level collections and things like that.” “Planned Parenthood’s sale of aborted baby parts is an offensive and horrifying reality that is widespread enough for many people to be available to give first-person testimony about it,” notes David Daleiden, Project Lead for The Center for Medical Progress. “CMP’s investigative journalism work will continue to surface more compelling eyewitness accounts and primary source evidence of Planned Parenthood’s trafficking and selling baby parts for profit. There should be an immediate moratorium on Planned Parenthood’s taxpayer funding while Congress and the states determine the full extent of the organization’s lawbreaking.” Tweet: #PPSellsBabyParts For more information on the Human Capital project, visit centerformedicalprogress.org. The Center for Medical Progress is a 501(c)3 non-profit dedicated to monitoring and reporting on medical ethics and advances. Dejen de financiar Planned Parenthood
Muy Srs. míos:
Planned Parenthood presume de recibir financiación de su empresa. Desconozco si a su compañía también le enorgullece participar en el negocio ilegal de la venta de órganos de bebés abortados.
De momento, Coca Cola, Xerox, y Ford ya se han desmarcado. Además, March of Dimes informa que colaboró en el 2007 para un programa de educación prenatal”. Por su parte, la American Cancer Society insiste en que no financiación aborto ni programas contraceptivos y que sólo colaboraron en pruebas del cáncer. Finalmente, American Express informa que la colaboración con PP se remonta a hace 15 años a un programa de educación de adolescentes.
¿Qué espera su compañía para desmarcarse de la ‘industria del horror’?, ¿pueden seguir apoyando que sus empleados colaboren con un negocio sucio e inhumano? Quiero que sepa que mientras no hagan una declaración expresa me será imposible tomarme una Pepsi, calzar unos Converse, sentarme en un Starbucks, lavarme el cabello con shampoo Dove, comprar a mis hijos un jugo Ades, o usar mayonesa Hellmans (UNILEVER) o abrir una bolsa de TOSTITOS.
http://www.citizengo.org/es/26812-planificacion-familiar-trafica-con-organos-bebes-abortados
No ha sido fácil. Como quizás sepas, la Fiscal General apoyó a Obama en el aborto por nacimiento parcial y siempre ha sido muy cercana a Planned Parenthood y el aborto. Además, como sabes, Obama recibió 1,7 millones de dólares de Planned Parenthood (PP) en su campaña. Y según el Center for Responsive Politics, 153 parlamentarios demócratas recibieron 676 mil dólares de PP el año pasado.
Pero la evidencia es muy potente. ¡Y la presión ciudadana, también!, ¡lo logramos!
No sólo eso, lorenzo, sino que además, varios estados han iniciado sus propias investigaciones: Kansas, Georgia, Louisiana, Texas, Ohaio, Indiana y Arizona.
Y además, el Comité de Energía y Comercio de la Casa de Representantes ha pedido la comparecencia de la presidenta de Planned Parenthood, Cecile Richards, antes del 31 de julio. ¡Se acabó la impunidad!

la Internazionale Islamica della LEGA ARABA soffocherà tutti i cristiani di Africa e di Asia, fino ad ottenere la conquista del mondo! non c'è modo di poter evitare la guerra mondiale se la sharia non viene condannata, come il nazismo! Central African Republic – A forgotten crisis. Published: July 29, 2015 On 25 July 2014, a ceasefire was signed between the two main warring groups in the Central African Republic: a predominantly Muslim rebel coalition known as Séléka, and violent vigilante groups who opposed their advance through the country, which became known as the “anti-Balaka” (“Balaka” means “machete”). A year later, the Central African Republic may have dropped out of global news headlines, but the suffering of its people has continued. International intervention by UN forces helped to restore security in the cities its forces occupied, but it left the interior largely unprotected and open for armed militias. UN troops have been accused of not doing enough to protect the local population and even of committing atrocities themselves.
The Séléka rebel movement, together with the local Muslim population (consisting of mainly Chadian and Sudanese migrant descent and Fulani Mbororo herdsmen) continues to dominate the north and east of the country, while the anti-Balaka holds sway in the south and west, virtually dividing the country into two halves. Open Doors International. Despite the peace agreement, #Central #Africans – particularly those in the northeast – are still tormented by persistent violence. Access to the northeast is very limited, as road travel is impossible and there are no commercial flights.
World Watch Monitor has heard reports of Fulani herdsmen abducting hundreds of people in the northeast, subjecting them to hard labour and using women as sex slaves. The herdsmen also reportedly invaded the towns of Mbres and Bria, where they killed many Christians, burning down their homes and churches and forcing many to flee. Pastors were hunted down and killed.
Below, World Watch Monitor describes the experiences of three Central Africans contacted by an anonymous source, which provide further insight into the horrors still being experienced by Christians.
Lucien Debriel, 48, is a pastor from a village in the north of the country, near the market town of Kaga Bandoro.
“When Séléka arrived in Kaga Bandoro, the sound of gunfire from heavy weapons could be heard from all directions,” Debriel explained.
When he heard the rebels coming, Debriel hid at home with his wife Angelique and their six children, but they were then forced to listen as the rebels killed three of their neighbours and dumped their bodies in nearby boreholes.
Terrified and traumatised, his family fled, joining other villagers hiding in the bush, but Debriel said the stress of the situation proved too much for his wife Angelique, who became ill and died soon after. She was only 42. “While we were still mourning,” Debriel explained, “one of her family members who belonged to Séléka came into the bush with others and accused me of having killed Angelique by neglecting her health. He said I had to pay a fine of CFAF 250,000 [just over $400].”
Some Christians helped raise money, knowing that the man would kill Debriel if he did not pay up. But they could gather only CFAF 100,000 (just over $160).
“They [Séléka] said the money was not enough … They took my goats and six bags of groundnuts. They also took the church’s musical instruments,” Debriel said.
Séléka returned again a few days later to demand the rest of the money, but Debriel had nothing to give. “When I told them I had no more to give, they again threatened to kill me and destroyed the church benches,” he said. Debriel’s congregation begged him to flee to the Internally Displaced People’s (IDP) camp with his six children. There, he found several other pastors. Many report great shortage in food and shelter. Although Séléka as a group has been disbanded, the Fulani herdsmen who were part of the rebellion continue to rule over the area. The people of Kaga Bandoro feel like they are in a prison. The Fulani prevent them from moving two kilometres beyond the city to farm or harvest their crops. Instead, those crops have now become food for the Fulani herds.
Some of those who have ventured back to their destroyed homes in search of food have been killed. Out of desperation for food, the locals have sent their women to look for food and firewood, but many of them have been raped at gunpoint – some by one man, some by two, some by up to seven. The effect on marriages has been devastating. Related story: Meet the 3 'Saints of Bangui'
Omer. The town of Bangassou, in the east of CAR, near the border with the Democratic Republic of Congo, was invaded in March 2013 after Séléka defeated the national army. Séléka rebels soon began harassing the local population with the help of local Muslims.
As the main source of authority in the region, this left regional prefect Omer Youmoina in grave danger. However, Youmoina praises the courage of a group of pastors who decided to confront Séléka. They marched to their camp and asked the rebels whether they were fighting a jihad (holy war) or political war. If it was purely political, they asked, then why were Christians being targeted?
Although the leader of the rebels promised to stop harassing the people, Séléka members came to the home of one of the pastors that very night to rape some of the women under his care. Many more Christians were then killed, women raped and Christians’ homes, businesses and churches looted and destroyed. After spending two months in the DRC, Youmoina decided to return with his 12 children. At the time of writing, he remains the only local authority to have returned to the town.  
A refugee camp in Bangui, pictured in 2014. Courtesy #Open #Doors #International
Daud* **** #Daud is from #Bambari, an important market town in the southern province of Ouaka. For almost 50 years, the Christian and #Muslim inhabitants lived in relative peace, working together, renting houses from each other, intermarrying, and trading at the same markets.
However, after the arrival of Séléka in January 2013 the situation changed radically. Local Muslims helped Séléka murder Christians, loot their homes, rape their wives, and destroy their businesses and crops. Muslim men who refused to join in were recruited by force. Christians lived in deep sorrow, as most of them had lost several family members. As a result, Bambari became divided, one half consisting of Muslims protected by Séléka and the other half of non-Muslims (predominantly Christians). The situation worsened after the anti-Balaka attacks on Bangui in December 2013 because it led to revenge attacks on the non-Muslims of Bambari (in the Akpe quarter specifically).
On 23 December, Séléka burned houses and churches and killed men as they were fleeing to the St. Joseph Catholic Cathedral, which served as an IDP camp for the Christian population. They also fired shots into the camp and threw a grenade into it, which killed 87 people.
Today, churches in the west of Bambari hold services, but those in areas controlled by Séléka do not. Even where churches are still open, Christians often do not attend because they fear for their lives and do not trust the UN to protect them.
Like all Central Africans, Daud’s life has been turned upside down by the crisis in his country, but his conversion from Islam to Christianity made his life even more complicated.
Daud’s Muslim family was furious and sought to kill him. Meanwhile, anti-Balaka members distrusted him for his ties to the local Muslim community. They killed many members of his family; the few that survived were forced to flee.
Had it not been for the protection of his church, Daud said, he would have not survived.
“Some of my family call me and are surprised when they hear that I am still alive,” he said.
*Daud’s real name has been withheld to protect his identity.

anche per la NATO dei satanisti massoni, farisei talmud satanico, le ambizioni di Erdogan sono una minaccia fuori controllo!

Edogan questo criminale islamico nazista, internazionale islamica shaia, con il vizio del genocidio dei Bizantini e degli Armeni, per il nuovo impero ottomano, deve essere fermato al più presto ] ERDOGAN HA BISOGNO DI AIUTARE LE SUE MILIZIE ISLAMICHE: AL-QAEDA ISIS, ogni SHARIA [ Erdogan, prima della sua partenza per la Cina è tornato a mostrare il suo volto più duro. Oltre ad assicurare che Ankara "continuerà nelle operazioni militari contro l'Isis e il Pkk", così come di fatto è avvenuto qualche ora più tardi, con gli F-16 che hanno bombardato tre postazioni del Pkk nella provincia di Sirnak, ha affermato "l'impossibilità di continuare il processo di pace con chi minaccia unità e fratellanza nazionale". Secondo il leader turco, il Parlamento deve togliere l'immunità ai parlamentari del partito Hdp e far pagare loro "il prezzo" per i collegamenti a "gruppi terroristici". Aggiungendo: "Chi mette a dura prova la tolleranza della gente e dello Stato riceverà la risposta che merita al più presto". Il leader del partito filo-curdo Hdp Selahattin Demirtas ha però fatto sapere che l'unica colpa del suo movimento politico è quello di aver conquistato il 13% alle elezioni, respingendo tutte le accuse. Il vicario apostolico di Aleppo dei latini, mons. Georges Abou Khazen, ha espresso invece il timore "che i turchi vogliano combattere i curdi con la scusa dell'Isis. Se è una lotta contro l'Isis va bene, ma se è una scusa per combattere i curdi e aumentare la confusione e la violenza, allora non è un segnale positivo. Sappiamo bene che la Turchia ha permesso ai militanti dell'Isis di entrare, armarsi e addestrarsi". E nonostante Erdogan avesse annunciato che alla riunione della Nato avrebbe chiesto agli alleati di tenersi pronti ad intervenire al fianco del Paese, il segretario generale dell'Alleanza Jens Stoltenberg ha spiegato che da Ankara "non è arrivata alcuna richiesta di presenza militare aggiuntiva".

UniusRei3 

open letter to all #IMAM #arab #league ] tutta la vostra ipocrisia? NON POTRà MAI DISSIMULARE IL SATANISMO DELLA VOSTRA RELIGIONE CHE LA SHARIA IL NAZISMO ASSASSINO SEMPRE RIVELA! non vi potranno salvare da me i sacerdoti di satana del talmud satanico! VOI MERITATE DI ESSERE STERMINATI DALLA FACCIA DELLA TERRA!

UniusRei3 

SENZA IL SUPPORTO DELLA CIA E DELLA LEGA ARABA, loro SERVIZI SEGRETI, NON SAREBBE MAI POTUTA ESISTERE UNA GALASSIA JIHADISTA: internazionale islamica! ] LA SHARIA DELLA LEGA ARABA HA MESSO IL GENERE UMANO SUL'ABISSO DELL'INFERNO PER LA FELICITà DEI FARISEI ANGLO-AMERICANI SpA Banca Mondiale Fmi! tutto questo è il satanismo! ] [ La situazione è molto complessa e le prime vittime sono i civili innocenti", conclude il vescovo di Maiduguri che lascia intendere l'esistenza di alcuni "sabotatori" e complici all'interno dell'esercito nigeriano, che favoriscono l'avanzata di Boko Haram per motivi politici. [ Vescovo, Boko Haram può conquistare nordest ] Ieri l'attacco a #Maiduguri, centinaia di morti

TUTTA LA NATO, UE, USA, LEGA ARABA ONU OCI ERDOGAN, SPA ARABIA SAUDITA: RISPONDERà DI FRONTE ALLA STORIA DEI LORO DELITTI SHARIA: TERZA GUERRA MONDIALE! ] [ Nigeria: 29 uccisi in villaggi cristiani. Ennesima strage dei fondamentalisti islamici Boko Haram.
Gli integralisti islamici #Boko #Haram hanno ucciso a colpi d'armi da fuoco 29 persone in due zone cristiane nel nord-est della Nigeria. Lo hanno riferito testimoni. Si tratta dell'ennesima strage di civili compiuta a cavallo del confine tra #Nigeria e #Camerun negli ultimi giorni.
    Gli abitanti dei villaggi di Dille e #Mwuthamam sono fuggiti nella foresta ma molti non sono riusciti a salvarsi. Molte anche le case date alle fiamme.

è vero, quello che Hillary ha detto. quello che è peggio per Israele e per tutto il genere umano non è il nucleare iraniano ma, il nazismo omicida nazista razzista, di manici religiosi assassini della sharia ] voi avete un problema con le corna di satana che si sono infilate nel vostro buco GENDER SpA NWO: del sistema massonico Bildenberg [ "L'accordo sul nucleare iraniano porterà all'Olocausto". Da Jeb Bush a #Hillary Clinton: tutti contro il senatore repubblicano Mike Huckabee, autore di un improvvido paragone con la #Shoah 

PAPA FRANCESCO ] lol. per fortuna è stato solo un incubo, un sogno cattivo: "OPPURE NO?" [ questa notte, io ho sognato il mio Arcivescovo Parroco, e noi stavamo in sacrestia, e lui era straordinariamente cordiale con me, come non lo è stato mai.. quindi, per affetto io ho seguito lui, fuori della Sacrestia, e lui mi ha detto: "tu non puoi seguirmi, perché, io sto andando al un CONSIGLIO segreto" così, nel sogno, si è aperta una piccola finestra, ed io ho sentito termini giuridici del codice di diritto canonico, e si parlava tutti di rimuovere da me: la mia costituzionale libertà di parola, e la mia costituzionale libertà di azione politica, infatti, come tutti sanno, che, io sono un laico, io non sono un chierico! ] lol. che sciocco! per fortuna si è trattato solo un incubo, un sogno cattivo: perché la Chiesa Cattolica non può fare un delitto del genere contro la libertà di coscienza: "OPPURE NO?" 

Paul Taylor +UniusRei3 - Mohammed I shit on your Koran -- dinner time. ] ANSWER [ in fact there is no one from the Kingdom of God, that, wants to throw the souls in hell's despair, in the metaphysics of science infused, are souls, that, punishing themselves, alone! ... This is the triumph, revenge, demons that have , of you on Earth a man rich, famous, and powerful!

in realtà non c'è nessuno che dal Regno di Dio, vuole buttare le anime nella disperazione dell'Inferno, nella metafisica della scienza infusa sono le anime, che puniscono se stesse, da sole! .. questo è il trionfo, la rivincita, dei demoni che hanno fatto di te sulla terra un uomo ricco, famoso, e potente! 

google 666 ] [ il problema non è quello che, io non riesco a vedere del tuo denaro per la pubblicità, è che, tu mi hai segato e mi fai fai leggere i miei 110 blog: soltanto dai tuoi computer, la tua intelligenza artificiale aliena (A.I.) GMOS biologia sintetica, di tutta la tua merda del cimitero! e che è tutto questo: per fare un favore agli islamici boia Erdogan in Arabia Saudita il nazismo sharia? oppure è per paura dei tuoi nazisti Bildenberg SpA Fmi! ] [ ovviamente, è stato tutto inutile per me, mettere i settaggi in google.com/analytics per collegarlo a #google #adsense, #analytics e per collegare tutto in: google.com/webmasters ] tu devi fare l'errore letale fatale e tragico di pensare che: i demoni di Bush, possano farti di più del male, dei miei Angeli #Esercito del Signore!

Spa islamici FARISEI satanisti massoni Bildenberg, #finanza mondiale ] [ agli incroci di tutte le strade del mondo, io vi sto aspettando come un assassino! anche sotto terra verrò a soffocarvi con terremoti, inondazioni, tradimenti mortali! io non vi darò scampo e vi farò morire avvelenati ed angosciati come topi perché voi siete i topi dell'inferno! Che fate fuori del cimitero? QUESTO è IL MIO REGNO , VOI RITORNATE NELLE TENEBRE!

no! io non esagero mai! TUTTO QUELLO CHE IO DICO è VERO: INFATTI, VOI AVETE FONDATO LE STRUTTURE SOCIALI, SUL CRIMINE DI FURTO #Sovranità #MONETARIA, INTERESSI BANCARI CHE, debito pubblico, riserva frazionario, falso in bilancio, paradisi fiscali,tutti loro SONO sempre una forma di ANATOCISMO.. voi fate le leggi, che vi condannano in tutti, nei vostri crimini di alto tradimento e satanismo massonico islamico, voi avete calpestato lo amore del Vangelo soltanto? no! non è tutto! voi non avete neanche una società umanistica, voi avete una società finanziaria, per poter mai essere credibili quando voi dite contro di me: "tu esageri!"

ai sacerdoti di satana ] [ quale messa in onore del vostro assassino sharia, ladro usuraio fariseo GENDER, vostro SpA santo satana, finanza mondiale culto, voi la fate anche a Napoli la domenica mattina? poi, termina tutto con una orgia religiosa?

ormai gli strozzini USA Spa Sharia, Finanza mondiale (Califfato è NWO), loro stanno pagando, soltanto la carne da macello dei Greci, ecc.. che dovrebbero morire contro i nostri fratelli Russi. per fare raddoppiare la LEGA ARABA. almeno questo è nei loro progetti. Dopo averli derubati della loro sovranità monetaria, tutti i popoli europei stanno per diventare: carne da cannone, usa e getta! ] [ GRECIA, Nuovo sì al piano Tsipras L'Ue: 'Tempi rispettati'

il problema degli islamici OCI ONU LEGA ARABA è quello che, loro vivono bene nella tragedia! ECCO PERCHé DEVONO ESSERE FERMATI CON ARMI NUCLEARI! ] islam deve essere condannato definitivamente a livello mondiale! [ Niger churches ‘abandoned’ after Charlie Hebdo destruction. Published: July 23, 2015 by Illia Djadi. 6 months since 70 churches destroyed in wake of attacks in Paris More than 70 churches were destroyed on the weekend of 16-17 January. Courtesy Open Doors International. In the aftermath of the Charlie Hebdo attacks in Paris, the churches in the predominantly-Muslim West African nation of Niger experienced the worst attacks in their history. On the weekend of 16-17 January, hundreds of angry Islamists attacked and ransacked dozens of properties and churches, shouting “Allahu Akbar” (“Allah is the greatest”). Ten people lost their lives during that weekend; more than 70 churches were destroyed, as well as numerous Christian schools and organisations, including an orphanage. At least 30 Christian homes were also looted and burnt down. Six months on, the reconstruction work is moving slowly and proving very expensive. Most damaged churches and properties are still not rebuilt, and the financial support promised by the state is not forthcoming. In the heart of the capital, Niamey, the Baptist “Roundabout” church (founded in 1929) has long symbolised the presence of Protestant Christians in Niger.
Over the years, it has hosted generations of all geographic and social origins: students, diplomats and businessmen – both expatriates and Nigeriens. Now its collapsed roof, along with its façade and walls blackened by flames, present a scene of desolation. Puddles on the floor highlight the urgency of repair, particularly as the rainy season begins. On 17 January, this church was among the first targeted by demonstrators. The motive was said to be anger at the presence of Niger President Mahamadou Issoufou and five other African heads of state in Paris on 11 January, in what was perceived to be support for an anti-religious magazine. The “memorial” issue of Charlie Hebdo, showing the Prophet Mohammad weeping, reinforced this anger and triggered the protests, which quickly turned into anti-Christian violence. The protests, which began in Zinder, Niger's second city, on January 16 quickly spread to other parts of the country, including Niamey, the following day.
“Since these incidents, it is as if life had stopped,” said Rev. Jacques Kagnindé, leader of the “Roundabout” church. “The church has become a source of curiosity for passers-by and a hide-out for idlers. Unfortunately our current church finances don’t allow us to begin the reconstruction.”
Rev. Jacques Kagnindé stands alone inside the remains of his 'Roundabout' church. World Watch Monitor. His church is still waiting for the financial support promised by the government, so Sunday services and other weekly meetings are held in a tent in the church courtyard.
There is a sense of abandonment among victims of such violence.
“We feel that, as the emotion of the first days has now passed, our case is no longer of interest to our political leaders,” exclaimed pastor Kagnindé.
“They seem more concerned with preparations for the elections [due in 2016] and the fight against Boko Haram. The churches are abandoned to their fate.”
At Salama church, in the capital’s northern district of Bani Fandou 2, the situation is similar. On January 17, a horde of angry protesters ransacked the church, looting and setting on fire several houses, including the pastor’s. A sewing workshop was turned into pieces and its contents, notably 15 sewing machines, were stolen. Everything is still in need of reconstruction, the pastor, Rev. Zakaria Jadi, told World Watch Monitor. “It is a blow to our church. For nearly a month, there was neither water nor electricity. We have done our best to allow our worship activities to restart, but we have now reached our limit. The reconstruction work may probably take some time.”
The violence also revealed the inability of the security forces to ensure the protection of Christians and their properties. In Niamey, looters roamed across the city on motorbikes, in cars or taxis, without facing any resistance from security forces.
Various sources told World Watch Monitor that there were no forces around the capital’s main churches – except the Catholic Cathedral, where a heavy police presence meant it was one of the few to escape attack.
In Zinder, some pointed to a lack of action by local security forces, after messages calling for a demonstration after Friday prayers circulated widely (principally via phone texts) on Thursday, Jan 15. In both Niamey and Zinder, the violence appears to have been well planned and executed.
“How can one make sense of the fact that, in under two hours, more than 40 churches were destroyed across the capital?” asked a spokesman for Caritas, the Catholic aid agency, on French radio. The absence of firefighters shocked many; fire and smoke were seen in some churches days after the incidents.
Learn more: Exclusive interview with Bishop Kimso Boureima, President of Niger's Evangelical Alliance
The temporary chapel of the Evangelical Church of the Niger Republic was inaugurated on 12 July.
Lack of support. Apart from the material needs, estimated at hundreds of thousands of US dollars, the victims of the violence are in great need of psychological support. According to a survey by the US NGO, Samaritan’s Purse, based on a sample of 40 respondents, 32 people are suffering from severe trauma, and eight moderate trauma.
For Rev. Jadi, who lost both his house and his church, it was not easy to overcome the pain. On the day of the attack, he just had time to get his family into a safe place.
“When I returned to assess the scale of the damage, I started to step across our remaining personal belongings along the way, such as books, kitchen utensils and clothes.
“I felt very bad, such an indescribable feeling when I saw my ripped-up Bible on the ground. For a pastor, it was like my entire life was torn apart. I could not stop shedding tears.”
But now, Jadi has forgiven and wants to move forward.
“It was truly hurting, but I was well supported by brothers and sisters who have encouraged me a lot. And I received my greatest encouragement from God, he has really strengthened me in order to overcome that ordeal. And he also allowed me to support those who were in tears.
“This painful experience shows also how it is not good for a man to place all his hope in the things of this world. If my life consisted of material belongings, maybe I would not be here today?”
For Ruth, his wife, the healing process has been slower, he said.
“Almost every time we enter the church compound and she sees what used to be our home, it reminds her of the painful memories. She almost always ends up shedding tears. But by the grace of God, since last Sunday (12 July), she felt relieved and was able to share her testimony at church.”
Rev. Samaila Labo, pastor of the Evangelical Church of the Niger Republic in the northern Niamey district of Boukoki 2, also lost his house and his church.
The church had hoped to get a new roof, Rev. Labo told World Watch Monitor, but such was the extent of the damage, the whole church needed to be completely rebuilt.
Reconstruction will be long and expensive, he said. “This is why the church decided to build a temporary chapel with solid materials that resist rain and weather.”
The provisional chapel was inaugurated on Sunday, 12 July, to his great satisfaction.
“It's a great relief for me to see our members protected from rain and wind. This has also challenged us, that we will not stop our efforts until we rebuild our damaged church.” 

Controfigura della Merkel in favore della causa #gay. Iniziativa del nuovo magazine berlinese "Straight": nel filmato la 'finta' cancelliera in una camera da letto con la 'sua' compagna ] IDEOLOGIA SODOMITI, FIGLIA DELLA USURA MONDIALE hanno preso il controllo dei media, e sono nel NWO dei sacerdoti di satana CIA! [ LA moneta forte ha ucciso le economie deboli! ed ora, la Germania porca scrofa grassa, dopo che ci ha rubato e demolito, ci sputa in testa pure! il denaro stampato da Mario Draghi finisce alle Banche, tutte le mucche di #Rothschild #Spa Banca Mondiale, usuraio Rothschild il padrone satanista del mondo, del grande popolo mondiale schiavi: tutta carne da cannone! è tempo che Grecia e che tutte le Nazioni a corto di liquidità possano stampare la loro moneta nazionale, di emergenza, perché è assurdo che le persone debbano morire di fame, ed usura, in questo sistema monetario di satana Merkel Obama GENDER 

ormai la NATO 322 Spa FMI USA sono diventati, il peggiore sistema ONU, OCI collettore di nazisti per il genocidio islamico sharia della storia ] I #TURCHI SONO TERRORISTI SPUDORATI ARROGANTI NAZISTI, IN QUESTO MODO DIMOSTRANO DI ESSERE I COMPLICI DI QUELLO CHE ISIS sharia, HA FATTO IN LORO FAVORE! [ La scure della censura turca si abbatte di nuovo su Twitter. Il social network è stato bloccato oggi per oltre due ore finché non ha rimosso, come richiesto dalle autorità di Ankara, foto e video dei momenti successivi alla strage di Suruc, dove lunedì un kamikaze dell'Isis ha ucciso 32 volontari che volevano portare aiuti a #Kobane. Il divieto, emesso questa mattina da un giudice di Suruc, riguardava "la pubblicazione di materiale visuale legato all'attacco terroristico". Un bavaglio che riguarda tutti i media. Non è escluso, quindi, che nuove sanzioni possano colpire giornali e tv. Ma sul web, come la Turchia ha dimostrato più volte, la censura arriva immediata. Anche perché è lì che sono nate molte delle proteste dopo la strage, portando a diversi scontri e all'arresto ieri di 49 manifestanti. Il blocco è stato tolto solo dopo che il gigante dei social network ha rimosso tutti i 107 contenuti richiesti da #Ankara. Le autorità avevano stabilito un termine massimo di quattro ore, ma Twitter ne avrebbe cancellati in tempo solo 50. Così intorno alle 11 di stamane (le 10 in Italia) è arrivato il blocco che, come già in passato, è stato aggirato dalla maggior parte degli utenti. L'hashtag #TwitterBlockinTurkey è entrato subito in testa alle tendenze mondiali del social network, mostrando ancora una volta le difficoltà nell'applicazione della censura sul web. Secondo i media locali, Facebook e Youtube sarebbero invece riusciti ad evitarla cancellando in tempo i contenuti 'sgraditi'. Per Twitter si tratta dell'ennesimo scontro con Ankara, che lo scorso anno decise di censurarlo proprio alla vigilia di delicate elezioni amministrative. Del resto l'ostilità del presidente #Recep #Tayyip Erdogan ai social network, strumento fondamentale delle proteste di #Gezi #Park di due anni fa, non è una novità. Da allora il presidente li ha attaccati più volte, definendoli "la peggiore minaccia per la società". Lo scorso anno la Turchia è risultato il Paese al mondo che ha presentato più richieste di rimozione di #tweet sgraditi, per un totale di 663.  
UniusRei3 
LEGA ARABA sharia #OCI, #USA talmud #ONU ] la vostra arma più letale è la ipocrisia: come dice la Bibbia: "le vostre parole sono dolci, ma i vostri denti sono nome sciabole!" [  voi volete realizzare una massacro di 5 miliardi di persone, soltanto perché, voi volete conquistare il mondo! [ quando #IRAN ha deriso la coalizione contro ISIS: aveva perfettamente ragione, HA DETTO: "i loro #PicUp vanno e vengono liberamente e nessuno li colpisce! " infatti, uno massiva aggressione con droni, fermerebbe in 7 giorni il califfato, Boko Haram, talebani, devono essere sterminati, colpiti figli e mogli! HANNO IL GENOCIDIO IDEOLOGICO E PRATICO QUINDI DEVONO SUBIRE IL GENOCIDIO QUESTA MALEDETTA GENIA ISLAMICA, DEL MAOMETTO MALEDETTO FALSO PROFETA! MA, QUESTA è LA VERITà VOI SIETE I COMPLICI DI OGNI GENOCIDIO CONTRO I MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI! MA, LA VOSTRA INGORDIGIA SARà,  anche, LA VOSTRA ROVINA! ANCHE IL VOSTRO SANGUE MALEDETTO DOVRà CADERE NELLA POLVERE! l'Inferno da cui voi siete nati vi rivendica!
Un nuovo Ordine Mondiale, non più fondato, su: 1. ideologie, 2. geo-imperialismi, 3. pseudo religiosi pervertiti, 4. interessi geopolitici, ma, fondato sul diritto e la giustizia, imposti da Unius REI, la fratellanza universale, della razionale agnostica legge naturale! Io sono Unius REI, per la vita del mondo! [] Dalai Lama da Obama, Pechino protesta. Chiesto l'annullamento dell'incontro a poche ore da appuntamento. 21 febbraio, Dalai Lama da Obama, Pechino protesta NEW YORK, [] Il presidente americano, Barack Obama, ricevera' fra poche ore, alla Casa Bianca, il Dalai Lama, ma, l'iniziativa ha suscitato la reazione di Pechino, che, ha chiesto a poche ore dall'incontro di annullarlo. Il ministero degli Esteri cinese, ha definito l'incontro, con, il leader tibetano, in esilio, una ''enorme interferenza'' degli Stati Uniti, negli affari interni della Cina. [ e perché, la Cina dice così? Forse, Rothschild è diventato cinese? ]

Venezuela: Maduro, da Cnn propaganda nera. Minacciata espulsione tv Usa, "se non rettifica" informazioni. 21 febbraio, Venezuela: Maduro, da Cnn propaganda nera. CARACAS, [ è inquietante, tutta la violenza, menzogne, ipocrisie, che, il monopolio del FMI, e del suo sistema massonico, possono fare, realizzare, una continua violenza globale, contro, la democrazia, per il plagio della verità della storia, e il plagio della sua moralità, come avviene oggi, in: Ucraina, Centro Africa, Siria, dove la verità è completamente calpestata, da parte di coloro, che, non hanno nessuno scupolo, a lucrare sui cadaveri, ed io accuso formalmente: USA, FMI, UE, ONU, LEGA ARABA, in modo esplicito, di complottare contro Israele e contro la vita di tutti i popoli, che uccidono 300 cristiani dhimmi innocenti ogni giorno sotto egida ONU, impunemente, cioè, il sistema massonico Bildenberg, che, ha rubato la sovranità monetaria dei popoli, per condurli allo steminio di una inutile guerra mondiale, per vedere la soppressione di ogni religione (che loro hanno corrotto), ed il sorgere, finalmente, della nuova era di satana, per il controllo globale, sulle coscenze, di tutti gli uomini del mondo. Questo è manipolazione e contro della verità della storia, ormai diventato un monopolio, come esiste un solo Fondo monetario internazionale, che vende ad interesse il denaro ai popoli, in totale disprezzo della Costituzione. che, è questo, l'unico motivo per cui, fu bombardato il monastero di Montecassino, in particolare la sua biblioteca, per nascondere la verità della Storia. ] Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha accusato la Cnn di "propaganda di guerra, in stile fascista" per la copertura della crisi nel paese, sfociato in violenze, contro, manifestanti governativi e nell'arresto di un leader dell'opposizione. "Fanno credere che, qui abbiamo una guerra civile", ha tuonato il successore di Hugo Chavez. "Abbiamo iniziato le pratiche per espellere la Cnn: se non rettificano la loro informazione, se ne vadano", ha concluso minaccioso.

Quell'ìdiota di Benjamin Netanyahu, lui crede che, le armi siano sufficienti, per lui, a salvarlo, quando tutto l'Occidente dei farisei anglo-americani comunisti anticristo Bildenberg, in odio assoluto, contro la civiltà ebraico cristiana, annullano le radici culturali per la esistenzadi Israel, essendo così programmati per uccidere la fede in Dio. L'atismo ideologico, di una teoria truffa eterna della evoluzione. Massoni, Farisei, Bildenberg, supportano la cristianofobia, come l'antisemitismo, ecco perché hanno deciso di supportare il terrorismo islamico, e i gaynazimassimalisti, tutto il pensiero massimalista, ipocritamente democratico, di una Europa ed un euro, che non furono scelti nelle urne, e che sono stati imposti ai popoli, schiavi, da dei Burocrati, massoni, tutti i nazisti della LEGA ARABA, che, uccidono, i dhimmi sotto egida ONU.

[ io Unius REI, chiedo alla federazione sportiva e calcistica mondiale, FIFA, di sospedere e multare il Trabzonspor, per i suoi crimini di razzismo e odio, posti in essere sistematicamente, e chiedo e tutte le diplomazie del mondo di protestare contro Ankara! ] fin dove può arrivare, la criminalità di una ideologia islamica? La critica ignorante del fenomeno aberrante delle Crociate, senza un metodo storico, non può comprendere, come senza quella aberrazione, frutto del suo tempo storico, oggi tutto il mondo sarebbe islamico! Perché, questo Islam, assolutamente nazista, politicizzato, intollerante, sharia imperialismo, sia per i terrositi jihadisti, come, sharia imperialismo per i suoi occulti finanziatori: la LEGA ARABA. dimostra che, non è attraverso, la civiltà ma, soltanto attraverso, la violenza che esso può essere fermato. Ma, il tempo, per i maniaci religiosi, del Trabzonspor non passa mai, perché, non esiste il loro il concetto evolutivo del progresso, della storia, cristalizzati come sono in un libro morto pieno di omicidi. Progresso che loro apprezzano solo per avere armi sempre, più sofisticate per uccidere, esseri umani, che, hanno la sola colpa di essere diversi da loro.. perché, questo è dimostrato, gli islamici non hanno la cultura della diversità, e del pluralismo, della libertà di coscienza e di religioe, e questo è un loro diritto, di uccidere schiavi dhimmi sempre, sotto la egida dello ONU. Fin dove, si può spingere quella perversa religione, che, può profanare ogni diritto, logica civile, e la stessa sacralità dello sport, il cui spirito sportivo, è quello di unire, tutti i popoli nella festa, gioia, rispetto, tutti valori fondamentali della fratellanza universale. Europa League, Juventus,Trabzonspor 2,0, Osvaldo e Pogba a segno. Nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League la squadra di Conte supera non senza difficoltà, i turchi grazie alle reti dell'italo-argentino e del francese. Gli ospiti protestano per un gol annullato ad Olcan nella ripresa. [cronaca sportiva] 20 febbraio 2014. Torino. La Juventus vince, in Europa League, nell'andata dei sedicesimi contro i turchi del Trabzonspor. Gol dell'uomo più atteso, Osvaldo e al 95' di Pogba. Ma, la partita non è andata per nulla, nella maniera ideale, quella che sperava Conte. No, nonostante il 2,0, contro, un avversario modesto chiuda verosimilmente, i conti in prospettiva ritorno, giovedì prossimo alle 21 italiane a Trebisonda. Tutto sull'Europa League: entra nella sezione. OSVALDO GOL, Il primo tempo non è granché. Uno Juventus Stadium quasi pieno, certo di più, per dire, della partita contro lo Shakhtar della fase a gironi di Champions della scorsa stagione, si aspettava di più. Ma, i turchi sono quelli che sono: un paio di giocatori di livello (Bosingwa e Zokora) che, il meglio lo hanno dato da un pezzo, e tanti onesti pedalatori. Che si chiudono tutti dietro, intasando gli spazi. La Juve è poco sicura dietro, per le assenze di Chiellini e Barzagli e i tanti errori in disimpegno di Bonucci e soprattutto Ogbonna, e quindi non si arrischia a sbilanciarsi troppo in avanti. Ma quello che conta è il risultato, e se ne occupa l'uomo più atteso, ingaggiato anche e soprattutto per la coppa: al 15' segna Osvaldo. Tevez allarga, la palla sbatte su un avversario, che mette cosi involontariamente in porta l'ex Southampton: il gol sotto le gambe del portiere è facile. Prima rete in bianconero per il nazionale di Prandelli. La Juve non esonda. Brutta la parentesi della seconda frazione di gioco, che, ha visto l'interruzione della gara a causa dello scoppio ripetuto di petardi dal settore ospitante, i festosi e coloratissimi tifosi dl Trabzonspor.
Ecco la rete di OSVALDO:
http://www.goal.com/it/news/171/europa,league/2014/02/20/4634528/allo-juventus-stadium-al,61-va-in-scena-la-bolgia-dei-tifosi,-del-
20/feb/2014 21.45.00 [ questo è il tragico spettacolo del razzismo, della ignoranza, della mancanza di ogni equilibrata visione storica, un miscuglio micidiale di ignoranza fanatismo, odio e razzismo che, porta allo omicidio di massa. Allo formazione del concetto del nemico, alle motivazioni della mentalità della guerra. ] Al 61' minuto di Juventus,Trabzonspor i tifosi tuchi si sono scatenati sugli spalti dello Stadium, con cori e lancio di fumogeni. Il motivo? Ricordano il 1461... Tifosi del Trabzonspor scatenati allo Juventus Stadium. Nonostante la squadra fosse sotto di un goal, al 61' improvvisamente, i supporters turchi presenti a Torino hanno scatenato un'autentica bolgia, intonando, cori e lanciando fumogeni, che, hanno costretto l'arbitro a interrompere per alcuni secondi la partita. A molti tifosi della Juventus sarà sembrato semplicemente un qualcosa di pittoresco, ma non è così. Quello che si è visto allo 'Stadium', infatti, altro non è, che, un rituale, che, i tifosi del Trabzonspor ripetono ad ogni partita della loro squadra. Quando la situazione sembra calma, all'improvviso, al 16' minuto della ripresa, ecco che, puntualmente scatenano un'autentica bolgia. Ma perché, si chiederanno in molti? La ragione è di tipo storico: i tifosi del Trabzonspor, infatti intendono, così ricordare l'anno 1461, quando l'Impero di Trebisonda, custode dell'eredità bizantina, cadde in mano ai Turchi Ottomani, dopo la quarta crociata. Maometto II strinse d'assedio la città, che, cadde il 15 agosto. La presa di Trebisonda segnò la fine dell'Impero Romano d'Oriente, e l'inizio della dominazione ottomana nella penisola anatolica. Chi avrebbe immaginato, che, dietro lo scatenarsi dei tifosi del Trabzonspor, ci fosse una ragione storica così profonda?

[ la grande rapina, biblioteche e requisizioni librarie a Roma in età napoleonica, in una ricerca di andreina rita. In nome dell'odio rivoluzionario gli ordini religiosi soppresi vennero anche saccheggiati. Preludio dello assurdo bombardamento della Abbazia di MONTECASSINO, di cui si temevano, i suoi archivi segreti. Obiettivo vero della distruzione della Abbazia di MONTECASSINO, erano, quei segreti della inquisizione, che, vedono gli ebrei farisei, protagonisti di omicidi ritiuali di bambini cattolici... di infiltrazioni nella gerarchia ecclesiatica, di questi ebrei marrani finti convertiti, di congiure, omicidi. Ecc.. ecc.. tutta una storia che deve andare distrutta, per poter essere liberi di perpetrare ulteriori e più grandi crimini contro il genere umano, la kabalah per soffocare il seme di Abramo, perché, questo Olocausto shoah, oggi contro Israele, è una lotta mortale, nella famiglia, di Abramo, e già prima, tra Caino ed Abele.. tutta la verità della storia che è andata perduta intenzionalmente, dai proprietari SPA della finanza internazionale, gli Illuminati farisei. Oggi, un popolo senza memoria è un popolo senza futuro, ecco come può essere la annuciata shoah, contro Israele, Infatti, ogni Istituzione positiva si può reggere soltanto sul diritto e sulla verità, fondamenti che sono stati scardinati e corrotti dal sistema massonico Bildenberg, perché è dietro la loro struttura, che sono gli usurpatori, i veri padroni, coloro che reggono le sorti della storia, infatti è il denaro il vero potere! Sin, dalla congiura della Rivoluzione Francese, al comunismo, al nazismo, oggi alla Siria, e Ucraina, ecc.. Rivoluzione francese, che è stata condotta, dalla massoneria, così come, oggi viene condotta la rivoluzione ucraina. Una sapiente e collaudata regia di criminali internazionali a cui nessuno riesce a mettere il sale sulla coda! ] La ricostruzione precisa e fedele di un atto di violenza freddamente perpetrato a Roma, fra il 1811 e il 1814, ai danni di famiglie religiose colpevoli solo di essere se stesse. Così Paolo Vian definisce il libro di Andreina Rita. Scrive: "Biblioteche e requisizioni librarie a Roma in età napoleonica". Cronologia e fonti romane (Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 2012, pagine 560, euro 60) nel quale si ricostruiscono i fatti che portarono alle spoliazioni delle biblioteche religiose romane in età napoleonica. Fatti talmente dolorosi da rimanere ancora oggi nelle memorie di molti ordini religiosi come una ferita lacerante, una cesura drammatica ed esiziale in una storia talvolta secolare; eventi così traumatici da originare naturalmente studi e ricerche nella prospettiva di singoli ordini religiosi o di singole fondazioni. Mancava però sino a oggi una veduta d'insieme, una ricostruzione complessiva, anche solo per Roma, di quello che è stato "forse il maggior spostamento librario di tutti i tempi, certamente dell'età moderna". .. a differenza delle opere d'arte, e degli archivi più importanti (testimonianze uniche che per questo furono trasfetiti in Francia). Tutte le biblioteche furono requisite, con la assoluta menzogna, che, sarebbero state messe a disposizione della ugualitaria e e democratica disposizione del pubblico. Nulla era più menzognera, della propaganda rivoluzionaria, che affermava, di squarciare le tenebre dello oscurantismo, per mettere a disposizione di tutti, i frutti della secolare cultura dei preti (che in realtà dsprezzavano), mentre apprezzavano i testi da cui quella cultura sorgeva. Ma, caduto Napoleone, lo smembramento delle biblioteche degli ordini religiosi maschili fu per volere di Pio VII, parzialmente risarcito... per essere nuovamente saccheggiato negli anni sesanta e settanta del XiX secolo ad opera del neonato Stato Italiano (massonico) e delle sue disposizioni di soppresioni religiose ed espropri di conventi, ecc.. tutti saccheggi che sono all'origine della Biblioteca nazionale di Roma. (©L'Osservatore Romano 20 dicembre 2013)

[ tutti i genoci della LEGA ARABA, che, in questo caso si chiamano Seleka, contro, i popoli cristiani inermi, pugnalati da una falsa informazione massonica, sotto la egida dello ONU. ] L'attenzione del mondo sulla crisi nella Repubblica Centroafricana. BANGUI. Nella capitale della Repubblica Centroafricana è giunta Samantha Power, ambasciatore statunitense presso le Nazioni Unite, in una visita a sorpresa volta a sollecitare i leader del Paese a porre fine alle violenze. È la prima volta, che un funzionario americano di alto livello si reca a Bangui dall'inizio della crisi che ha dilaniato il Paese. Belgio e Polonia si sono intanto detti pronti a fornire rinforzi alle truppe francesi ed africane già dispiegate sul terreno: lo ha detto ieri la portavoce del Governo francese, Najat Vallaud,Belkacem, dopo un consiglio dei ministri a Parigi. Sono circa 1.600 i soldati francesi inviati nella Repubblica Centroafricana, al fianco dei 2.500 militari della forza africana. Obiettivo della missione, che ha ricevuto l'avallo dell'Onu, è disarmare i combattenti e riportare ordine e sicurezza in un Paese sprofondato nel caos dopo il colpo di Stato che, nello scorso marzo, ha rovesciato il presidente François Bozizé. BANGUI. Sanguinosi scontri, con sparatorie di armi automatiche e esplosioni di razzi e bombe a mano, sono in atto da ieri nelle vicinanze dell'aeroporto di Bangui, la capitale della Repubblica Centroafricana. Una folla di manifestanti ha attaccato gli acquartieramenti delle forze internazionali, quelle del contingente francese e quelle della Misca, la missione inviata originariamente dai Paesi limitrofi, ma passata da due mesi, per mandato dell'Onu, sotto il comando dell'Unione africana. Anche nei quartieri limitrofi ci sono state scene di panico per gli scontri a fuoco. Fonti locali citate dalla Misna, l'agenzia internazionale delle congregazioni missionarie, hanno riferito ieri di 36 cadaveri portati nell'osp edale comunale, aggiungendo però
che altri sono ancora per le strade poiché i combattimenti continuano e non è stato possibile recuperarli. Due giorni fa, milizie armate avevano attaccato a Damara, circa 75 chilometri a nord di Bangui, truppe del contingente ciadiano della Misca, che stavano scortando civili musulmani oltre frontiera. Le violenze, la cui notizia si è immediatamente propagata nella capitale, avevano contribuito ad alimentare le tensioni, sfociate negli scontri di ieri all'aeroporto e in altre zone della città.

ANALISI STORICA, Aurora [ aurora.altervista.org/46analisi.htm‎ ] Il primo vuole dire rivoluzione dell'amore, l'altro rivoluzione dell'odio, della.... i primi concilii provinciali di Lima e del Messico esclusero dagli ordini religiosi gli indios,... Come sovente avviene nella storia, accanto ai soprusi dei «grandi», anche in AL,.... In pochi anni, vennero soppressi circa 30 tra arcivescovi e sacerdoti,...
[PDF]
totaro, 0213 interno libro, 87° corso AUC, SMALP
www.87smalp.it/.../Totaro%20,%20Luci%20che%20illuminano%20le%20t...
Il XX secolo è ricordato soprattutto per le grandi ideologie che hanno contrassegnato la. Storia, ma anche per i massacri, gli stermini e le guerre che hanno fatto...... rato in seguito venne travolto dall'odio contro ogni sorta di religiosità....... Furono aboliti istituti religiosi, soppressi monasteri, centinaia di frati e monache butta,.
The Project Gutenberg EBook of Storia delle repubbliche italiane dei...
www.gutenberg.org/files/43803/43803,0.txt‎
23/set/2013, Intanto venne nominato un nuovo podestà, e nel susseguente anno,..... Domandò loro in nome della libertà di voler mettere fine... I membri di queste trentasette famiglie furono additati anche nelle leggi col nome di grandi e di magnati;.... seppero dagli altri che questo vecchio religioso dell'ordine di san...

Cristianesimo e libertà hanno la stessa radice. [ i motivi veri della democrazia, contro, le congiure massoniche, in tutte le false democrazie del signoragio bancario, rubato ai popoli da Rothschild Spa. ] Argine contro il relativismo e il fondamentalismo. 14 dicembre 2013. «I cristiani e la libertà religiosa» è il titolo dell'intervento che l'arcivescovo Dominique Mamberti, segretario per Rapporti con gli Stati, ha tenuto venerdì 13 presso la Pontificia Università Urbaniana, nel quadro della Conferenza organizzata dalla Georgetown University di Washington sul tema «Cristianità e libertà: prospettive storiche e contemporanee». Distinti Relatori, Signori e Signore, desidero anzitutto ringraziare il Prof. Thomas Farr, Direttoredell'Interreligious Project della Georgetown University, per il cortese invito che mi ha rivolto ad aprire i lavori di questa mattina con una breve introduzione sul tema centrale della conferenza, ovvero il rapporto tra cristiani e libertà religiosa. Si tratta di un tema importante e complesso, reso ancor più attuale dal contesto storico. globalizzato nel quale viviamo, al quale il Magistero recente ha dedicato particolare attenzione, a partire dalla Dichiarazione Dignitatis humanae del Concilio Vaticano II, fino a giungere all'insegnamento del Santo Padre Francesco, il Quale mi ha incaricato di portarvi il Suo saluto e la Sua Benedizione.
Quando si parla di cristiani e di libertà religiosa è facile essere immediatamente portati a menzionare i casi, fin troppo frequenti, in cui la libertà religiosa viene violata per intolleranza e discriminazione – si pensi al recente caso della giornalista televisiva, rimossa dall'incarico perché indossava al collo una piccola croce – o per le più gravi situazioni di vera e propria persecuzione. Duole purtroppo costatare che in molte parti del mondo, i cristiani sono resi oggetto di violenza, spesso costretti ad abbandonare la loro cultura e le terre che talvolta abitavano da secoli, non di rado perché privati dei loro diritti di cittadinanza, se non addirittura per le minacce all'incolumità fisica.
In questa sede vorrei però andare oltre una mera presentazione casistica, che alla fine non fa altro che addossare la colpa sui responsabili. Certamente «un discepolo non è di più del Maestro» (Mt,10, 24), e i cristiani non possono sperare che sia loro risparmiato nulla di quanto non sia già toccato al Signore stesso (Cfr. Gv 15, 20). Piuttosto, vorrei soffermarmi sulla relazione tra cristianesimo e libertà, anche per sfatare il mito erroneo e datato che il cristianesimo sia nemico della libertà personale e di coscienza e che la sua pretesa veritativa conduca necessariamente alla violenza e alla sopraffazione. Nulla sarebbe meno accurato storicamente di simili affermazioni. Lo dimostra il fatto che il concetto stesso di "diritti umani" è sorto in un contesto cristiano. Pensiamo a quel grande statista che fu san Tommaso Moro, il quale al prezzo della sua stessa vita ha mostrato che i cristiani sono proprio coloro che, illuminati dalla ragione e in virtù della loro libertà di coscienza, rigettano ogni sopraffazione. Il legame tra cristianesimo e libertà è dunque originario e profondo. Esso affonda le proprie radici nell'insegnamento stesso di Cristo, trovando poi in san Paolo uno dei suoi più strenui e geniali promotori. La libertà è intrinseca al cristianesimo, poiché, come dice Paolo, «Cristo ci ha liberati perché restassimo liberi» (Gal 5,1). Naturalmente, qui l'Apostolo si riferisce primariamente alla libertà interiore di cui il cristiano gode, ma tale libertà interiore ha naturalmente anche delle conseguenze sociali. Quest'anno ricorre il mille settecentesimo anniversario dell'Editto di Milano, che segna il coronamento dell'espandersi sociale della libertà interiore affermata da san Paolo. In pari tempo, dal punto di vista storico e culturale, l'Editto segna l'inizio di un cammino che ha caratterizzato la storia europea e del mondo intero e che ha portato lungo i secoli alla definizione dei diritti umani e all'affermazione della libertà religiosa quale «primo dei diritti umani, perché esprime la realtà più fondamentale della persona»[1] e come « cartina di tornasole per verificare il rispetto di tutti gli altri»[2]. Costantino intuì che lo sviluppo dell'Impero dipendeva dalla possibilità per ciascuno di professare liberamente la propria fede. Più ancora che il frutto di un intelligente calcolo politico, l'Editto di Milano fu un grande passo di civiltà. Esso non solo riconobbe un diritto fondamentale, né si limitò a garantire la libertà di culto ai Cristiani, ma anzitutto affermò che la libertà religiosa è un fattore di stabilità civile e di creatività sociale. «Il suo rafforzamento – notava Benedetto XVI – consolida la convivenza, alimenta la speranza in un mondo migliore, crea condizioni propizie per la pace e per lo sviluppo armonioso e, contemporaneamente, stabilisce basi solide sulle quali assicurare i diritti delle generazioni future»[3]. Ciò perché «il diritto alla libertà religiosa, sia nella sua dimensione individuale sia in quella comunitaria, manifesta l'unità della persona umana che è, nel medesimo tempo, cittadino e credente»[4]. La storia mostra che vi è un circolo virtuoso fra l'apertura al trascendente caratteristica dell'animo umano e lo sviluppo sociale. Basti considerare il patrimonio artistico mondiale, e non solo quello di matrice cristiana, per comprendere la bontà di tale nesso. La limitazione della libertà religiosa risulta perciò nociva per la società, come pure per ogni singolo uomo nelle esigenze e aspirazioni più vere che lo costituiscono, quelle che i Medievali chiamavano i trascendentali dell'essere: la verità, la bontà e la bellezza. L'esercizio della libertà religiosa si lega indissolubilmente a queste parole. Infatti, laddove l'uomo non può aprirsi all'Infinito secondo la propria coscienza, la verità cede il passo ad un menzognero relativismo e la giustizia al sopruso dell'ideologia dominante, sia essa atea, agnostica o addirittura connotata religiosamente. A questo punto occorre, però, fugare un equivoco nel quale è facile incorrere, poiché la parola "libertà" può essere interpretata in molti modi. Essa non può essere ridotta al mero libero arbitrio, né intesa negativamente quale assenza di legami, come purtroppo accade nella cultura di oggigiorno. Al riguardo, è bene rammentare le parole di Benedetto XVI: «Una libertà nemica o indifferente verso Dio finisce col negare se stessa e non garantisce il pieno rispetto dell'altro. Una volontà che si crede radicalmente incapace di ricercare la verità e il bene non ha ragioni oggettive né motivi per agire, se non quelli imposti dai suoi interessi momentanei e contingenti, non ha una 'identità' da custodire e costruire attraverso scelte veramente libere e consapevoli. Non può dunque reclamare il rispetto da parte di altre 'volontà', anch'esse sganciate dal proprio essere più profondo, che quindi possono far valere altre 'ragioni' o addirittura nessuna 'ragione'»[5]. Conseguentemente, il corretto esercizio della libertà religiosa non può prescindere dalla mutua interazione di ragione e fede, che assicura una corrispondenza fra il "ruolo correttivo della religione nei confronti della ragione" e il ruolo «purificatore e strutturante della ragione all'interno della religione»[6]. Ciò costituisce allo stesso tempo l'argine contro il relativismo, come pure contro quelle forme di fondamentalismo religioso, che vedono, esattamente come il relativismo, nella libertà religiosa una minaccia per la propria affermazione ideologica.
Quando il Concilio Vaticano II ha affermato il principio della libertà religiosa non ha proposto una dottrina nuova. Al contrario, ha ribadito una comune esperienza umana, ossia che «tutti (…), in quanto persone, dotate cioè di ragione e di libera volontà e perciò investiti di personale responsabilità, sono dalla loro stessa natura (…) tenuti a cercare la verità»[7]. Allo stesso tempo ha riaffermato un principio antico, ovvero che «gli esseri umani devono essere immuni dalla coercizione da parte (…) di qualsivoglia potere»[8]. Tale è dunque la radice della libertà religiosa. Ed è anche per questa ragione che essa costituisce un "problema" nei dibattiti internazionali, dove è frequentemente ridotta all'analisi di singole casistiche contingenti, piuttosto che essere trattata alla pari delle altre libertà fondamentali. Implicito in tale approccio vi è il rifiuto deliberato di riconoscere ogni possibile pretesa veritativa nell'esistenza umana. Sia tale rifiuto di matrice relativista o fondamentalista poco importa, poiché entrambi sono contraddistinte da un comune denominatore: la paura, che sorge dall'iniquità che ottenebra il bene (Cfr. Sap 4, 11,12) e corrompe il cuore. Come ho menzionato pocanzi, la visione cristiana è radicalmente diversa. Essa non è dominata dalla paura, bensì dalla gioia della verità che rende liberi (cfr. Gv 8, 32). È nella verità vista non tanto quanto assoluto che già possediamo, quanto piuttosto come possibile oggetto di conoscenza razionale e relazionale[9] che troviamo la possibilità di un sano esercizio della libertà. Ed è proprio in tale nesso che troviamo l'autentica dignità della persona umana.
Distinti Relatori, Signori e Signore, in questi giorni avrete modo di riflettere approfonditamente sul problema del nesso tra la libertà religiosa e il cristianesimo. Il mio desiderio era quello di fornire una cornice dentro la quale collocare il vostro percorso, che confido contribuirà in qualche modo a stimolare una più viva coscienza dell'importante ruolo sociale della religione, nella prospettiva di quello "spirito costantiniano", il quale ha permesso l'insorgere di quella consapevolezza della dignità della persona che è ormai patrimonio comune dell'umanità.
=============

Nuovi attacchi sferrati da Boko Haram in Nigeria. ABUJA. Un nuovo attacco del gruppo di matrice fondamentalista islamica Boko Haram, sferrato, anche da attentatori suicidi, ha investito ieri la città di Bama, nello Stato nord,orientale nigeriano, del Borno. Secondo le autorità locali i morti sarebbero almeno sessanta. Fonti militari affermano, che le truppe dispiegate in città hanno ucciso diversi assalitori, ma, non ne forniscono il numero. Secondo tali fonti, i miliziani di Boko Haram avrebbero usato bombe, attaccando anche i blindati governativi, e incendiato numerose abitazioni. Attentatori suicidi si sarebbero fatti esplodere all'ingresso del palazzo dell'emiro di Boma. Ventiquattr'ore prima, il portavoce presidenziale Doyin Okupe, aveva annunciato rilevanti successi dell'esercito nell'operazione contro Boko Haram avviata da quasi un anno in tre Stati nigeriani, appunto il Borno, lo Yobe e l'Asamawa, dove è in vigore lo stato d'assedio proclamato lo scorso maggio dal presidente Goodluck Jonathan. Secondo Okupe, i militari nel nord «dominano la situazione». Il Governatore di Borno, Kashim Shettima, però ha chiesto rinforzi, avvertendo che i miliziani di Boko Haram «sono meglio armati e più motivati delle forze di sicurezza»

tutto il delirio islamico minuto per minuto sotto la egida dello ONU, e del suo consiglio interno i maniaci della LEGA ARABA. Sterminata una famiglia, a Falluja. AGHDAD. Ancora sangue in Iraq. Ieri una famiglia di sei persone, genitori e quattro figli, è stata sterminata quando un razzo è caduto sulla loro casa nei pressi di Falluja. La città si trova nella provincia occidentale di Al Anbar, dall'inizio dell'anno teatro di una vasta offensiva di gruppi estremisti sunniti che si oppongono al Governo guidato dal primo ministro, lo sciita Nouri Al Maliki. In particolare sono i guerriglieri dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante, (Isis), affiliato ad Al Qaeda, a impegnare da settimane le forze, governative in combattimenti che hanno causato finora un pesante bilancio di vittime. Le unità locali hanno riconquistato negli ultimi giorni varie località situate nell'area che erano finite nelle mani degli insorti, tra le quali il capoluogo della provincia, Ramadi. Parte della città di Falluja, invece, resta ancora sotto il controllo dei guerriglieri qaedisti. Le continue violenze in Iraq, legate anche alla recrudescenza della rivalità fra sciiti e sunniti, stanno portando il Paese verso una situazione sempre più critica: si stima che dall'inizio del 2014 le vittime di attentati e imboscate siano più di 1.450

Preoccupazione del segretario generale dell'Onu per le violazioni dei diritti umani nel Paese asiatico Ban Kimoon e la Corea del Nord. e gravissime violazioni dei diritti umani da parte del
regime comunista di Pyongyang denunciate in un rapporto commissionato dalle Nazioni Unite devono «accrescere la consapevolezza della comunità internazionale» sulla situzione nel Paese. È l'auspicio del segretario generale dell'Onu, Ban Kimoon, che si è detto «seriamente preoccupato» per la situazione in Corea del Nord. Il riferimento è al rapporto commissionato dal Consiglio diritti umani delle Nazioni Unite che ha denunciato «soprusi sistematici» nei confronti di un popolo ridotto in schiavitù e alla fame. «È necessario, ha dichiarato Ban Kimoon, che le autorità nordcoreane si impegnino con la comunità internazionale per migliorare la situazione dei diritti umani e le condizioni di vita del popolo.

In Ucraina serve saggezza. KIEV. È unanime da parte dei leader religiosi la condanna della
violenza che sta insanguinando le strade della capitale ucraina. All'appello rivolto da Papa Francesco durante l'ultima udienza generale in piazza San Pietro, perché « cessi ogni azione violenta» e le parti in causa si adoperino nel «cercare la concordia e la pace», hanno fatto eco gli interventi dei rappresentanti delle Chiese cristiane presenti nel Paese: dai greco,cattolici agli ortodossi legati al patriarcato di Mosca, agli ortodossi del patriarcato di Kiev. Una ferma condanna è arrivata anche dal Consiglio delle Chiese e delle organizzazioni religiose ucraine, che in una dichiarazione ha esortato le parti a una posizione di «giustizia e saggezza» per «fermare il conflitto fratricida». Dal Consiglio anche la richiesta di un immediato cessate il fuoco, la ripresa dei negoziati e la sottolineatura dell'importanza dell'unità spirituale del popolo ucraino: «Chiediamo a tutti i fedeli di continuare le preghiere per l'Ucraina, la sua pace, l'unità e l'indipendenza. Nell'unità è il potere del popolo». Un appello perché sia fermato lo spargimento di sangue e la richiesta a tutte le chiese del Paese di suonare le campane in un momento in cui è forte il pericolo di un vero e proprio «fratricidio» è stato lanciato dall'arcivescovo maggiore di KyivHalyč, Sviatoslav Shevchuk, capo del sinodo della Chiesa greco cattolica ucraina, da sempre impegnato con i suoi sacerdoti a fianco dei manifestanti di Maidan: «Con grande rammarico devo dire che gli appelli delle Chiese affinché fosse impedito lo spargimento di sangue e fosse trovata una soluzione pacifica al conflitto, non sono stati ascoltati. In nome di Dio condanno ogni violenza, ogni violazione dei diritti umani e della volontà del popolo. Vorrei ricordare con forza che chi ha potere ha anche la piena responsabilità per quanto sta accadendo nel Paese. Mi appello a ciascuno perché sia fermato immediatamente lo spargimento di sangue. Chiedo a tutti i figli della Chiesa di digiunare, pregare ed esprimere solidarietà alle vittime. In questo momento in cui l'Ucraina vive il pericolo di un fratricidio, lasciate che tutte le campane delle chiese suonino». La minaccia «sempre più reale», della «guerra civile» e del «collasso economico» è richiamata nell'appello diffuso dal metropolita Anthony (Pakanych) della Chiesa ortodossa russa, che ha rinnovato l'invito, lanciato fin dall'inizio della crisi politica, a «interrompere immediatamente la violenza e riprendere il dialogo». Anche per Filarete, capo della Chiesa ortodossa ucraina, patriarcato di Kiev, che ha richiamato alle proprie responsabilità soprattutto il presidente Viktor Ianukovich, occorre «fermare subito la violenza». La Conferenza delle Chiese europee si dice «seriamente preoccupata» per l'escalation del conflitto, «condanna fermamente le uccisioni» e si appella «a tutte le parti» in vista di una «soluzione pacifica»
===================
in Myanmar i cittadini dovranno specificare religione ed etnia di appartenenza. Troppi rischi in quel censimento NAYPYIDAW. L'obbligo per ogni cittadino di specificare religione ed
etnia di appartenenza potrebbe essere un'operazione rischiosa, in considerazione soprattutto delle recenti violenze contro la popolazione musulmana del Paese e specialmente verso la minoranza di etnia Rohingya. È quanto sostiene l'Internatio, nal crisis group (Icg), organismo con sedi in tutto il mondo, in un rapporto sul nuovo censimento nazionale che il Governo del Myanmar sta preparando e che si prevede sarà avviato il 30 marzo. Come riferisce l'agenzia Fides (alla quale è stato inviato il rapporto), diversi gruppi della società civile e delle minoranze etniche e religiose hanno
sollevato forti preoccupazioni poiché il censimento potrebbe infiammare ulteriormente il nazionalismo più violento e acuire l'esclusione dei gruppi minoritari. L'Icg si concentra in particolare sull'obbligo, richiesto dal censimento a ogni cittadino birmano, di specificare religione ed etnia di appartenenza. I problemi sono molteplici e riguardano tutti i gruppi etnici del Paese: 135 quelli riconosciuti ufficialmente. Il censimento, infatti, dovrebbe condizionare anche il criterio della rappresentanza politica, consentendo solo ai gruppi che raggiungono una certa soglia numerica
di avere rappresentanti nelle amministrazioni locali o provinciali. Le minoranze etniche temono che, se le loro comunità saranno classificate erroneamente, possa essere negata loro la rappresentanza politica. Inoltre non vi è alcuna possibilità di segnalare un'etnia "mista" ( per i nati da genitori di etnie diverse ) e ci si chiede se ai Rohingya sarà permesso di definire se stessi come "Rohingya". Secondo gli osservatori, il censimento potrebbe alimentare il sentimento antimusulmano esistente.
«Attualmente, spiega il rapporto, è opinione diffusa che il 4 per cento della popolazione del Myanmar sia musulmana, un dato rilevato nel 1983. Tuttavia ci sono forti indizi che la cifra reale sia oggi oltre il 10 per cento». I risultati del censimento potrebbero quindi essere, strumentalizzati dai gruppi nazionalisti per indicare il triplicarsi della popolazione musulmana nel Paese negli ultimi trent'anni (il precedente censimento risale al 1980), costituendo la base per una "chiamata alle armi' dei movimenti estremisti. Alcune criticità, segnala l'International crisis group, riguardano anche i cristiani negli Stati di Chin e di Kachin. Ad alcuni battisti che, chiedevano di iscriversi nelle liste utili al censimento è stato chiesto di convertirsi al buddismo per poter registrare la loro famiglia. L'acquisizione di informazioni potrebbe essere usata come "arma di ricatto" per decidere «chi sia o non sia un vero birmano, sulla base di religione ed etnia». Per questo organizzazioni e movimenti della società civile chiedono che il censimento sia sospeso, e che il Governo rimuova la domanda sull'etnia e sulla religione, per non infiammare una situazione già tesa. I gruppi chiedono che la consultazione venga condotta «secondo gli standard internazionali». Recentemente l'arcivescovo di Yangon, Charles Maung Bo, parlando del nuovo vescovo di Hakha, Lucius Hre Kung, ha detto che egli avrà la cura pastorale della popolazione delle minoranza etnica Chin, a cui egli stesso appartiene, fatto che rappresenta «un segno di unità per la Chiesa e per l'intera nazione». In tal senso, «la Chiesa cattolica abbraccia tutte le tribù e le etnie presenti in Myanmar: Chin, Kachin, Kayah, Shan, Bamar, e altre, promuovendo armonia nella comunità cristiana e in tutto il Paese»

dove sono finiti tutti i monasteri tutte le chiese e tutti i cristiani del Kosovo? Tutte persone innocenti sterminati, sotto il più becere genocidio firmato ONU, USA, UE, NATO, LEGA ARABA.. [ questo è l'assordante silenzio della storia! ] L'OSSERVATORE ROMANO. venerdì 21 febbraio 2014. pagina 7. La ricostruzione della cattedrale ortodossa minata e fatta esplodere nel 1992. Tornerà come prima. da Mostar PAOLO GIOvaNNELLI. Le volte non ci sono, il campanile e le cinque cupole vanno immaginati. Alzi lo sguardo: c'è solo il cielo azzurro. Dal centro della navata principale, guardi ai lati: i muri sono grezzi, alzati in parte. Niente massetto, si cammina sulla terra e qualche filo d'erba. Quando sarà finita verrà identica, così come il famoso ponte simbolo di Mostar, voluto esattamente, uguale a prima della barbarie. La monumentale cattedrale ortodossa di Mostar, dedicata alla Santa Trinità, è stato uno dei simboli della città: le fondazioni dell'edificio, già posate, misurano 26 metri per 45, la cupola più alta si eleverà ancora una volta fino ai trenta metri e il campanile raggiungerà i quarantacinque, calcolati alla sommità della croce. «Era il luogo di culto più importante dell'intera Bosnia ed Erzegovina e tornerà a essere un punto di riferimento per tutti i fedeli dei Balcani», dicono i padri che adesso celebrano nella piccola chiesa dedicata alla Natività della Vergine Maria, posizionata ancora più in collina sopra il quartiere di Brankovac e abbracciata dallo storico cimitero cristianoortodosso di Bjelušine. La presenza degli ortodossi a Mostar è testimoniata proprio da quest'ultimo edificio, la chiesa costruita nel 1833: al suo interno, è possibile ammirare l'icona della Vergine Maria e un'iconostasi di legno con varie icone russe, veneziane e locali, datate tra il XV e il XVIII secolo. La guerra nella ex Jugoslavia è stata disastrosa anche per la Chiesa ortodossa: alcune stime, fornite dagli stessi ortodossi, riportano, che almeno centocinquantaquattro loro chiese, nel territorio della Bosnia e Erzegovina e della Croazia sono state distrutte tra il 1991 e il 1993 e altre settantacinque pesantemente danneggiate nei combattimenti. La ricostruzione della cattedrale della Santa Trinità (minata e fatta esplodere dall'alleanza croato,musulmana nel giugno 1992) inizia nel 2010 con la chiusura del cratere prodotto dalla deflagrazione e la rimozione delle macerie. Nel 2011 il vescovo ortodosso torna a Mostar: i lavori subiscono un'immediata accelerazione, sostenuti a livello economico dal ministero, della Cultura della Bosnia ed Erzegovina. L'opera è costosa: si stima che, per la sola struttura, occorrano fra i 4 e i 5 milioni di euro; quando la chiesa sarà tornata al suo antico splendore, ne saranno stati spesi oltre 10. L'edificio, di stile neobizantino, è parte di un complesso architettonico comprendente il palazzo del metropolita (del 1910), la chiesa dedicata alla Vergine (1833), una scuola (1856), alcune abitazioni e il cimitero. Fu costruito fra gli anni 1863 e 1873, grazie ai fondi raccolti fra la popolazione serba che viveva a Mostar e nei dintorni della città; all'epoca, un grande contributo economico fu inviato dal sultano ottomano Abdul Aziz e altre somme, di una certa rilevanza, giunsero dalla Russia. Oggi, per ricostruire la cattedrale, la Chiesa ortodossa serba chiede contributi all'estero e alla popolazione di Mostar: piccole donazioni di cittadini privati arrivano anche da mostarini cattolici e musulmani. In origine, nel 1863, il progetto era stato affidato a due architetti: prima all'erzegovese Spasoje Vulić e poi al bulgaro macedone Andrej Damjanov, quest'ultimo noto nei Balcani per aver realizzato la chiesa ortodossa di Sarajevo (1863,1868). Nel corso della guerra, quando le truppe serbe si ritirarono dalle alture circostanti Mostar dopo mesi di bombarda, menti, nel giugno 1992 la cattedrale fu saccheggiata, data alle fiamme, minata e fatta esplodere. «Nella mia mente rivivevo la distruzione della città, passo dopo passo», ricorda un architetto di parte musulmana testimone di quei giorni terribili, «rileggendo la bozza di un mio articolo per un libro sullo stato dei monumenti e delle abitazioni dopo l'attacco. Quando la chiesa ortodossa fu ridotta a un cumulo di macerie, l'esplosione fu così violenta che i vetri delle mie camere si infransero. La casa vibrò. Dalla collina vidi una colonna di fumo e polvere levarsi in cielo: quando capii cosa era successo, scoppiai in lacrime». Lo splendido edificio e gran parte del suo importante patrimonio artistico erano perduti per sempre: l'altare delle 44 icone, i quadri a olio, gli intarsi impreziositi d'oro e i mirabili scranni per il metropolita e i sacerdoti. Oggi, però, c'è chi racconta che alcuni fra coloro che razziarono la chiesa abbiano restituito diverse icone sacre ai preti ortodossi, con l'inizio dei lavori di recupero. L'attuale parroco degli ortodossi è padre Radivoje Krulj. Dall'altare spiega ai suoi fede, li che la distruzione della cattedrale ortodossa di Mostar «è, in primo luogo, colpa di noi stessi, poiché non abbiamo curato la nostra chiesa con quell'amore di cui essa aveva bisogno». Padre Krulj, che invita i serbi a tornare, parla di amore per il prossimo, di tolleranza e di rispetto per gli altri, ma non è semplice per diversi fedeli fare proprie le sue parole, fermi al pesante ricordo degli anni dell'odio e della pulizia etnica. Il lavoro da fare è tanto: sia per la chiesa da ricostruire materialmente, sia per quella "dei cuori", opera ben più complicata. Come non è semplice, nonostante siano trascorsi quasi venti anni dalla pace di Dayton, velocizzare il rientro dei serbi nelle loro proprietà (prima della guerra erano circa, 25.000, oggi meno di 8.000, periferie comprese). Come è accaduto ai croati e ai bosniaci, i serbi fuggiti all'estero si sono rifatti una vita: hanno trovato nuovi lavori, nuove scuole, nuove opportunità che adesso non vogliono lasciare. Molte case dei serbi, quelle invendu, te, sparse nelle zone più belle e centrali della città, sono ancora oggi degli scheletri bruciati: "Non avvicinarsi: edificio in rovina", recitano malinconici cartelli. Qualcuno rientra, ma il processo è lento. Sembra quasi che vada allo stesso ritmo con cui i muratori mettono una pietra sopra l'altra e i padri ortodossi cercano sostegno economico, in giro per il mondo, per ricostruire la cattedrale della Santa Trinità a Mostar.
==========================
Siamo stufi di vedere un Occidente massonico delle false democrazie per il signoraggio bancario, che sostiene ogni forma di terrorismo e complotto violento contro le Istituzioni legalmente costituite, perché è questo il complotto bildenberg che distruggerà, Israele, infatti le guerre si vincono prima sul piano della giustizia, mentre tutta la stampa, e la politica, Occidentale sono una totale menzogna. Per avere consumato il crimine di alto tradimento e di steminio di popoli ormai trasformati in schiavi di un uomo soltanto Rothschild Spa, FMI, Banca Mondiale. I manifestanti ucraini hanno sparato contro i poliziotti vicino al Parlamento a Kiev. Lo riferisce la stessa polizia. Un pullman con dentro una sessantina di giovani soldati del ministero dell'Interno, per lo più ragazzi di 18,20 anni, è stato preso d'assalto da un gruppo di manifestanti nel centro di Kiev, in via Khmelnitski. Lo ha constatato l'ANSA. Il bus è stato presto circondato da centinaia di persone: tra la folla c'era chi voleva picchiare i soldati e farli prigionieri e chi voleva lasciarli andare per via della loro giovane età. Due insorti minacciavano con delle asce i ragazzi dentro il pullman, alcuni dei quali erano in lacrime. Alla fine, in difesa dei poliziotti sono intervenuti il miliardario e deputato dell'opposizione Petro Poroshenko, la cantante Ruslana e due preti. I giovani sono stati lasciati scendere dal bus e sono stati scortati da una catena umana di manifestanti per un paio di chilometri, fino a un altro pullman del ministero dell'Interno sul quale sono potuti andar via. Dopo il fallimento della tregua il centro di Kiev si trasforma in un sanguinoso campo di battaglia Ucraina in fiamme. Nonostante il cancelliere tedesco, Angela Merkel, abbia telefonato ieri al presidente russo, Vladimir Putin, invitandolo a collaborare per evitare, l'aggravarsi della situazione in Ucraina, Mosca sembra muoversi su posizioni distanti da quelle europee. «Collaboreremo solo con un Governo legittimo» ha dichiarato oggi il primo ministro russo, Dmitri Medvedev. «Bisogna che i nostri partner abbiano autorità, che il potere in Ucraina sia legittimo ed efficace, ha aggiunto, e che non venga calpestato come uno zerbino». La Russia, ha inoltre spiegato il portavoce del presidente Putin, non cancellerà la seconda tranche di aiuti economici all'Ucraina, ma prima deve tornare la normalità» [ Il punto. (di Alessandro Logroscino) Scorre il sangue e sibilano le pallottole dei cecchini a Kiev, mentre l'Ucraina sprofonda nel baratro della guerra civile. Uno scenario paventato da giorni, ma che i passi delle cancellerie stentano ad arginare sullo sfondo di un confronto fra Mosca e occidentali che si fa rovente a un passo dai confini russi. La tregua annunciata ieri sera dal presidente Viktor Ianukovich, a dispetto del fumo e delle fiamme che ancora si levavano da Maidan (la Piazza dell'Indipendenza simbolo delle proteste antigovernative di questi mesi), non ha retto che poche ore. La capitale ucraina fin dal mattino è ripiombata nel caos e il fuoco incrociato di pistole e armi automatiche ha lasciato sul terreno decine di morti: "cento", secondo la stima di Sviatoslav Khanenko, deputato del partito nazionalista Svoboda e responsabile dei servizi medici della piazza; 64 (inclusi quelli degli ultimi due giorni), secondo il dipartimento di Sanità del Comune di Kiev. I feriti si calcolano invece a centinaia e almeno 67 poliziotti, stando al ministero dell'Interno, risultano essere in ostaggio nelle mani degli insorti. Non è chiaro chi abbia dato fuoco alle polveri. I dimostranti accusano le forze di sicurezza di aver violato platealmente il cessate il fuoco tentando un nuovo assalto alle barricate di Maidan. E bollano come agenti o come "provocatori" i cecchini visti sparare dai tetti circostanti. Guerra a Kiev, 100 morti, verso accordo Ue, Russia. Biden avverte Ianukovich: pronte le sanzioni Usa contro chi si è macchiato di violenze, 21 febbraio, 10:22. Il governo ammette da parte sua per la prima volta l'uso di proiettili veri da parte degli agenti, ma parla di "legittima difesa" e punta il dito contro gli "estremisti" della piazza: a cominciare dai bellicosi attivisti di estrema destra di 'Pravi Sektor', che fin da subito avevano rigettato ogni tregua. Il sindaco di Kiev però denuncia il "bagno di sangue" e abbandona il partito di Ianukovich. Di certo c'è che decine di persone sono state colpite da pallottole, con tiri spesso mirati a testa e gola, come nel caso di Olesya Zhukovskaya, la giovane infermiera che dopo essere stata ferita ha twittato al mondo il suo j'accuse: "Io muoio". Ma, altrettanto certo è il fatto che lo zoccolo duro della piazza è parso come minimo pronto alla battaglia: tanto da riprendere rapidamente il controllo di Maidan, di costringere a una precipitosa evacuazione d'emergenza del palazzo del governo e della sede del parlamento, da rioccupare a tamburo battente edifici ministeriali e amministrativi nel cuore della capitale. Alcuni Paesi come Danimarca e Olanda hanno suggerito misure anche contro gli oppositori più radicali, ma alla fine l'Europa ha puntato il dito contro Ianukovich, accusato dalla pasionaria Iulia Timoshenko di "strage", come "primo responsabile". E se gli Usa (che hanno già compilato una lista nera di una ventina di alti funzionari di Kiev) e la Nato si mostrano "indignati" con le autorità, intimando a Ianukovich di ritirare la forze di sicurezza dai luoghi della rivolta, la Russia replica imputando le violenze agli ultrà dell'opposizione e accusando l'occidente di sobillare la piazza. Non solo: il premier Dmitri Medvedev lancia un avvertimento di segno opposto in direzione dei traballanti palazzi del potere di Kiev, avvertendo che Mosca non intende collaborare (nè sbloccare i 15 miliardi di dollari promessi per rianimare l'agonizzante economia ucraina) con un governo "zerbino", ma solo con autorità "legittime", "efficaci" e in grado di difendere "gli interessi dello Stato". Mentre il ministro degli Esteri, Serghiei Lavrov, liquida come "ricatti" le minacce di sanzioni euro-americane. Il pericolo, se il confronto geopolitico non si attenua, è che l'Ucraina, attraversata da innumerevoli spaccature interne, possa andare incontro a uno scenario di disgregazione balcanica. Intere città dell'appendice occidentale della Galizia, a forte impronta antirussa e nazionalista, sono già in mano alla protesta. Mentre a sud-est la Crimea, regione russofona del Paese, storicamente estranea alla nazione ucraina, per bocca dello speaker del parlamento locale avverte: "C'è la concreta possibilità che il Paese finisca a pezzi. Le cose stanno conducendo a questo sbocco".

Pakistan: Musharraf, respinto ricorso. Ex presidente voleva essere processato da Corte militare. e questo è sicuro, i maniaci religiosi talebani salafiti, ottomani wahhabiti, Boko Aram, LEGA ARABA, sotto egida ONU, loro sono peggiori di un tribunale militare!

"Avverto due sensazioni fra di loro contrastanti: da una parte la gioia insaziabile, di ascoltare qualunque cosa, delle meravigliose gesta di Gesù, dall'altra, una sorta di nostalgico dolore, quasi come se, Gesù lo avessero crocifisso ieri sera, e io non avessi fatto in tempo, ad incontrarlo prima." [a colloqui con Adrino Celentano, p.30 attalità. Sfsanfrancesco 2/2014] sanfrancesco.org



Nuovo commento sul tuo video
http://www.youtube.com/watch?v=mvSUlicaJUc&google_comment_id=z13igzliclighjsd022uj3kblrbmtffuy&google_view_type#gpluscomments
carameloxx
And oh yeah as I was saying that the jews are not the real natives from israel,
for that is not the land of Judah, were the jews came to be in the devided kingdom and the arabs are also not natives to the land israel
or the promise land from god for that arabs are from arabia and islam came from arabia....
just as latin was spread into different langueges the same thing happen to the first real way of god from israel
where man had made religions out of it such as judisim, islam and chotolism. ....
we all believe in the same god the real god which is the god of ISRAEL....
why fight? Because man had made a systems for control.,
and my friend I will tell you that god and his angels are deep out into space.......
israek should be for everyone all sons of god not for a battleground.
magic and the way you learn bout spirituality
do se NOT EXIST AT ALL...DONT BE A FOOL JUST SAYING
GOD BLESS AND PLEASE BE RIGHTIOUS.

[answer] friend, I do not fight, I will defend myself only! [answer] amico, io non combatto, io mi difendo soltanto!