culto legalizzato OGM satana

preso atto che Satana e tutti i demoni dell'inferno non potrebbero mai vincermi. ] [ * 1. Sia i sacerdoti di satana, che vogliono onestamente, uscire dal Regno di Satana, per entrare nel Regno di ISRAELE, sia, coloro che, * 2. vogliono dissimulare una conversione, per poter sfruttare la mia struttura mondiale, tra 50 anni, e per ricolonizzare per satana quel NWO che loro hanno ottenuto da me senza realizzare una troppo pericolosa guerra mondiale nucleare, quindi, TUTTI HANNO BUONI MOTIVI, PER ENTRARE NEL MIO REGNO UNIVERSALE DELLA FRATELLANZA UNIVERSALE.. anche perché, noi non possiamo vietare alle future generazioni di potersi anche loro cimentare in questa sfida mortale tra il bene ed il male nella loro vita!

MOLTI MI STANNO CHIEDENDO QUALE È LA MIA IDENTITÀ INTERIORE! Io credo che, il Regno Celeste di Dio JHWH HOLY, non abbia una identità di appartenenza, tipo terrestre appartenenza (noi siamo una sola famiglia fondata sull'amore di Dio), certo la mia identità: non è religione e non è ideologia. MA CIRCA GLI EFFETTI POLITICI del mio ministero universale: "io non posso non inginocchiarmi, di fronte alla ricerca eroica della virtù, in chiunque, sia espressa e presente questa fame e sete di giustizia!"


da questa prospettiva politica universale, della storia del genere umano: nella fratellanza universale, noi possiamo affermare senza timore di essere smentiti, che l'Arameo errante ABRAMO, a buon diritto può essere ritenuto il prototipo di uomo: onesto, virtuoso, compassionevole, giusto, il vero modello per tutto il genere umano: di lui è detto: "è lui il padre di tutti i popoli della terra!" QUESTO È ANCHE IL VERO SIGNIFICATO DELLA PAROLA ISLAM!

IDEOLOGIA GENDER E IMMIGRAZIONE ISLAMICA, LA FRANTUMAZIONE E EUGENETICA DELLA SOCIETÀ OCCIDENTALE PATRIARCALE, COSPIRAZIONE MASSONICA DELLA TECNOFINANZA INTERNAZIONALE SPA BANCHE CENTRALI, CONTRO I POPOLI EUROPEI! Dis-Integrazione: in Italia troppo poche le ‘coppie miste’ gennaio 30, 2014 ITALIA ULTIMA TRA I PAESI EUROPEI OCCIDENTALI E SOLO AL 22° POSTO NELLA CLASSIFICA UE DELLE COPPIE MISTE. L`Eurispes, nel Rapporto Italia 2014, in realtà numeri copincollati da fonti ufficiali, il nostro Paese è in ‘grave’ ritardo nella strada dell’integrazione, tanto da essere al 22esimo posto nella classifica europea per diffusione di matrimoni misti.
In testa alla graduatoria si trovano Svizzera (21%), Lettonia (20,7%) e Lussemburgo (18,2%), agli ultimi posti si collocano paesi dove l’immigrazione non esiste, e quindi non fanno testo, come Polonia (1,3%), Bulgaria (0,4%) e Romania (0,1%). L’Italia è quindi ultima – beati gli ultimi in questo caso – tra i paesi della Ue quanto a quel fenomeno disgregatore della società dei matrimoni misti, con il 5,1%. E c’è da notare che, a differenza dell’Italia, per gli altri paesi, dove vige il famigerato Ius Soli e dove l’immigrazione è un fenomeno non recente, i numeri sono sottostimati, non tenendo conto dei matrimoni con i ‘nuovi cittadini’. L’Italia è un una posizione migliore anche alla Spagna (5,4%).
Si nota anche, come quelle delle coppie miste siano “unioni instabili”. Nel 2011 in Italia 7.144 separazioni e 4.213 divorzi hanno riguardato la fine del legame matrimoniale di coppie miste.
Nel giro di cinque anni si è evidenziato un forte aumento soprattutto per quanto riguarda la fine di matrimoni misti a causa di separazioni (+31,2%) e divorzi (+44%). Praticamente, l’aumento di separazioni e divorzi ‘misti’, è quasi totalmente responsabile dell`incremento generale che si registra per il totale delle separazioni e dei divorzi, che è inferiore al 10%. Le coppie miste durano 5 anni in meno di quelle normali.
Leggendo questi dati, è evidente di come la presenza degli immigrati sia un fattore di instabilità e di disgregazione sociale. Un Paese dovrebbe fare di tutto, per sfavorire delle unioni che rendono la società instabile. Invece, i media e il Potere propagandano proprio questo tipo di unioni, perché?
Perché una società disgregata e instabile è proprio quello che vogliono. Per comandarla meglio. L’immigrazione è tutta funzione di questo obiettivo.
http://voxnews.info/2014/01/30/dis-integrazione-in-italia-troppo-poche-le-coppie-miste/

“Crescere in una coppia gay mi ha rovinato la vita”. aprile 2, 2015. Questi sono stralci dalla drammatica testimonianza dell’attrice inglese Hetty Baynes Russel, il primo caso di figlia cresciuta in una coppia omosessuale, due lesbiche, senza padre. La donna ha voluto dire la sua, dopo le polemiche degli ultimi tempi sulle adozioni gay: Durante la mia infanzia era un rituale mattutino. Il risveglio, andare in camera da letto dei miei genitori e saltare sul letto tra le lenzuola per una tazza di tè e alcune coccole.
Come un bambino Hetty Baynes Russell (età nella foto 6) viveva con la madre, Margot e amante di sua madre, Maria, Sono stata fortunata a conoscere tanto affetto. Mentre alcuni dei miei amici avevano difficoltà a creare un legame con le loro famiglie, per me questa intimità era scontata. Per me era un comportamento del tutto normale. Poi, un giorno, sul letto dalla mia bella mamma non c’era più mio padre, ma Maria, l’amante lesbica di mia madre – una figura formidabile e spesso spaventosa che era il ‘padrone di casa’.
Era il 1950, allora era una situazione scandalosa. Oggi la presenza dell’omosessualità è accettata, e io ho amici omosessuali, per me non è un problema.
Ma altra cosa è crescere senza padre (o madre). Lungi dall’essere un sano stato di cose, sono stata attirata in una distruttiva battaglia per l’affetto di mia madre con un’altra donna, mentre ero costretta a guardare impotente mentre mio padre veniva ‘evirato’ ed eliminato dalla nostra vita – era contemporaneamente dannoso e confuso.
È per questo che, quando prendo in mano i giornali per leggere di coppie gay, e leggo che la maternità “è migliore con due madri o due padri” il mio cuore affonda. Queste parole avrebbero potuto uscire dalle bocche di una delle mie “due madri.
Adoravo mio padre, lo aspettavo sulla porta ogni venerdì, anelando per il suono della sua auto. Poi è sparito dalla mia vita, sostituito. Mi hanno portata via da lui a nove anni.
Maria, l’altra mia ‘madre’ ci descriveva come ‘noi tre’. Si tenevano per mano, si baciavano sulle labbra e si comportavano proprio come marito e moglie. Quando, confusa, ho chiesto da dove ero venuta, mia madre mi ha detto: ‘Dio e mamma ti hanno fatta’.
Papà è stato eliminato dalla storia, in questo come in tutte le questioni. Gli uomini, in generale, mi venivano descritti come inutili, specialmente nel contesto familiare.
Se tu mi avessi chiesto durante la mia adolescenza che cosa pensavo della cosa, non avrei obiettato. Me lo facevano sembrare normale. Solo ora so che non lo era. Il danno che avevo subito si è manifestato quando avevo 15 anni e ho sviluppato la depressione clinica e anoressia. Da allora in poi, è stato un lento processo di venire a patti con il dolore che avevo sepolto nel profondo dentro la mia anima tormentata. Agivo in modo autodistruttivo. A vent’anni, per ‘compensare’, ho coltivato un’immagine esageratamente eterosessuale, formando una serie di relazioni inappropriate con gli uomini. In tutti cercavo mio padre. Erano tutte figure paterne. Poi ho fatto la scoperta più sconvolgente di tutte. In una seduta con il mio terapista abbiamo recuperato la mia memoria repressa, che avrebbe spiegato tanto del mio turbamento emotivo: avevo assistito a qualcosa all’età di quattro, mi sono imbattuto in mia madre e Maria che facevano sesso. Non posso entrare nei dettagli – è troppo sconvolgente – ma posso vividamente ricordare loro sedersi con me e dirmi quanto fosse importante che io non parlassi di quello che avevo visto a nessuno.
Non servono commenti. http://voxnews.info/2015/04/02/crescere-in-una-coppia-gay-mi-ha-rovinato-la-vita/

Ius Soli: 20 soldati ‘tedeschi’ si sono uniti ad ISIS. marzo 9, 2015. Immigrati islamici stanno sfruttando le forze armate tedesche per ottenere l’addestramento militare da mettere poi in pratica in attacchi in Europa, è la denuncia choc di Christof Gramm, il capo dell’agenzia del controspionaggio tedesco MAD. Ha infatti testimoniato che “almeno 20 ex soldati ‘tedeschi’ sono stati individuati e stanno combattendo per ISIS e altri gruppi islamici in Medio Oriente, ha dichiarato: “Vediamo il rischio che la Bundeswehr sia utilizzata come un campo di addestramento per gli islamici violenti”, ha detto il Gramm al giornale Die Welt in un’intervista.
L’avvertimento segue l’allontanamento di un soldato dell’esercito tedesco dopo il ritrovamento di materiale jihadista sul suo computer. Un tribunale il mese scorso ha confermato il congedo del soldato, che non è stato nominato ai sensi delle leggi sulla privacy tedesche. Aveva rifiutato di rivelare le ragioni di un viaggio in Egitto nel 2013, durante il quale ha visitato una madrasa islamica, e aveva chiesto l’introduzione della sharia in Germania. “Chiunque abbia accesso a documenti segreti deve sottoporsi a un controllo di sicurezza”, ha detto Gramm. “Così deve chiunque voglia lavorare con infrastrutture vulnerabili da sabotare, come acquedotti. Ma non c’è alcun controllo anticipato per coloro che devono essere formati in armi da guerra.”
I ‘barbari’ sono ormai negli eserciti europei, ‘grazie’ alle leggi sullo Ius Soli.
Il capo dei servizi segreti ha detto Welt: “Ero in carica da tre giorni durante l’attacco di Parigi. Gli assassini ovviamente avevano alcune competenze militari di base”, ha detto. “Sarebbe negligente non chiedersi cosa succede se un islamico addestrato dall’esercito fa qualcosa che non abbiamo notato”. Sono tra noi. E li addestriamo ad ucciderci. In nome delle leggi contro le ‘discriminazioni’. http://voxnews.info/2015/03/09/ius-soli-20-soldati-tedeschi-si-sono-uniti-ad-isis/

Immigrato islamico posa sorridente con ‘infedeli’ decapitati – FOTO. POSSIAMO CREDERE ALLA LEGA ARABE CHE COMBATTE IL TERRORISMO SE CONDANNA LA SHARIA! MA, PROPRIO LORO SONO I TERRORISTI SHARIA!
marzo 9, 2015. Collegamento permanente dell'immagine integrata. Questo è un cosiddetto ‘foreign figheirs’, un modo carino per definire i figli di immigrati islamici nati o cresciuti in Europa che vanno a combattere per ISIS. Posa, sorridente, in mezzo a due corpi decapitati, tra i quali quello di una donna. Ma i decapitati sono tre, visto che ci sono tre teste. Le vittime dovrebbero essere combattenti curdi. Immaginatelo su qualche panca alla fermata del bus che prendete di solito. http://voxnews.info/2015/03/09/immigrato-islamico-posa-sorridente-con-infedeli-decapitati-foto/

Islamici giustiziano padre e due figli: si erano convertiti AL CRISTIANESIMO? NON È DAATO DI SAPERE! – FOTO CHOC marzo 5, 2015 I siti di ISIS annunciano la ‘macellazione di tre apostati’, secondo fonti locali si tratta di un padre e dei suoi due figli. Le foto mostrano infatti un’evidente somiglianza tra le tre vittime. http://voxnews.info/2015/03/05/islamici-giustiziano-padre-e-due-figli-si-erano-convertiti-foto-choc/

Sangue italiano: Gruppo islamico rivendica strage di Tunisi, marzo 18, 2015 Il gruppo islamico ‘Okba Ibn Nafaâ’ ha rivendicato l’assalto di oggi a Tunisi. Il gruppo ha legami con Al-Qaida. E proprio la ‘concorrenza’ di ISIS potrebbe avere portato a questa nuova azione. http://voxnews.info/2015/03/18/sangue-italiano-gruppo-islamico-rivendica-strage-di-tunisi/

Politici stupravano bambini, e li uccidevano dopo orge. novembre 17, 2014. Nuovi abominevoli casi di omo-pedofilia sono emersi in Gran Bretagna, con particolari di orrenda depravazione che coinvolgono la classe dirigente britannica. Che è infatti la stessa a propagandare immigrazione e adozioni gay. Capite perché: materiale per i loro ‘riti’. Secondo il Sunday Telegraph, Scotland Yard ha scoperto una rete di deputati omo-pedofili che tra gli anni ’70 e ’80 era solita riunirsi per violentare in gruppo e poi uccidere bambini tra i 10 e i 12 anni. La polizia sta investigando almeno su 3 casi. Uno riguarda un deputato conservatore che strangolò un dodicenne durante un’orgia negli anni ’80 davanti ad altri membri dei Comuni.
In realtà, la rete di stupri e sacrifici umani perseguita dalla cosiddetta ‘élite’ europea è molto più ampia. Basti pensare a Dutroux e ai legami con la politica belga ed eurocratica di Bruxelles. Il vaso di Pandora è molto più fondo di quanto possa apparire. Difficile che l’indagine arrivi fino ai piani alti, come ad un passo dai piani alti, dovette fermarsi quella euro-belga. E’ già piuttosto sorprendente che sia arrivata fino ai media, deve essere in atto uno scontro al vertice combattuto anche in questo modo, lasciando filtrare notizie compromettenti.
Viene alla mente un articolo Corriere della Sera (28/7/90): “Orrore a Londra dopo la scoperta di un mercato di pellicole per pedofili con riprese dal vero” e più avanti “Scotland Yard teme che almeno venti bambini, scomparsi senza lasciare traccia negli ultimi sei anni, abbiano fatto una fine orribile. Una squadra speciale è stata formata per indagare nel lurido mercato dei video pornografici ‘snuff’ destinati a pedofili sadici. La parola ‘snuff’ in gergo significa ‘morire, spegnersi’ e in questi video le piccole vittime sono riprese dalle telecamere mentre sono torturate e uccise dopo avere subito violenze sessuali. La polizia è convinta che almeno sei bambini siano morti in questo modo a Londra e nella contea del Kent. L’Inghilterra… ha appreso con orrore che in seno alla società circolano mostri pronti a filmare i tormenti, l’agonia e la morte di bambini per soddisfare il piacere perverso di tanti altri mostri pronti a pagare dieci milioni per una copia del film”.
O quanto riportato dal giornalista Alfio Bernabei nel 2000: “Carni di bambini e di feti umani sono state mangiate da uomini e donne che hanno preso parte a riti cannibalistici in Inghilterra in questi ultimi anni nel quadro di un sinistro revival di cerimonie sataniche. Alcuni bambini sono stati sacrificati su altari dopo aver subito torture e sevizie sessuali…”
I criminali sono al potere, abbatterli con ogni mezzo non è un reato, è un imperativo morale. http://voxnews.info/2014/11/17/politici-stupravano-bambini-e-li-uccidevano-dopo-orge/

Dolce e Gabbana:” No alle ‘cose sintetiche’. Di famiglia ce n’è una”. marzo 13, 2015 Arnoldo Tornano a farsi sentire su temi ‘caldi‘ del dibattito politico ( e questo la dice lunga sulla nostra politica), i due celeberrimi stilisti Dolce e Gabbana, fondatori di uno dei marchi più noti e apprezzati al mondo. nullDolce ( con gli occhiali) e Gabbana. E anche questa volta, non le mandano a dire, come troppe persone (famose e non) spesso fanno perché intimorite dalla propaganda più gettonata; ma anzi usano parole chiare:”No ai ‘bambini sintetici'”, è l’essenza dell’intervista che hanno concesso al settimanale Panorama.
Non l’abbiamo inventata mica noi la famiglia: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre.
E’ davvero apprezzabile che due omosessuali estremamente ricchi, che potrebbero tranquillamente comprare il primo ventre della prima disperata che capiti loro a tiro, usino queste parole.
Poi ancora: Procreare deve essere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni.
Esatto, perché sperimentazioni sulla pelle dei bambini sono. Aldilà di tutto, la famiglia è un modello che si sviluppa durante l’evoluzione, risultato vincente per la sua capacità di offrire assistenza al bambino.
La cosiddetta “famiglia gay” ne è una caricatura passiva, che in pratica imita il “prodotto” già bello e finito, ignorando le spinte evoluzionistiche che l’avevano causato, e il perché del suo successo nella storia ( e non di meno, nella preistoria). Questo significa fare un vero salto nel vuoto, fregandosene dell’importanza della figura della mamma e del papà, sperando che tanto, purché si sopravvive, alla fine va sempre bene. E non può che fuoriuscirne una letteratura scientifica che ha già più volte messo in evidenza i problemi e le difficoltà dei “figli” di coppie gay: tra maggiori tassi di depressione, maggiori livelli di tossicodipendenza, minore livello d’istruzione, maggiore “confusione sessuale”, e altro.
Tra l’altro, distruggere il modello famiglia, rompere il concetto per cui il bambino va cresciuto da chi l’ha generato in un rapporto stabile, apre la strada a tutto. Perché un bambino non potrebbe, a quel punto, essere cresciuto da cinque persone che dicono di amarsi?
Molto belle anche queste altre parole usate da Dolce:
Sono gay, non posso avere un figlio. Credo che non si possa avere tutto dalla vita, se non c’è vuol dire che non ci deve essere. È anche bello privarsi di qualcosa. La vita ha un suo percorso naturale, ci sono cose che non vanno modificate. E una di queste è la famiglia.
Parole che evidenziano un elemento che oggi l’uomo moderno dimentica, per rincorrere presunti “diritti” che sono in realtà solo capricci personali; ovvero: la responsabilità.
Non si può avere tutto, bisogna soppesare le proprie esigenze con tanto altro. E questo vale non solo per gli omosessuali che non accettano la loro natura, ma anche per altri casi. http://voxnews.info/2015/03/13/dolce-e-gabbana-no-alle-cose-sintetiche-di-famiglia-ce-ne-una/

Flop ‘matrimoni gay’ in Francia. gennaio 3, 2015 Dalla promulgazione della contestatissima legge Taubira nel Maggio 2013, secondo i dati nazionali raccolti da INSEE (l’ISTAT francese), in Francia si sono celebrate la miseria di meno di 7mila ‘unioni gay’. Che rappresentano appena il 3% dei matrimoni celebrati nei sette mesi di applicazione della legge. Se teniamo conto dell’effetto ‘fila’ dei primi tempi (tutti quelli che volevano farlo lo hanno fatto subito) e del turismo matrimoniale da paesi più civili dove il ‘matrimonio’ gay non esiste, ecco che siamo all’1% del totale. In pratica si ripete quello che è avvenuto a Zapaterolandia. Si sconvolge una legislazione per il capriccio di una minuscola minoranza. E pensare che, per come la presentano i media di distrazione di massa e i politici sembrerebbe un’emergenza attesa da milioni di persone.
http://voxnews.info/2015/01/03/flop-matrimoni-gay-in-francia/

Il Mein Kampf dell’ONU: così programmano il genocidio italiano. ottobre 22, 2014. Vogliono 120 milioni di immigrati in Italia. Secondo l’ONU, nel 2050, un terzo della popolazione italiana dovrà essere composta da immigrati. Non una previsione, ma un vero e proprio progetto criminale. E’ tutto scritto nero su bianco in un libricino che quanto a ‘genocidio’ fa impallidire il Mein Kamps: «Replacement Migration: is it a solution to declining and ageing populations?», l’immigrazione come sostituzione etnica della popolazione italiana ed europea. E’ stato redatto dal Dipartimento degli Affari sociali ed economici dell’Onu. Secondo l’ONU, l’Italia avrebbe la “necessità” di far entrare tra i 35.088.000 e i 119.684.000 di immigrati per “rimpiazzare” i lavoratori italiani. Un’idea demenziale, visto che già oggi i nostri giovani sono per il 50% disoccupati.
L’idea che sottende questo progetto criminale, è che tra 36 anni gli over 65 saranno il 35% della popolazione e il tasso di natalità 1,2 bambini non è sufficiente a rimpiazzare chi esce dal mercato del lavoro.
Questo è economicamente demenziale. Un dato su tutti: se oggi avessimo la metà dei giovani, avremmo il 100% dell’occupazione giovanile. Ergo: se tra 36 anni ne avremo meno, non sarà un problema occupazionale, ma questo i pro-immigrazione non lo dicono. Per loro, la disoccupazione giovanile in Italia non esiste.
Si potrebbe poi pensare, se proprio si ritiene imprescindibile una più alta natalità (poi spiegheremo un altro motivo perché non lo è), a sostenerla con politiche a favore delle famiglie per supportare chi vuole far figli. Ma le Nazioni Unite, invece, programmano il nostro genocidio etnico: “sostituire” ai lavoratori italiani, francesi, inglesi, tedeschi, spagnoli quelli provenienti dal Terzo Mondo.
Come se, tra l’altro, sostituire lavoratori europei con QI medio di 105 con africani che non arrivano a 75 fosse possibile, senza degradare tutto il tessuto economico: una sorta di futuro alla Idiocracy.
Ma un ‘calo demografico’ non sarebbe male. L’Italia è un territorio densamente popolato: Genova docet. Più spazio: case più grandi, più verde, meno traffico, meno inquinamento.
Ceteris Paribus, nel 2050, secondo il dossier, saremo in 41.197.000, 194mila in più di quanti eravamo 64 anni fa. Le Nazioni Unite – organo criminale massonico – vogliono «rimpiazzare» (come scritto senza nasconderlo nel titolo del dossier) l’Europa e l’Occidente con una massiccia iniezione di immigrati da Asia, Africa e Oceania. Un crogiolo indistinto e informe di razze, culture, religioni che si trasformerà in un campo di battaglia per la sopravvivenza. Il tutto, condito con la scusa che ‘sono risorse’ e ‘servono al mercato del lavoro’, a ‘pagare le pensioni’. Puttanate. Tra pochi anni, e qui veniamo al secondo motivo per il quale anche con un calo demografico il mercato del lavoro non necessiterà di alcun immigrato, vivremo e stiamo già vivendo una ‘rivoluzione robotica’. Auto e camion che si guidano da soli faranno sparire intere categorie di lavoratori. I robots inonderanno il mercato del lavoro, tanto che, a stento, ci sarà possibilità di occupare una popolazione in calo demografico. La crescita demografica in sé non è sinonimo di ricchezza, altrimenti l’Africa non sarebbe l’Africa. Dipende, tutto, dalla ‘qualità’ della popolazione.
E questo solo ragionando in termini ‘materialisti’. Perché, anche ‘convenisse’, un futuro senza identità, senza sapere chi sei non vale la pena di essere vissuto.
E’ il tempo della resistenza. http://voxnews.info/2014/10/22/il-mein-kampf-dellonu-cosi-programmano-il-genocidio-italiano/


Volontaria si confessa: “Nei centri profughi accade di tutto, ci molestano, ci seguono a casa” ] IL DISFACIMENTO DELLA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA: SUICIDIO COLLETTIVO, LA FINE DELLA DEMOCRAZIA! [ gennaio 20, 2016. Una volontaria che lavora in un centro profughi ha parlato della realtà quotidiana del suo lavoro, fatta di abusi, minacce di morte, molestie sessuali, comportamento aggressivo, documenti falsi, misoginia, abusi verbali e persino aggressioni fisiche. Ha dovuto cambiare il modo vestire e il comportamento, al fine di restare al riparo dai migranti, il 90 per cento dei quali lei descrive come “sgradevoli”.
Dopo aver inizialmente aderito con entusiasmo per aiutare i “rifugiati”, ammette che lei sta ora seriamente pensando di smettere, come la maggior parte dei suoi colleghi, grazie alla sequela quotidiana di abusi che ricevono per mano dei migranti ingrati. “Ho fatto domanda per questo lavoro perché era esattamente quello che volevo fare”, ha detto al canale di notizie tedesco N24. “Quando la conferma del lavoro è arrivata nella mia cassetta postale, non vedevo l’ora di iniziare ad aiutare i migranti, fare qualcosa di concreto per aiutare i rifugiati. Sono andata di buon umore il mio primo giorno presso il centro di prima accoglienza”.
La ragazza assiste con i colleghi circa 1.500 cosiddetti profughi in un centro tedesco.
“Poi i primi profughi sono venuti nel mio ufficio … Dopo le prime visite ho capito che la mia idea molto positiva e idealista di loro non era reale, il loro comportamento era molto diverso dalla realtà … Certo non si può generalizzare per tutti i rifugiati, molti di loro sono cordiali…Ma se io sono onesta il 90 per cento di coloro che incontro sono piuttosto sgradevoli.”
Descrivendo il comportamento aggressivo della maggioranza, ha spiegato: “In primo luogo, molti di loro sono estremamente esigenti … Sono venuti da me chiesto di avere immediatamente un appartamento, una macchina di lusso, e un ottimo lavoro. Quando ho detto loro che non era possibile, sono diventati molto aggressivi. Un afgano ha minacciato di uccidersi (tipica manfrina islamica ndr.) se non lo avessi assecondato con queste richieste. Un arabo ha urlato ad un mio collega ‘Vi decapiteremo tutti!’ … A causa di queste e altre cose la polizia viene qui più volte alla settimana.”
I migranti sono anche in malafede, ha detto, spesso girano con una serie di documenti falsi: “Venivano da me a raccontare una storia che non corrisponde alle loro carte. Ho verificato con i miei colleghi e ho scoperto che solo il giorno prima, i rifugiati si erano presentati a loro con una storia completamente diversa.
C’è stato, per esempio, un residente che è venuto da me con un avviso di espulsione. Voleva sapere cosa sarebbe successo dopo. Ho spiegato e poi è andato via. Poco dopo, è comparso davanti al mio collega e ha mostrato nuovi documenti di identità con un nome diverso. Allora è stato trasferito in un altro campo.”
E sono inaffidabili, portando a problemi all’interno del sistema_ “Prendo appuntamenti medici per loro, ma semplicemente non si presentano. Questo accade così spesso che i medici hanno ormai ci hanno chiesto di non prenotare tanti appuntamenti – ma che cosa dovrei fare? Non posso semplicemente rifiutare la richiesta di un appuntamento, solo perché ho il sospetto che il richiedente non andrà.”
Ma il problema più grande in assoluto, dice, è l’atteggiamento dei migranti verso le donne, è così estremo che ha cominciato a modificare il proprio comportamento in modo da non attirare attenzioni indesiderate: “E’ ben noto che è in primo luogo sono uomini single che vengono da noi, almeno 65 o 70 per cento (in Italia il 90 per cento ndr.). Sono ancora giovani, solo 20 anni o giù di lì, e non più di 25 anni.
“Semplicemente non rispettano le donne. Loro non ci prendono sul serio. Se io come donna dico loro qualcosa, quasi non mi ascoltano a tutti, o semplicemente si rifiutano e chiedono di parlare con un collega di sesso maschile.”
Invece lei e le sue colleghe ricevono “sguardi sprezzanti”, o sono sessualmente aggredite: fanno commenti nella loro lingua, mentre gli altri guardano e ridono: “E’ davvero molto sgradevole”, dice. “Ci fanno anche fotografare con i loro smartphone, proprio così, senza chiedere.”. E poi le inviano ai loro amici in patria, per dire ‘venite anche voi a prendervi le prede europee’.
In un primo momento ha provato semplicemente ignorare il comportamento, ma più recentemente è diventato ancora più aggressivo e intimidatorio, “perché nelle ultime settimane ci sono sempre più uomini dal Nord Africa, dal Marocco, dalla Tunisia”. Paesi in guerra, “sono ancora più aggressivi. Non potevo ignorarlo più, e ho dovuto rispondere “, ha continuato.
“In particolare, questo mi ha costretto a iniziare a vestirmi in modo diverso. In realtà sono una persona che ama indossare a volte vestiti aderenti, ma ora non più. Ora devo indossare pantaloni larghi e sempre top a collo alto. E quasi non uso più trucco. E non solo ho dovuto cambiare il mio aspetto esteriore per proteggermi da questo molestie, ho anche dovuto modificare il mio comportamento. Evito, per esempio, di andare dove molti di questi uomini single stanno. Se devo fare qualcosa lì, cerco di farla il più rapidamente possibile, senza sorridere in faccia a nessuno, perché possano fraintendere le mie intenzioni.
Ma di solito io resto nel mio piccolo ufficio, se possibile. E non prendo più il treno per andare o venire dal lavoro, perché una collega è stata seguita da alcuni degli uomini alla stazione della metropolitana e molestata in treno. Vorrei risparmiarmi questo, e perciò uso la mia auto “.
Da buona fanatica dell’immigrazione (ex ancora in cura ndr.) si vergogna dai suoi mutati atteggiamenti verso i migranti, dice: “So che tutto questo suona terribile, e lo trovo terribile io stessa, ma cosa posso fare? I funzionari non sono di grande aiuto, sia con questo problema o altri che abbiamo di fronte, non il Ministero dell’Interno e l’Ufficio federale. Se li chiami non rispondono più al telefono”.
“Non avrei mai pensato di smettere, mi piacciono i miei colleghi, in precedenza era così convinta del lavoro e di tutta la cosa in sé, ed è molto difficile ammettere che è tutto così diverso da quello che avevo immaginato.
Le dimissioni saranno un’ammissione. Ma non possiamo andare avanti più; non possiamo sopportare di vedere quanto sia sbagliato tutto qui, e, se io sono onesta, non possiamo cambiarlo”.
Benvenuta nella realtà. http://voxnews.info/2016/01/20/volontaria-si-confessa-nei-centri-profughi-accade-di-tutto-ci-molestano-ci-seguono-a-casa/
uniusrei2

Va a portare aiuti ai profughi: loro le svaligiano l’auto – VIDEO. marzo 12, 2016 Un’antirazzista greca ha avuto un bagno di realtà. E’ andata a portare aiuti e cotillon ad un gruppo di ‘profughi’ che da settimane occupa un’area della sua città, riducendola come hanno ridotto le case da cui provengono (qualcuno ha mai pensato che, forse, dico forse, chi proviene da un luogo è in parte responsabile di come è stato degradato?), ed è tornata a casa a mani vuote. Letteralmente, perché mentre lei distribuiva dolcetti, i profughi le hanno razziato l’auto di tutto: cellulare, borsa, soldi e altro. http://voxnews.info/2016/03/12/va-a-portare-aiuti-ai-profughi-loro-le-svaligiano-lauto-video/


Declino Occidente: sesso in cambio di scuola guida. dicembre 22, 2015 Accettare sesso come pagamento per le lezioni di guida. E’ l’ultima bizzarria partorita in Olanda, e conosciuta come ‘Ride for a Ride’. Gert-Jan Segers, leader del partito ‘Christen Unie’, ha presentato un’interrogazione al Parlamento chiedendo che la pratica sia bloccata e considerata illegale, perché esercitata ‘in nero’. Infatti, la prostituzione è legale nel Paese con tanto di previdenza sociale, sindacati. E vetrine. Ma il ministro olandese delle Infrastrutture e dei Trasporti, tal Melanie Schultz van Haegen, e il ministro della Giustizia, tal Ard van der Steur, hanno invece difeso la pratica: “Non si tratta di concedere un’attività sessuale in cambio di soldi ma in cambio di una lezione di guida”. Ci si prostituisce, sostengono i due azzeccagarbugli, citati dal ‘Telegraph’, quando viene offerto del sesso in cambio di soldi.
http://voxnews.info/2015/12/22/declino-occidente-sesso-in-cambio-di-scuola-guida/


Gay sieropositivo pagava minorenni per contagiarli con Aids. gennaio 16, 2016 Nel Bresciano un gay sieropositivo di 55 anni è stato arrestato dalla polizia per prostituzione minorile e tentate lesioni: l’uomo, Claudio Tonoli, diffondeva l’Hiv. Voleva contagiare il maggior numero possibile di ragazzi per vendicarsi della sua malattia. CORTE UE: NO SANGUE DA GAY, 200 VOLTE PIÙ COLPITI DA AIDS. Il gay offriva soldi per sesso non protetto anche a minorenni. “Diceva di essere sano. Era disposto a pagare di più per fare sesso senza protezione”, hanno raccontato molti ragazzi omosessuali.
Il 55enne era stato infettato tempo fa durante un rapporto omo occasionale e ora cercava di vendicarsi contagiando altri omosessuali. Tramite annunci in chat erotiche gay trovava i suoi partner, per lo più minorenni. Ogni prestazione andava dai 20 ai 50 euro. Alcuni sono già stati rintracciati e sottoposti alle analisi per capire se siano stati o meno contagiati, ma altri ragazzi devono ancora essere individuati. Sul cellulare c’erano infatti moltissimi nomi di potenziali “contatti”
AIDS SPOPOLA TRA IMMIGRATI E GAY, MA IL FATTO INVENTA STATISTICHE – NUMERI
All’uomo gli inquirenti sono arrivati indagando su un giro di prostituzione minorile gay ma non hanno creduto ai loro occhi quando, durante la perquisizione, sono spuntati i moduli per la richiesta dell’invalidità. La malattia scritta nella domanda di sostegno economico era “Hiv”. Lo pagavamo anche, perché si era contagiato andando a puttani.
Urge la legge Cirinnà. http://voxnews.info/2016/01/16/gay-sieropositivo-pagava-minorenni-per-contagiarli-con-aids/


Inizia: tolgono bimba a padre per darla a 2 lesbiche. luglio 24, 2015 “La bambina si trova ad essere spettatrice inerme di uno svilente teatrino, costretta ad introiettare un innaturale modello genitoriale formato da due mamme”. E’ il disperato appello del padre della bambina dopo le oscene sentenze del Tribunale di Torino, VII Sezione Civile, che ha deciso per “l’affido condiviso della minore con collocazione e residenza prevalente presso la madre”. In realtà, con due lesbiche e senza un padre. Perché la ‘madre’ ha scoperto di essere lesbica e vive con una donna.Le motivazioni del giudice son oscene e violano le leggi italiane: “Alla base delle censure su un modello familiare composto da persone dello stesso sesso – si legge – non sono poste certezze scientifiche o dati di esperienza, bensì il mero pregiudizio che sia dannoso per l’equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale. In tal modo si dà per scontato ciò che invece è da dimostrare, ossia la dannosità di quel contesto familiare per il bambino”.
Quando scommettiamo che il giudice fa parte della stessa sponda? In realtà, non bastassero le evidenze naturali, e pur essendo solo all’inizio del disgustoso esperimento dei ‘bambini ai gay’, ci sono decine di ricerche scientifiche che dimostrano il danno di vivere senza una delle due figure genitoriali sostituita da un mammo o una babba. L’avvocato Arianna Scavone, che ha difeso il padre: “Non siamo contenti. La signora ha portato via la minore senza richiedere il consenso. È andata a vivere lontana, in un contesto in cui crediamo si possa creare della confusione”. La bambina è stata talmente indottrinata, da avere detto davanti alla psicologa: ‘Io ho due madri che si sposeranno'”. Un problema non secondario, considerando che la biologia e la legge non prevede che i bambini abbiano due madri, né due padri. “Non è questione di pregiudizi – ha aaggiunto la Scavone – La signora dipinge un mondo che non è reale. Da un punto di visto biologico non si possono avere due madri, così come dal punto di vista giuridico due donne non si possono sposare, almeno in italia, almeno fino ad ora. Era solo un dato di realtà”. Un altro magistrato che si fa le leggi su misura. Una delle azioni di un governo identitario sarà radere al suolo la magistratura italiana, e farla rinascere su basi totalmente nuove. Che rispettino la volontà popolare. http://voxnews.info/2015/07/24/inizia-tolgono-bimba-a-padre-per-darla-a-2-lesbiche/


http://voxnews.info/2015/03/12/per-la-ue-i-matrimoni-gay-sono-un-diritto-umano/ il matrimonio, è un diritto naturale e non potrebbe mai essere un diritto umano! MESSA SACRILEGA GAY ] [ PD finanzia (con i vostri soldi) la mostra blasfema del circolino gay – FOTO, marzo 18, 2015 Bologna – Venerdi 13 Marzo è andato in scena al circolino gay (gay, non omosessuale) il Cassero, l’evento chiamato “Venerdì Credici – Notte blasfema e scaramantica”. Le foto in alto fanno riferimento all’evento. E dicono tutto. Ovviamente ognuno ha diritto ad esprimere le proprie idee (e anche i propri deliri anti-cristiani), il problema è che il Cassero lo fa con i soldi pubblici. Visto che è finanziato dal Comune di Bologna. E non sorprende che il Comune di Bologna finanzi il Cassero, visto che l’avvocato del Cassero è tal Michele Giarratano, ‘marito/a’ del deputato PD Sergio Lo Giudice, già capogruppo del PD al Comune di Bologna. I due sono già noti per avere comprato ‘adottato’ un bambino da una madre definita ‘surrogata’. Ci sarebbe già molto perché qualcuno – la Procura di Bologna, ad esempio – indagasse su eventuali favori illeciti e conflitti di interesse. Così, tanto per essere sicuri. Forza Nuova, stamattina, ha diffuso un comunicato stampa: «È sufficiente una breve consultazione sulla pagina facebook del Cassero e più precisamente al post che fa riferimento alla serata in questione per rendersi conto che i soldi pubblici di cui usufruisce» il Cassero «vengono spesi per sponsorizzare serate all’insegna della più becera blasfemia e del più spudorato vilipendio alla religione cristiana». Il capogruppo di FI Facci annuncia «un’interpellanza per chiedere all’amministrazione se sia opportuno continuare a finanziare certe iniziative come quelle di Cassero Lgbt che si è inventato la riproduzione fotografica delle vignette di Charlie Hebdo. La nostra costituzione garantisce il diritto a professare liberamente la propria fede e di conseguenza anche il diritto a non vedere derisa o denigrata e infamata la stessa fede».E ancora: «Tolleranza e accettazione delle diversità non significa calpestare e offendere la libertà altrui. Meno che mai quando di mezzo ci sono risorse pubbliche, di tutti i contribuenti», quindi «è ora di smetterla di far passare per cultura qualunque cosa». E, a scanso di equivoci: loro ‘non sono Charlie’. Perché Charlie non lo finanziavano i contribuenti. Se avete il coraggio, sostituite la croce con un corano, dai. http://voxnews.info/2015/03/18/pd-finanzia-con-vostri-soldi-la-mostra-blasfema-del-circolino-gay-foto/


Bologna – Venerdi 13 Marzo è andato in scena al circolino gay (gay, non omosessuale) il Cassero, l’evento chiamato “Venerdì Credici – Notte blasfema e scaramantica”. Le foto in alto fanno riferimento all’evento. E dicono tutto. Ovviamente ognuno ha diritto ad esprimere le proprie idee (e anche i propri deliri anti-cristiani), il problema è che il Cassero lo fa con i soldi pubblici. Visto che è finanziato dal Comune di Bologna. E non sorprende che il Comune di Bologna finanzi il Cassero, visto che l’avvocato del Cassero è tal Michele Giarratano, ‘marito/a’ del deputato PD Sergio Lo Giudice, già capogruppo del PD al Comune di Bologna. I due sono già noti per avere comprato ‘adottato’ un bambino da una madre definita ‘surrogata’. Ci sarebbe già molto perché qualcuno – la Procura di Bologna, ad esempio – indagasse su eventuali favori illeciti e conflitti di interesse. Così, tanto per essere sicuri. Forza Nuova, stamattina, ha diffuso un comunicato stampa: «È sufficiente una breve consultazione sulla pagina facebook del Cassero e più precisamente al post che fa riferimento alla serata in questione per rendersi conto che i soldi pubblici di cui usufruisce» il Cassero «vengono spesi per sponsorizzare serate all’insegna della più becera blasfemia e del più spudorato vilipendio alla religione cristiana». Il capogruppo di FI Facci annuncia «un’interpellanza per chiedere all’amministrazione se sia opportuno continuare a finanziare certe iniziative come quelle di Cassero Lgbt che si è inventato la riproduzione fotografica delle vignette di Charlie Hebdo. La nostra costituzione garantisce il diritto a professare liberamente la propria fede e di conseguenza anche il diritto a non vedere derisa o denigrata e infamata la stessa fede».E ancora: «Tolleranza e accettazione delle diversità non significa calpestare e offendere la libertà altrui. Meno che mai quando di mezzo ci sono risorse pubbliche, di tutti i contribuenti», quindi «è ora di smetterla di far passare per cultura qualunque cosa». E, a scanso di equivoci: loro ‘non sono Charlie’. Perché Charlie non lo finanziavano i contribuenti. Se avete il coraggio, sostituite la croce con un corano, dai. http://voxnews.info/2015/03/18/pd-finanzia-con-vostri-soldi-la-mostra-blasfema-del-circolino-gay-foto/


Forzitalioti vogliono ‘nozze’ gay, ma le chiamano ‘unioni civili’. marzo 23, 2015. Il ddl di Mara Carfagna in favore delle cosiddette unioni civili, è un modo surrettizio di inserire le nozze gay nell’ordinamento, chiamandole con un altro nome. Lo appoggiano alcune tra le personalità – si fa per dire – che soffrono di un malcelato senso di inferiorità culturale verso l’ideologia progressista. In genere, come la Carfagna, donnine che soffrono il ‘rifiuto’, e devono emanciparsi dall’idea di essere in politica perché passate dal ‘lettone’. Cercano, quindi, una sorta di lasciapassare da quelli che le disprezzano: sindrome di Stoccolma.
Quindi si lanciano in proposte che ‘piacciono alla gente che piace’.
Intervenire sulle unioni civili è “un dovere civile e un obbligo giuridico, che discende dall’Europa ma anche dalle tante sentenze della Consulta”, ha detto la nota esperta di nulla Stefania Prestigiacomo, in un convegno alla Camera di Fi. Ce lo dice l’Europa. Ce lo dice la Consulta. Viva la democrazia.
“Sostengo l’iniziativa di Mara Carfagna”, ha notato anche Ignazio Abrignani, deputato di FI.”Sono a favore della tutela della famiglia” ma la questione non è inconciliabile con “il riconoscimento di alcuni diritti”.
Non per tutti è pensare. Ci sono tanti campi da arare. Domanda: perché non si iscrivono al PD? http://voxnews.info/2015/03/23/forzitalioti-vogliono-nozze-gay-ma-le-chiamano-unioni-civili/


NON SO PERCHÉ MA, LA [ Chiesa si accorge che la UE è il male…] giugno 10, 2015 http://voxnews.info/2015/06/10/chiesa-si-accorge-che-la-ue-e-il-male/ “Nessuno nella chiesa italiana si sogna di dire di ‘sì’, alzare bandiera bianca, rispetto alla Cirinnà”. Lo dice il segretario generale Cei, mons. Nunzio Galantino parlando della famigerata legge PD-NCD che permette le adozioni gay.
Sulla raccomandazione del Parlamento europeo per riconoscere le sedicenti famiglie gay sottolinea: “Non vuol dire da parte nostra doversi adeguare”.
Si sono accorti che la Ue è l’incarnazione moderna del Male? Che per mezzo di un’istituzione burocratica si cerca di imporre leggi contro natura?
E comunque, se non è necessario farlo con le ‘adozioni gay’, non è necessario farlo nemmeno con i vostri amati ‘migranti’.


DAI UN'OCCHIATA ANCHE A QUESTI ARTICOLI: CONFUSIONE DA SQUILIBRIO MENTALE: MAOMETTANI SGOZZATORI DOVE SIETE? VENITE A SALVARCI!! putin icona Chiesa Ortodossa. scomunica protestanti su Nozze Gay, adozioni-gay. Europarlamento chiede adozioni gay: “Riconoscetele” gay ad C’è un cristiano tra i Cardinali: “Nozze gay, sconfitta per umanità” adozioni-gay Pd e Grillini danno i bambini ai gay.gay 3 Forzitalioti vogliono ‘nozze’ gay, ma le chiamano ‘unioni civili’) Lobby Gay: proteste in Cile contro Bergoglio, per nomina Vescovo – FOTO getta bimbo: UE vuole l’aborto. sprint marino gay 2: Il ‘matrimonio gay’ non esiste. CHIAMPA Fassino si inventa il primo bambino senza padre. getta bimbo La UE appalta i bambini alle multinazionali: “Ovuli umani brevettabili” images Insegnante dell’Arcigay getta via crocifisso in classe. burlando Liguria è Regione che fa più marchette ai gay http://voxnews.info/2015/06/10/chiesa-si-accorge-che-la-ue-e-il-male/


Scuole organizzano lezioni di matrimonio gay, marzo 12, 2016 [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] Montevarchi (Arezzo) – Ora le scuole portano gli alunni italiani ‘in gita ai matrimoni gay’, gita obbligatoria come «attività didattica». A denunciare l’episodio è stato il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia in Regione, Giovanni Donzelli. Accade agli studenti di Montevarchi, in provincia di Arezzo, dove i ragazzi di tutti gli istituti cittadini sono stati costretti a partecipare alla ridicola cerimonia di iscrizione della prima ‘coppia’ gay nel registro delle unioni civili del Comune, andata in scena in contemporanea alla proiezione di un documentario sulla storia d’amore di due ragazze e del loro matrimonio in Svezia, per celebrare la festa della donna. Una cosa bizzarra, come può essere bizzarro il totalitarismo omosessista moderno. La vicenda è avvenuta sabato scorso presso l’auditorium comunale della cittadina toscana, e ha suscitato le proteste dei genitori: «La festa dell’8 marzo recita il testo della lettera inviata da un genitore al ministro dell’Istruzione e al dirigente dell’ufficio scolastico regionale è stata usata a pretesto per inculcare nelle menti dei nostri figli che la famiglia non è più quella formata da babbo e mamma ma quella formata da due uomini o due donne». Alcuni genitori si chiedono perché, se il Comune di Montevarchi voleva proprio testimoniare ai giovani l’importanza e il valore di un’unione, non abbia riservato analogo trattamento alla cerimonia con cui il sindaco ha premiato appena tre settimane prima le coppie con 50 anni di matrimonio alle spalle. Insomma, a Montevarchi restare uniti per mezzo secolo non è qualcosa meritevole di essere portato a esempio alle nuove generazioni, mentre lo è mostrare l’iscrizione in un registro che finora in diverse città italiane ha registrato un clamoroso flop di adesioni, peraltro su un tema ancora al centro di un acceso dibattito politico.In un video su Youtube si vede il vicesindaco Elisa Bertini sul palco mentre presenta l’appuntamento citando la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, per poi passare la parola ai due giovani protagonisti. Fuori campo, gli applausi dei presenti che si intuisce essere tutt’altro che qualche sparuta unità. Non è contro il registro delle unioni civili in sé che Donzelli si è scagliato «l’istituzione è una scelta discutibile ma legittima, così come è legittimo iscriversi», spiega il consigliere di destra ma sulla scelta di far partecipare alla cerimonia gli studenti di tutte le scuole, come se si trattasse di un’attività didattica al pari della visita a un museo o l’incontro con qualche illustre personalità. Stavolta invece ai ragazzi di Montevarchi è stata propinata una visione di parte di quella che è a tutti gli effetti una situazione ancora piuttosto controversa, nel nostro Paese, insieme al film Lei disse sì. «La scuola pubblica pagata con i soldi pubblici non deve e non può essere usata per diffondere le idee della lobby gay. I dirigenti scolastici siano licenziati, il sindaco per fortuna sta terminando il proprio mandato e a bocciare il suo operato ci penseranno gli elettori»
 http://voxnews.info/2016/03/12/scuole-organizzano-lezioni-di-matrimonio-gay/


Germania: rifiutano di mandare figli piccoli a corsi di ‘sesso anale gay’, genitori arrestati [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] VIDEO. novembre 13, 2014 Quello gay è un vero e proprio totalitarismo, e l’esempio più efficace di questa realtà non poteva che venire dalla patria di Hegel: cambiano i motivi, il modo di imporli no. Lo conferma, quello che racconta il giornale Tempi, qualcosa di sconvolgente:
Il 24 ottobre un ufficiale di polizia si è presentato alla porta della famiglia Martens a Eslohe, piccolo comune della Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania. Mentre apriva la porta, Eugen conosceva già lo scopo di quella visita: l’arresto della moglie e madre dei suoi nove figli Luise. Sapeva tutto in anticipo perché per lo stesso motivo lui stesso era già stato arrestato il 15 agosto del 2013.
Che cosa hanno fatto dunque i due coniugi di 37 anni di così grave da meritare l’arresto? Non hanno ucciso, non hanno rubato né danneggiato alcuno. La loro unica colpa è di essere padre e madre di una bambina che si è rifiutata di partecipare due volte ai corsi di educazione sessuale previsti per le elementari. L’anno scorso Luise non è stata portata in carcere insieme al marito perché era incinta. Quest’anno, l’ufficiale di polizia non l’ha «prelevata con la forza dovrei» perché sta ancora allattando l’ultimo figlio. «Purtroppo però non finisce qui. L’ufficio del procuratore farà applicare la decisione del giudice», afferma il poliziotto nel video che vedete qui sotto. Perché la bambina non voleva partecipare ai corsi di educazione sessuale? Perché il contenuto delle lezioni è perverso. Non solo si mostra ai bambini come funziona il sesso dei maschi e delle femmine, ma li si mette davanti alla “varietà” delle pratiche sessuali: sesso orale, sesso anale e molto altro. Si dice anche ai bambini, fin dalle elementari, che il loro genere non è determinato e che non possono sapere se sono maschietti o femminucce, che devono pensarci su. Questa per me si chiama manipolazione dei più piccoli. E i casi, secondo i movimenti di dissidenti in Germania, sono decine. Quello che accadrà in Italia, quando Renzusconi avrà approvato prima la legge sulla cosiddetta ‘omofobia’, poi, quella su ‘matrimoni’ e adozioni gay. Che Berlusconi e Renzi hanno proprio definito ‘alla tedesca’. Tutti in galera, alla tedesca.
http://voxnews.info/2014/11/13/germania-rifiutano-di-mandare-figli-piccoli-a-corsi-di-sesso-anale-gay-genitori-arrestati-video/


Insegnante dell’Arcigay getta via crocifisso in classe [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] ottobre 24, 2014, TRIESTE – Un gesto di protervia e arroganza, davanti agli alunni stupiti, nella classe di una scuola pubblica. Dice lui: per rivendicare i suoi diritti anche davanti alla Chiesa. Il gay insegna al liceo Dante-Carducci: «Per l’ennesima volta – ha affermato l’insegnante, Davide Zotti, che è anche responsabile scuola di Arcigay, e usa la scuola come sua tribuna politica – un importante esponente della gerarchia cattolica ha ribadito le posizioni omofobiche della Chiesa, affermando che l’omosessualità non è conforme alla realtà dell’essere umano». Per ora gettano via i crocifissi, presto, chi non farà in classe il ‘giuramento’ all’arcigay verrà sospeso. Chi riterrà ‘innaturale’ l’omosessualità spedito in carcere. «Come docente e omosessuale – ha aggiunto Zotti – non posso più accettare di svolgere il mio lavoro in un luogo, l’aula, segnato dal simbolo principale della Chiesa cattolica, che continua a calpestare la mia dignità di persona omosessuale». Sono più egocentrici di Berlusconi. Sarà per questo che si trovano tanto bene insieme? Immaginate se qualcuno avesse preso e gettato la foto di Napolitano nel cestino, dopo qualche sua demenziale dichiarazione. Sacrilegio.
E’ inaccettabile che un attivista gay utilizzi un lavoro pagato con le tasse dei cittadini per propagandare i suoi capricci personali.
http://voxnews.info/2014/10/24/insegnante-dellarcigay-getta-via-crocifisso-in-classe/


Coppia gay si rimpalla accuse per omicidio Luca Varani [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ]
marzo 9, 2016 La coppia gay si rimpalla la responsabilità dell’omicidio del povero Luca Varani, avvenuto nel corso di un festino a base di alcool e cocaina nel quale esigevano sesso omo a tre dal ragazzo.
“Manuel ha detto anche oggi che è stato Marco Prato a dare il colpo finale a Luca Varani. Lo ha ribadito oggi con dovizia di particolari”: racconta l’avvocato Michele Andreano, difensore di Manuel Foffo. “Foffo ha confermato al Gip – prosegue il penalista – che ad usare il coltello è stato Prato”. “Foffo parlando con il Gip ha indicato tanti e tanti testimoni che sono andati all’interno dell’abitazione, qualcuno è arrivato ed è andato via. Altra gente che è stata chiamata ma non è andata. Non so cosa abbia raccontato Prato ma il mio cliente ha dato molti particolari e molti dettagli, anche perché è passato del tempo quindi è molto più lucido. Ha aggiunto particolari secondo me importanti senza mai contraddirsi”.
Respinge le accuse l’avvocato difensore dell’altro, l’organizzatore di festini gay Prato, noto per questo nella ‘movida gay’ romana: “Non è stato Marco Prato ad infliggere il colpo finale, la coltellata al cuore a Luca Varani”. http://voxnews.info/2016/03/09/coppia-gay-si-rimpalla-accuse-per-omicidio-luca-varani/


Coppia gay adotta bambino e lo abusa: abusi sessuali sadici [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] gennaio 20, 2016 Una coppia lesbica è stata arrestata per avere abusato di alcuni bambini, tra i quali la figlia di 5 anni, adottata con la formula della step-child adoption (tipo Cirinnà) in Oklahoma, negli Usa. Secondo i rapporti della polizia, la piccola sarebbe stata vittima di torture sadiche: colpita con un martello, la bocca tappata con un nastro adesivo, frustata con una cintura e torturata, tanto da finire preda di convulsioni. Rachel Stevens, 28 anni, e la sua marita, Kayla Jones, 25 anni, sono finite nel carcere della Contea di Muskogee lo scorso martedì, con l’accusa di abusi su minori, lesioni e abbandono di minori.
Il caso è venuto alla luce all’inizio di dicembre, quando il bambino è stato portato in un ospedale di Tulsa preda di convulsioni, con gravi lesioni al volto.
I medici dell’ospedale hanno contattato la polizia dopo aver determinato che il bambino aveva diverse ossa rotte in vari stadi di guarigione.
Secondo la polizia, l’abuso è andato avanti per diversi mesi, forse anni. Il bambino ha detto che una volta, il genitore 2 gli diede un calcio al basso ventre fino a farlo sanguinare.
La stazione NewsOn6 ha riferito che la coppia gay aveva anche lanciato una campagna su GoFundMe, sostenendo che il bambino aveva bisogno di interventi per recuperare la propria faccia ferita a causa di una caduta. La coppia ha altri due ‘figli’, il fratello gemello della vittima e una bimba di 7 anni.
Incredibile. La società moderna è uno schifo. http://voxnews.info/2016/01/20/coppia-gay-adotta-bambino-e-lo-abusa-per-mesi-abusi-sessuali-sadici/


COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] “Da oggi ci saranno bambini con vagina e bambine con il pene”: liberalizzati ormoni. marzo 20, 2016 Una deputata giovedì ha esultato: “Da oggi ci saranno bambini con vagina e bambine con il pene”. Letterale, ha detto proprio così.
Esultava per una legge approvata dall’assemblea autonoma di Madrid, organo legislativo della capitale spagnola sotto controllo di Podemos, i finti rivoluzionari.
Si chiama “Legge di identità ed espressione di genere e uguaglianza sociale e di non discriminazione”, ma nasconde un testo che mina l’identità sessuale dell’individuo.
Un testo che anche la finta cattolica, la presidenta Cristina Cifuentes del Partito Popolare, ha promosso durante la campagna elettorale e che parte dalla base ideologica secondo cui il sesso genitale di una persona “non è un concetto puramente biologico, ma soprattutto psicosociale”. Roba da TSO.
Scrive la Bussola Quotidiana:
Così acquista supremazia la “volontà umana” di designare il sesso genetico, che si sceglie al di sopra di qualsiasi altra considerazione fisica e si considera la propria determinazione del sesso un diritto fondamentale, che presuppone di accettare tra le altre cose, che ognuno possa costruire la propria identità di genere senza che “sia necessario accreditare in nessun caso l’identità di genere manifestata mediante informazioni psicologica o medica”.
Nelle scuole pubbliche, private e parificate si metteranno in opera, dice la legge, le risorse educative e psicologiche necessarie per l’individuazione tempestiva “di quelle persone in età infantile scolare che possano essere avviate a un processo di manifestazione della propria identità di genere al fine di elaborare un possibile piano di azione per l’integrazione dell’alunno nella scuola”.
Si stabilirà un sistema di monitoraggio individualizzato e basato sulle necessità specifiche di ogni minore nel quale si provvederà con gli opportuni trattamenti all’attenzione al suo sviluppo”.
Cioè a dire, che “si fornirà una terapia ormonale ai bambini che manifestino dubbi sulla propria identità, tecnicamente un blocco ormonale all’inizio della pubertà per impedire il normale sviluppo e un trattamento ormonale incrociato (ormoni maschili alle bimbe che si sentano bambini e viceversa) anche contro la volontà dei rispettivi genitori. La legge dispone come tutte le agenzie educative debbano prendere misure per promuovere questo “cammino identitario” come per esempio “rivolgersi alla scolaro trans con il nome scelto per lui o in caso di un non maggiorenne o che non abbia una sufficiente maturità, quello indicato dai suoi rappresentanti legali”.
Contempla anche il rispetto dell’“immagine trans” che scelga l’alunno e, in caso la scuola preveda di indossare l’uniforme, il diritto a scegliere quella che più si addice alla propria identità sessuale.
Un’altra delle misure che contempla il testo è che negli spazi sanitari, sportivi ed educativi – ospedali spogliatoi, palestre “si deve rispettare l’identità di genere che ogni persona riferisca di avere nel momento in cui fa uso degli spazi separati per sesso”. Vale a dire che un bambino potrà accedere agli spogliatoi delle bambine: basta manifestare solo che egli “si sente donna”.
Quello che preoccupa non è che ci sia un’ideologia che promuova leggi contro la libertà e contro la natura, ma che il Parlamento di una regione spagnola, quella della capitale, non abbia avuto un solo rappresentante che si sia opposto con il suo voto ad un’aberrazione giuridica di questo tenore.
Risulta incomprensibile sotto tutti i punti di vista la mancanza di risposta sociale e politica a questa sfida. Basti pensare che solamente Intereconomia tv, gaceta.es e infovaticana hanno solo condannato i presupposti della legge. Le testate tradizionalmente conservatrici come Abc o la Razon invece, hanno ricevuto, obbedendo, consegne per non menzionare questa faccenda e i mezzi di comunicazione della conferenza episcopale in Spagna, 13 tv e il network Cope non hanno menzionato questo fatto, ma hanno dedicato le proprie disquisizioni a parlare della mancanza di patti nel parlamento nazionale. Neanche una menzione per quanto timida alla legge sulla transessualità. Quello che risulta più terrificante è che nessun vescovo di quelli che hanno giurisdizione sul territorio amministrativo della regione madrilena abbia sentito la necessità di prendere un microfono per denunciare che ogni giorno la coscienza dei nostri figli è sempre più in pericolo e che non sembra che ci sia nessuno disposto a difenderla.
Solo ieri avevamo riportato la notizia che i Pediatri lanciano allarme: “Il Gender è pericoloso per i bambini”
Il “genderismo” è pericoloso per i bambini, è abuso sui minori, e deve essere fermato, lo scrivono i pediatri americani. L’ACP, che è l’organizzazione ufficiale americana dei pediatri, ha invitato tutti gli educatori e legislatori a respingere definitivamente la follia “transgender” una volta per tutte. In un articolo positon pubblicato sul sito di ACP, dal titolo “L’ideologia
http://voxnews.info/2016/03/20/da-oggi-ci-saranno-bambini-con-vagina-e-bambine-con-il-pene-liberalizzati-ormoni/


Il “genderismo” è pericoloso per i bambini, è abuso sui minori, e deve essere fermato, lo scrivono i pediatri americani. [ COSE DI QUESTO MONDO GAY, IDEOLOGIA SATANICA GANDER ] http://voxnews.info/2016/03/19/pediatri-lanciano-allarme-il-gender-e-pericoloso-per-i-bambini/ [ Pediatri lanciano allarme: “Il Gender è pericoloso per i bambini” ] L’ACP, che è l’organizzazione ufficiale americana dei pediatri, ha invitato tutti gli educatori e legislatori a respingere definitivamente la follia “transgender” una volta per tutte.
In un articolo positon pubblicato sul sito di ACP, dal titolo “L’ideologia di genere danneggia i bambini,” l’organizzazione “sollecita educatori e legislatori a respingere tutte le politiche che condizionano i bambini ad accettare come normale la cosiddetta trasformazione sessuale. I fatti, non l’ideologia, determinano la realtà. ”
Il documento, firmato dal presidente ACP, Michelle A. Cretella, MD; dal Vice Presidente Quentin Van Meter, MD; e dal noto professore universitario in Psichiatria presso la Johns Hopkins Medical School, e dall’ex psichiatra capo al Johns Hopkins Hospital, Paul McHugh, MD, prosegue elencando in otto punti perché la promozione del “transgenderismo” è un pericolo. Facendo importante chiarezza e differenziando patologia da ideologia.
“Gli estremamente rari disturbi della differenziazione sessuale (DSD), incluso ma non limitato alla femminilizzazione testicolare e iperplasia surrenalica congenita, sono tutte deviazioni medicalmente identificabili dalla norma binaria sessuale, e sono giustamente riconosciuti come disturbi del disegno umano. Gli individui con DSD non costituiscono un terzo sesso. “
“La consapevolezza di se stessi come maschio o femmina si sviluppa nel tempo e, come tutti i processi di sviluppo, può essere danneggiata da esperienze negative dalla prima infanzia in avanti. Le persone che si identificano come ‘sensazione nel sesso opposto’ o ‘una via di mezzo’ non comprendono un terzo sesso.Rimangono uomini o donne biologicamente. “
“L’individuo che crede di essere altra cosa da quella che è oggettivamente, nella migliore delle ipotesi ha problemi di confusione sessuale. Quando un ragazzo biologico altrimenti sano crede di essere una ragazza o un altrimenti sana ragazza biologica crede di essere un ragazzo, ha un problema psicologico oggettivo che sta nella mente, non nel corpo, e dovrebbe essere trattato come tale. Curato come tale.

“Questi bambini soffrono di disforia di genere. Disforia di genere (GD), precedentemente indicato come Disturbo dell’Identità di Genere (DIG), è un disturbo mentale riconosciuto nella più recente edizione del Manuale Diagnostico e Statistico della American Psychiatric Association (DSM-V). Le teorie dell’apprendimento psicodinamiche e sociali della GD / GID non sono mai state smentite. “
“La pubertà non è una malattia e gli ormoni che bloccano la pubertà possono essere pericolosi. Reversibile o no, gli ormoni della pubertà-bloccanti inducono uno stato di malattia – l’assenza di pubertà – e inibiscono la crescita e la fertilità in un bambino in precedenza biologicamente sano “.
“Definire una patologia mentale come ‘scelta sessuale’tramite l’istruzione pubblica e le politiche di legge confonderà ulteriormente bambini e genitori, portando a più bambini con presunti ‘disturbi di genere’a cui saranno somministrati farmaci pubertà-bloccanti. Questo, a sua volta, praticamente garantisce che essi ‘sceglieranno’ una vita di assunzione di ormoni sessuali cancerogeni e tossici e, probabilmente, arriveranno a praticare l’inutile mutilazione chirurgica delle loro parti sessuali”.
In sintesi, si confonde una vera patologia fisica e oggettiva – pochissimi individui che nascono sessualmente indefiniti (fisicamente!) e quindi necessitano un approccio particolare – con una patologia, quella di chi si ‘sente’ donna o uomo pur essendo fisicamente l’opposto, che è meramente una patologia psichica da curare in modo appropriato, e non da assecondare.
Ma l’ideologia non fa sconti, e crea infelici che arrivano ad assumere ormoni ed amputarsi sessualmente, credendo di risolvere, in questo modo, un problema che è invece di percezione psichica. Non lo risolvono, come dimostrano le statistiche dei suicidi in persone trans post-operate.


COSE DI QUESTO MONDO GAY, IEOLOGIA SATANICA GANDER ] Nuovo interrogatorio per l’assassino gay di Gloria Rosbach, marzo 20, 2016. Nuovo interrogatorio, domani, per Gabriele Defilippi, il gay-trav in carcere dallo scorso 19 febbraio per l’omicidio di Gloria Rosboch. Il ventiduenne, una dozzina di profili su Facebook e la passione per i travestimenti da donna, è accusato di avere strangolato l’insegnante di Castellamonte e di averla poi gettata nella vasca di una discarica in disuso. In cella, con la stessa accusa anche il suo complice amante gay, Roberto Obert, e la madre del ragazzo, Caterina Abbattista. Defilippi comparirà su sua richiesta davanti al procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, che coordina le indagini dei carabinieri. Al centro dell’interrogatorio i tanti punti ancora oscuri di questa tragica vicenda, a cominciare da quei 187 mila euro che la prof aveva consegnato al suo ex allievo in cambio della promessa, mai mantenuta, di una vita insieme in Costa Azzurra. Un tesoro di cui non c’è più traccia, così come non si trova la pistola di Defilippi, che Obert avrebbe nascosto nei boschi di Rocca Canavese. http://voxnews.info/2016/03/20/nuovo-interrogatorio-per-lassassino-gay-di-gloria-rosbach/


Armato di forbici insegue 2 donne: lo disturbava il cagnolino. MANDIAMOLO A CASA DELLA BOLDRINI GENDER .. 19-03-2016. mar. 19 Ancona, Crimini Immigrati no comments. ANCONA – Minaccia due donne con delle forbici. Attimi di forte tensione poco prima delle 13 nell’area verde di via Ragusa e provvidenziale l’intervento da parte di alcun volontari della Croce Gialla.
I militi hanno cercato di riportare la calma in una situazione che sembrava per degenerare.Tutto sarebbe nato dalla discussione tra una donna che portava a spasso il suo cane e un uomo di nazionalità straniera, pare marocchina. L’uomo avrebbe avuto da dire nei confronti del cane tanto da spingere la padrona a rispondere per le rime. I toni dell’uomo si alzano tanto che un’altra donna sente di dover intervenire in difesa della padrona del cane. A quel punto il marocchino sarebbe andato ancora di più in escandescenza tirando fuori dalle tasche un oggetto contundente, pare delle forbici, e con quelle avrebbe minacciato le due donne. Per fortuna al momento era di passaggio un’ambulanza della Croce Gialla. I militi vista la scena sono scesi dall’ambulanza e sono intervenuti. Nel frattempo era stato dato l’allarme alla polizia che poco dopo è arrivata sul posto con due Volanti. I poliziotti hanno fermato l’aggressore e lo hanno accompagnato in questura.
http://www.corriereadriatico.it/ancona/ancona_paura_donne_marocchino_minacce_polizia-1619526.html
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/armato-di-forbici-insegue-2-donne-lo-disturbava-il-cagnolino/


Regina Elisabetta: “Matrimonio è fra uomo e donna” QUESTA IPOCRITA DEVE ESSERE SUBITA MANDATA AD UN CORSO DI RIEDUCAZIONE IDEOLOGIA GENDER, IDEOLOGIA TEOSOFIA SATANICA, CHE, IL SUO SISTEMA MASSONICO STA DIFFONDENDO! marzo 7, 2016. La regina Elisabetta non approva la legalizzazione del matrimonio omosessuale avvenuta nel Regno Unito un paio di anni fa, e ritiene che il matrimonio sia tra un uomo e una donna, lo rivela il Daily Mail in un articolo di oggi. Ha espresso la sua frustrazione ad un amico al culmine della controversia che si è sviluppata al momento della discussione nel parlamento britannico, ma ha ammesso di essere impotente e di non potere intervenire, dicendo: ‘Posso solo consigliare e mettere in guardia.’ Deve essere frustrante, vedere il proprio regno sprofondare nell’anarchia morale, etnica e sociale, senza poter fare nulla come accade da anni alla regine d’Inghilterra. Vedere crollare i capisaldi della civiltà, quelle architravi che fino a pochi anni fa venivano date per scontate, e che oggi si sbriciolano nell’entropia dei valori, come fondamenta corrose dalle termiti, ed essere formalmente a capo di ciò che sta crollando, senza avere poteri reali per fermare il crollo.
http://voxnews.info/2016/03/07/regina-elisabetta-matrimonio-e-fra-uomo-e-donna/


Marocchino si spoglia davanti a donne e bambini: bastonate ad 83enne che lo affronta. 24-01-2013 MANDIAMOLO IN CASA DELLA BOLDRINI! “Italiani di merda… meritate di essere ammazzati tutti!” Stanno creando una società caotica. Monza, 24 gennaio 2013 – “Quando mi ha dato uno spintone, non ci ho visto più. Perché è vero che lui aveva oltre cinquant’anni di meno, ma io sono ancora forte…”. E forte Nicola Scalise, 83 anni, lo è davvero, nel corpo e soprattutto nello spirito. La sua energia gli ha permesso di tener testa l’altro pomeriggio a un energumeno di 30 anni, un marocchino senza fissa dimora e con il permesso di soggiorno bell’è scaduto, che ha scelto proprio la persona sbagliata per fare il gradasso: ha picchiato infatti il padre di Francesco Scalise, attuale vicequestore e primo dirigente del «Commissariato di Polizia di Monza, per farsi giustizia di quel «vecchietto» che aveva osato protestare quando aveva visto un altro giovane marocchino mettersi a urinare senza alcun senso del pudore in mezzo ai giardinetti pubblici di via Azzone Visconti, a due passi dal centro di Monza. Davanti a mamme e bambini, che tutti i giorni accorrono numerosi a giocare e a passare qualche ora di svago all’aperto. Nicola Scalise, che è uomo tutto d’uno pezzo, ex tramviere in pensione, ex attivista politico (per cinque anni è stato consigliere comunale a Monza eletto in una lista civica di destra ma a sostegno dell’allora sindaco di sinistra Michele Faglia), non è stato a guardare. Non ne è proprio capace. E così di fronte «all’atto vergognoso» – sono parole sue – andato in scena martedì intorno alle 17 è andato a rimproverare il marocchino, che si trovava ai giardinetti con un amico connazionale. Quello che non si aspettava è che proprio quest’ultimo, mentre il responsabile del gesto incivile si allontanava, gli si scagliasse contro. «Prima – è il racconto dello stesso Nicola Scalise – si è messo a urlare insulti contro di me: “Italiani di merda… meritate di essere ammazzati tutti!”. Poi, mi è venuto addosso e mi ha spintonato. Allora io mi sono divincolato e l’ho spinto via a mia volta». Il giovane marocchino ingaggia però una colluttazione e finisce addirittura col buttare per terra il malcapitato. «Sono caduto come uno straccio» ammette Scalise. Non è però finita lì. Visto che Scalise si rialza subito, il marocchino afferra un bastone e gli si butta nuovamente addosso. «Mi ha spinto contro un palo puntandomi il bastone al collo – prosegue Scalise – ma sono riuscito a liberarmi». Nel frattempo, sul posto arriva una Volante della Polizia che blocca il nordafricano e lo arresta. Al processo per direttissima di ieri al Tribunale di Monza, il giudice ha convalidato l’arresto, anche se l’udienza è stata rinviata. Intanto l’83enne Nicola Scalise, graffiato e tumefatto, è stato medicato al pronto soccorso, dove gli sono stati riscontrati lesioni al polso e un trauma alle gambe giudicati guaribili in 15 giorni. «Ce ne sono troppi di personaggi del genere in giro – commenta ancora Scalise -, quando lavoravo sugli autobus ne ho incontrati tanti. Mettersi a far pipì davanti a tutti, incurante di donne e bambini, proprio non lo potevo sopportare e dovevo reagire. Mica mi pento di quello che ho fatto…».
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/marocchino-si-spoglia-davanti-a-donne-e-bambini-bastonate-ad-83enne-che-lo-affronta/

http://www.ilgiorno.it/monza/cronaca/2013/01/24/834933-monza-giardini-urinare-francesco-nicola-scalise-marocchino-botte.shtml


Francia: proseguono vandalismi dopo arresto Salah, [ VOCI DI DISPERATA ORDINARIA FOLLIA, ANARCHIA ORDINATA, DEI NOSTRI NUOVI PADRONI MASSONI REGIME BILDENBERG ]marzo 21, 2016 Proseguono gli atti di vandalismo in Francia, dopo l’arresto di Salah Abdeslam. Dopo il rogo di decine di vetture e bus in Alsazia, è la volta del monumento ai caduti di Mamers. Dove le bandiere sono state stracciate dai soliti ignoti.
http://voxnews.info/2016/03/21/francia-proseguono-vandalismi-dopo-arresto-salah/
uniusrei2
uniusrei26 hours ago
Parigi stuprata dagli immigrati islamici novembre 14, [ VOCI DI ORDINARIA FOLLIA, ORDINATA, DEI NOSTRI MASSONI REGIME BILDENBERG ] 2015 RACCOLTA DI IMMAGINI E VIDEO
Parigi è questa notte una città in guerra. Le strade sono ricoperte di corpi di cittadini innocenti. Vittime del lassismo. Vittime della società multietnica. Vittime di governanti imbelli. I luoghi dei sette attacchi e in basso le terribili immagini dei cadaveri pietosamente coperti da lenzuoli bianchi.
E’ il risultato di anni di buonismo e politica delle porte aperte: http://voxnews.info/2015/11/14/parigi-stuprata-dagli-immigrati-islamici/


Molesta 3 ragazze in pochi minuti: “E’ la mia cultura”. COME LA BOLDRINI, E LA SUA FOLLIA IDEOLOGICA GENDER, PUÒ PARLARE DI INTEGRAZIONE SE NON RIESCE A CONDANNARE LA SHARIA! marzo 7, 2016 Ali Abdullahi, 34 anni, somalo, ha molestato tre donne (una ragazzina e e due ragazze) nel giro di pochi minuti in una stazione inglese. La prima sul treno e le altre due sul binario appena sceso. Ma nonostante essersi dichiarato colpevole delle accuse di violenza sessuale, l’uomo, che lavora come guardia di sicurezza (!), arrivato in Gran Bretagna nel 2011, ha detto alla corte, durante il processo, di non sentire di avere fatto qualcosa di sbagliato: “E’ la mia cultura”, questa la sua difesa secondo l’Express.
Il giudice l’ha ‘condannato’ ad un corso di comportamento sessuale e a 3 anni di libertà vigilata. http://voxnews.info/2016/03/07/molesta-3-ragazze-in-pochi-minuti-e-la-mia-cultura/


Giustiziato in strada [ MENTRE NELLA LEGA ARABA È LO STATO ISLAMICO CRIMINALE SHARIA, CHE UCCIDE IN MODO LEGALE, QUI, IN BRASILE E SUD AFRICA UCCIDE BULLISMO E ANARCHIA! marzo 7, 2016. In Brasile ogni dieci minuti una persona viene uccisa e ogni quattro una donna viene stuprata. Sono le statistiche contenute nell’ottava edizione dell’Annuario sulla sicurezza pubblica – si fa per dire – in Brasile.
Nel 2013, gli omicidi sono stati 53.646 e negli ultimi dieci anni hanno superato il mezzo milione. Lo scorso anno, sono state assassinate 6,11 persone ogni ora, con un aumento dell’1,1% rispetto al 2012. Dal ritorno del Brasile alla democrazia, con la Costituzione del 1988, gli omicidi sono stati più di un milione. ”Ovvero quattro volte più che la guerra in Vietnam, durata anch’essa circa un ventennio”, ha sottolineato il professor Oscar Viilhena, docente di diritto alla Fondazione Getulio Vargas.
Inquietante il numero degli stupri: nel 2013, sono stati circa 143 mila. Le denunce sono state 50.320 ma secondo i ricercatori solo il 35% delle violenze viene denunciato. Le vittime della polizia sono circa 2,5 ogni 100 mila abitanti, con la percentuale più alta nello stato di Rio de Janeiro, ma è pesante anche il prezzo di sangue pagato dalle forze dell’ordine: tra il 2009 e il 2013 sono stati uccisi 1.779 poliziotti. Questi sono numeri da ‘femminicidio’. E non è strano che uno dei pochi paesi a superare il multietnico Brasile in questa poco invidiabile classifica, sia il Sudafrica: sudafrica: uno stupro ogni 26 secondi. Il motivo è semplice: più individui di un ‘certo tipo’ ci sono in una società, più questa diventa violenta.
E solo i ricchi, chiudendosi in fortini che sono ‘stati autonomi’, possono garantire la sicurezza propria e dei loro familiari: tutti gli altri, a Tor Sapienza. http://voxnews.info/2016/03/07/giustiziato-in-strada-video-choc/


Allarme choc: “ISIS ha contrabbandato in Europa esercito di 400mila uomini tra profughi” marzo 21, 2016, Henning Witten, esperto svedese di intelligence ha scritto un articolo inquietante che proponiamo in inglese e con una traduzione automatica in italiano, appena avremo tempo sistemeremo la traduzione: Islamic State (IS), also called Daesh and ISIS / ISIL, already has a many-headed army of conquest in Europe, says the Swedish lawyer Henning Witte, who has information from various sources regarding the inflow, arming, training and activities that he has been able to link to the terrorist army. Despite the world’s worst terrorist organization, ISIS or Daesh, as it is called in the Arab countries, often in 2014 and 2015, has threatened to bring holy war to Europe, I have not really wanted to believe it. There has not been any huge attacks in Sweden or Germany, “only” a major terrorist attack in Paris on November 13, 2015, but it was a single terrorist attack, not an army that attacks and proclaims a caliphate in France and other parts of Europe, writes Witte.
Shortly thereafter, in late November 2015, I was traveling in Germany and spent a night in Hamburg with a good friend of mine for many years. Before we went to bed, he told me something which he had been told by his contacts within the German security services. They were risking their lives entrusting him with the information; that ISIS has smuggled in a whole army of about 400,000 men and women since 2014. Officially the security services were not allowed to disclose the information and one of my friend’s contacts even had disappeared without a trace after he had warned my friend. The friend also had contacts within the police and with a high ranking judge in Germany.
The attack date in March 2016, has been moved to September 2016, according to my German sources, says Witte.
Our German interview was during the first ten days of December 2015 seen by more than 100,000 people in Germany, he says.
As Sweden takes in even more immigrants per capita than Germany, mostly unknown men in fighting age, who don’t even bother register with the authorities, it provides an interpolation that quickly gives the result that a secret ISIS army has even been smuggled into Sweden, perhaps in the order of 20,000 to 40,000 men.
What are the signs of that? Henning Witte lists some of the signs.
1. Approximately 80 percent of the migrants are young Muslim men between 18 and 35, often well-trained and well-equipped with smart phones, etc. They are well-fed and aggressive. Most unaccompanied children are not children but are lying about their age.
2. According to statistics from the United Nations for 2014, four out of five Syrian refugees were women and children. Of those, hardly any have come to Sweden, and most people who come here are not even from Syria, but are lying about it. There is an abundance of fake Syrian passport that are often produced and sold in Turkey. Most ISIS terrorists come from countries other than Syria, therefore, what is happening in Syria is not even a civil war.
3. The numerous sexual assaults against women during New Year’s Eve in Germany, Finland, Sweden and other parts of Europe seemed so well organized, that one can suspect an exercise by the smuggled-in army. Even media such as the Frankfurter Allgemeine Zeitung, around the turn of the year 2015/16, reported about ISIS’ plans to make Europe into a battlefield.
4. I have a strong suspicion that the Turkish ship “Whiskey Trio” in Varberg, with 13 containers of weapons, partly from Bofors, planned to supply the smuggled-in ISIS army with the weapons.
5. According to the Turkish owner, the vessel in Varberg had its final destination in Montenegro, which is a Bosnian harbor. In northwestern Bosnia, ISIS has bought a lot of ground in recent months and has formed an extremely dangerous jihadi island in Europe. There have been reports in the British Mirror and also the Swedish SR has reported about it. Italian media write that ISIS buys up land in Bosnia with money from Saudi Arabia, Qatar and the United Arab Emirates.
6. In early February 2016, German police arrested several ISIS terrorists in different states in Germany in a coordinated campaign that barely was reported on in Sweden.
7. On February 7, 2016, media reported, including SVT, that a weapons cache and explosives had been found outside Västervik. This could well be part of the armament of the smuggled-in ISIS army.
8. On February 13, 2016 a Kurdish demonstration by the Turkish Cultural Centre in Fittja was hit. There, several Turkish men shouted “long live ISIS” to the Kurds. Shortly thereafter, one of the Kurdish leaders was shot in close proximity to the Turkish Cultural Center, inside a car. He had to fight for his life for several days. Turkey under Erdogan has become a command center for ISIS, says Witte.
9. In February 2016, several German media and the police authorities in North Rhine-Westphalia drew attention to the Turkish biker gang Osmanen Germania, which has spread rapidly across Germany since its founding in April 2015. They had in the summer of 2015 even established a branch in Sweden, named Osmanen Germania Sweden. Many of the members behave extremely aggressively and threateningly, and pictures of them fit well with soldiers out of uniform. Their commercial begins with the message: “We will come and take over the country!”
10. On March 1, 2016, the NATO Commander, General Philip Breedlove, said before the US Senate Armed Forces Committee, that ISIS already has smuggled many terrorists to Europe by hiding them among refugees. He compared their invasion to a cancer.
11. Sweden’s army chief, recently issued a warning that Sweden, within a few years could be at war. He did not say with whom, but I know from the defense that in the current situation, it does not believe that Russia is a threat to Sweden. That leaves just the Trojan horse in Sweden – the ISIS army. According to the European Treaty 42 pt. 7, as Sweden has joined France’s war against ISIS after the attacks on September 13, 2015 in Paris, legally, Sweden is already at war with ISIS.
12. On March 1, 2016, a group of German retired officers posted an analysis that confirms the dangerous picture that an army of ISIS fighters has already been smuggled into Germany, and that they will soon attack simultaneously.
13. From informal contacts within the Swedish police, I recently got confirmation that ISIS already has smuggled a whole army into Sweden, and that the police know about it, but are not allowed to talk about it. Just as in Germany.
14. And the Swedish mainstream media censor all information that could awaken the sleeping people to the extreme danger they are in.
Conclusion: Sweden is in its most dangerous situation since the beginning of World War II. Everyone must be alerted and the national police chief, Dan Eliasson, sacked, otherwise more blood will flow in the streets of Stockholm than during the Stockholm Bloodbath! writes Henning Witte. http://voxnews.info/2016/03/21/allarme-choc-isis-ha-contrabbandato-in-europa-esercito-di-400mila-uomini-tra-profughi/


Usa: «Isis compie genocidio contro i cristiani». marzo 18, 2016 Leone Grotti. TROPPO TARDIVAMENTE, CIOÈ DOPO DI 5 ANNI DI GENOCIDIO ESERCITO LIBERO SIRIANO TERRORISTI MODERATI OBAMA. Il segretario di Stato americano ha condannato i jihadisti, ma la Corte criminale internazionale non ha giurisdizione in Siria e Iraq. L’America non è obbligata a intervenire. «Daesh è genocida per sua stessa ammissione, ideologia e azioni, in quello che dice, crede e fa». Così il segretario di Stato americano John Kerry ha confermato il voto della Camera dei rappresentanti (393 a favore e zero contrari) e ha definito «genocidio» i crimini commessi dallo Stato islamico contro cristiani, yazidi e musulmani sciiti. Il Parlamento europeo aveva già preso il mese scorso una decisione simile. OBAMA SUPERATO. Kerry ha preso in contropiede Barack Obama, il cui portavoce Josh Earnest aveva escluso solo due settimane fa che ci fossero i presupposti per dare una simile definizione dei crimini compiuti dall’Isis. Kerry, nel suo discorso, dopo aver precisato che «i fatti completi» devono ora essere stabiliti da un’indagine indipendente, ha detto che l’America «appoggerà con forza ogni tentativo di raccogliere e analizzare le prove delle atrocità. E faremo tutto quello che possiamo perché gli autori siano portati davanti alla giustizia».
PROBLEMI LEGALI. Come si comporteranno dunque gli Stati Uniti? Secondo alcuni esperti di legge internazionale, intervistati dal Guardian, dovrebbero cercare di far giudicare i responsabili alla Corte criminale internazionale, che può essere istruita da una decisione del Consiglio di sicurezza dell’Onu o da uno Stato. La Corte, però, non ha giurisdizione in Siria e Iraq, paesi che non l’hanno mai riconosciuta. I membri dell’Isis potrebbero comunque essere perseguiti, ma solo per attentati commessi in paesi firmatari come la Francia, nel caso della strage al Bataclan. INTERVENTO NON OBBLIGATORIO. Per quanto riguarda un possibile intervento militare da parte degli Stati Uniti per fermare l’Isis e arrestare i responsabili non ci sono certezze. Parlare di genocidio ha precise implicazioni legali. La convenzione Onu del 1948 sulla prevenzione e punizione dei genocidi obbliga le nazioni che riconoscono un genocidio a punire i responsabili e a prevenire nuovi crimini da parte degli stessi. Ma fino ad oggi un eventuale intervento è stato interpretato come non obbligatorio dalle nazioni firmatarie della convenzione, che era stata scritta nel caso gli autori fossero interi Stati e non singoli gruppi terroristi. CRISTIANI ESULTANO. I cristiani però esultano per la presa di posizione degli Usa. Scrive in un comunicato Aiuto alla Chiesa che soffre: «Genocidio, non vi è altro modo per definire la barbarie subita dai nostri fratelli nella fede. Che la comunità internazionale parli finalmente di pulizia etnica e di crimini contro l’umanità, per descrivere le violenze dello Stato Islamico, è fondamentale. Si accende una speranza che va alimentata affinché il mondo non lasci sole le Chiese locali, solitarie protagoniste nell’aiuto a chi fugge dalla persecuzione». http://www.tempi.it/usa-isis-compie-genocidio-contro-i-cristiani-cosa-puo-succedere-ora#.Vu-hP9CQlxA


PER I GENDER DEL PD, GLI ESSERI UMANI SONO CONIGLI! California, madre surrogata concepisce tre gemelli. L’acquirente: «Devi abortirne almeno uno» novembre 28, 2015 Leone Grotti, Melissa Cook, 47 anni, ha denunciato in un’intervista le minacce subite. Un uomo della Georgia le ha fatto impiantare tre embrioni con fecondazione eterologa ma vuole solo due bambini. È sempre più invalsa l’idea che considera l’utero in affitto una bestialità se vi si ricorre in paesi poveri dell’Asia o dell’Est Europa, perché porta allo sfruttamento di povere donne, mentre è da considerarsi una pratica accettabile se riguarda i ricchi Stati Uniti. Melissa Cook (nella foto), 47 anni, abita a Woodland Hills, nella benestante California, e mesi fa è stata assoldata da un uomo della Georgia per fargli da madre surrogata. La donna ha accettato di portare in grembo gli embrioni risultanti dallo sperma dell’uomo e dall’ovulo di una donatrice ventenne. La pratica è legale in California e per farsi impiantare gli embrioni con l’aiuto della fecondazione eterologa, la signora Cook si è accordata per un compenso di 33 mila dollari, più seimila dollari per ogni figlio aggiuntivo. Per avere più possibilità di successo, infatti, le sono stati impiantati tre embrioni.
ABORTIRNE ALMENO UNO. Contrariamente ai desideri e alle aspettative dell’uomo, tutti e tre gli embrioni sono sopravvissuti. Ma poiché il futuro padre non ha nessuna intenzione di crescere tre figli, da solo o con eventuali partner, ha ordinato alla madre surrogata di abortirne almeno uno. «Sono esseri umani, sono legata a loro. Questo non è giusto», gli ha risposto la donna e per questo l’uomo, attraverso l’avvocato, ha cominciato a minacciarla.
LE MINACCE. La signora Cook ha denunciato le richieste e le pressioni dell’uomo con un’intervista al New York Post. La donna ha ancora due settimane per abortire legalmente e ha dichiarato di avere «paura». L’uomo infatti ha minacciato di non corrisponderle il compenso pattuito e di denunciarla per farle pagare i danni per quello che dovrà spendere per prendersi cura del bambino non desiderato e di eventuali parcelle mediche.
La donna, separata dal marito, è madre di quattro figli, tra cui tre gemelli. In precedenza, si era già prestata a una maternità surrogata. La mia paura, dice, è di «essere costretta ad abortire. Se voleva due bambini, perché mi ha fatto impiantare tre embrioni?». La domanda è legittima, ma quando i bambini diventano oggetto di compravendita, ostaggi dei volubili desideri degli adulti, sembra inutile perdersi in sottigliezze.
Leggi di Più: Usa. Madre surrogata minacciata: «Devi abortire» |http://www.tempi.it/california-madre-surrogata-concepisce-tre-gemelli-aborto#.Vu-gHdCQlxC


Immigrati accerchiano e urinano su studentesse italiane, marzo 21, 2016 Forza Nuova comunica, dopo quanto accaduto ad Aulla, dove due studentesse sono state accerchiate, picchiate e fatte oggetto di ‘urinazione’ da parte di immigrati, di avere istituito una squadra di volontari per la sicurezza. “Dove non c’è lo Stato c’è Forza Nuova, ed i Forzanovisti, non essendo semplicemente indignati ma incazzati neri, hanno già iniziato a presidiare le zone più a rischio della città, dalla stazione vecchia e nuova al piazzale delle corriere, passando per lo stesso centro storico e anche per la Filanda e il Masero, con intenzione di coprire prossimamente e con regolarità tutta Aulla. Noi non siamo parolai, come per esempio potrebbero esserlo Novelli e Santini della Lega Nord, i quali hanno paragonato le selvagge azioni degli immigrati a due locandine contro l’immigrazione affisse recentemente dal nostro movimento giovanile, Lotta Studentesca, presso il Liceo Classico di Aulla, un blitz che tra l’altro denunciava “quelle situazioni di disagio che sfociano poi in bullismo o delinquenza, comportamenti che non si limitano all’ambito scolastico ma che si riflettono in seguito anche nel sociale”: scripta manent, e – purtroppo – la storia ci ha dato ragione visto il caso delle due studentesse aggredite; non siamo nemmeno buonisti come la signorina Cravet, dello stesso Liceo Classico, che da buona democratica invoca leggi liberticide per chiuderci la bocca: ma la verità non si può arrestare, e da uomini liberi siamo comunque disposti a qualsiasi tipo di confronto.
Adesso tocca a noi riprenderci i quartieri: invitiamo quindi tutti gli uomini di buona e coraggiosa volontà a contattarci (tramite la pagina Fb “Forza Nuova Lunigiana” o il recapito “392.8316607”) per aderire alle Passeggiate per la sicurezza; è giunto il momento di scendere in strada e di sbarrarla agli invasori“. http://voxnews.info/2016/03/21/immigrati-accerchiano-e-urinano-su-studentesse-italiane/


IL BULLISMO CRIMINALE DEL GENDER! L’asilo elimina la festa del papà: “Sarebbe un trauma”. marzo 18, 2016 Dopo il caso di Milano, festa del papà eliminata anche all’asilo San Pietro di Albaro. Festa che nelle scuole per l’infanzia e alle elementari veniva festeggiata oggi perché San Giuseppe quest’anno voeme di sabato. Le maestre non hanno fatto fare il consueto lavoretto ai bimbi per i loro papà. Niente. Lo scrivono i giornali locali. Tanto è inutile, hanno spiegato della scuola materna comunale, perché ormai c’è un’alta percentuale di coppie separate e in genere si tratta di brutti eventi famigliari da non ricordare. Il padre come un ‘trauma da dimenticare’. Ennesimo esempio di come la cucciolata attualmente al lavoro come insegnanti nelle scuole italiane sia venuta su male, molto male. Uccidere il padre per eliminare la tradizione, eliminando simbolicamente la figura paterna mirano alla dissoluzione dell’identità sociale che vi fa riferimento.
Lorenza Castello - 19 mar 2016, Io, in tutto QUESTO, non vedo altro che un abuso di potere! I gay o lesbiche, dovrebbero un attimino rispolverare il dizionario e cercare il significato di alcune parole. tipo umiltà e sincerità, poi dovrebbero iniziare ad accettarsi per quello che sono. .... Il cancellare la festa del papà e una fesseria, questi bambini per forza un padre da qualche parte lo hanno se no non sarebbero al mondo! parlano di turbare, allora gli orfani??? o quelli abbandonati nellA immondizia? Vergogna tutto cIÒ fa schifo! http://voxnews.info/2016/03/18/lasilo-elimina-la-festa-del-papa-sarebbe-un-trauma/


PENSIERI DEL FARISEO ROTHSCHILD E OGM SPA FED UK, REGIME MASSONICO E SCIE CHIMICHE ] SE VOLESSI METTERE IN GINOCCHIO L'UMANITA' .... Se io volessi essere malvagio, se volessi mettere in ginocchio l’umanità, spruzzerei su tutto il suo cibo del glifosato, poi spruzzerei nell’aria dell’alluminio, e se questo ancora non basta, aggiungerei ancora un po’ d'alluminio nei vaccini. In questo modo posso riuscire a rendervi tutti quanti stupidi, e nell’arco di due o tre generazioni vi porterei all’estinzione.deca


20/03/2016 ** Maria Rachele Ruiu ** [ I NUOVI MOSTRI NEL REGIME BILDENBERG DARWIN SODOMA: TUTTE LE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE SENZA SOVRANITÀ MONETARIA: E TUTTI I LORO SATANA DELL'ANTICRISTO.. TRA LORO E LA MINACCIA ISLAMICA? LA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA COLLASSERÀ! Toh! Ora lo dicono anche loro! La domanda è: ma chi cacchio ha spinto perchè passasse al senato la Cirinnà? Che le unioni civili così come scritte siano il matrimonio e che il matrimonio chiami necessariamente la filiazione e che due persone dello stesso sesso non possono avere figli naturalmente.... è un ragionamento tanto difficile da comprendere? Chiedo onestamente. [Manca un passaggio in questo articolo: ci si dimentica dei fratelli non selezionati, quelli uccisi nel grembo materno in favore di quello scelto!] Nel felice racconto della genitorialità con la gestazione per altri si è trattato con pochi accenni a una parte importante della questione, ovvero il prima dell’impianto dell’embrione. Quel prima non è un pezzo da poco perché riguarda la selezione e l’acquisto del materiale genetico che serve per costruire la nuova vita, ovvero lo sperma e gli ovuli, fondamentali perché determinano le caratteristiche di una persona. La scelta di questi donatori e della portatrice di utero hanno dei costi e si stanno muovendo secondo criteri economici e geografici simili a quelli dei movimenti dei capitali finanziari.
Chiamare la maternità surrogata una donazione è un eufemismo perché in realtà si tratta di un vero e proprio mercato che ha dei tariffari, una domanda e un’offerta, dei contratti, un marketing, dei mediatori, come in qualunque scambio di merce o di prestazione. L’invasione del linguaggio e della mentalità del marketing nel mercato dei corpi, perché di questo si tratta, è già avvenuto e basta guardare gli slogan di certe agenzie che ricalcano quelli della promozione di viaggi low cost, come Pacchetto bimbo in braccio, Pacchetto Surrogacy, pacchetto Economy Plus che stabiliscono tariffe diverse secondo i tentativi di fecondazione e le scadenze del compenso.
In questa compravendita lo sperma è la merce che costa di meno. Si va dalle poche centinaia di dollari chiesti da un’agenzia israeliana, ai diversi prezzi che un’agenzia russa paga secondo la nazionalità del donatore/venditore. Per la stessa quantità di liquido seminale a un russo vengono dati meno di 200 euro, mentre a un danese o a uno svedese più di 800. Stessa cosa succede con le donatrici di ovuli. Negli Usa, dove la media per una donazione di ovuli è ricompensata dai 10 ai 15mila dollari, se la donatrice è alta, bionda e ha frequentato Harvard può chiedere un prezzo molto più alto di una donna non laureata.
Anche per le portatrici di utero le tariffe si adeguano a una geografia economica. Un’americana percepisce al massimo 30mila dollari, un’indiana poco più di 5mila, un’ucraina 10mila circa e basta guardare il costo complessivo dell’operazione per farsi un’idea di come si muove questo business. Negli Usa il costo totale di una maternità surrogata può andare dai 150 ai 200mila dollari, in Ucraina dai 30 ai 50mila, in Russia dai 30 ai 65mila dollari. Per offrire prezzi concorrenziali c’è chi si è organizzato con gli stessi criteri della movimentazione dei capitali. E allora ecco agenzie americane che ricorrono a portatrici di utero messicane, o agenzie israeliane che propongono l’inseminazione negli Usa e poi trasferiscono gli embrioni congelati in Nepal dove vengono impiantati nell’utero di donne indiane, per risparmiare.
In «Clinical Labor», libro uscito nel 2014, le ricercatrici australiane Melinda Cooper e Catherine Waldby analizzano le nuove forme di lavoro bioeconomico come la maternità surrogata. Osservano come il mercato della riproduzione assistita cresce sempre di più espandendosi in servizi e settori dell’industria biomedica. Rivelano come il clinical labor diventerà sempre più rappresentativo delle economie neoliberiste del 21esimo secolo.
C’è chi per pagare un percorso così vende una proprietà, se ce l’ha, o chiede un prestito. Dall’altra parte ci sono donne che si sottopongono a cure ormonali e a una gravidanza conto terzi per comprare una casa o pagare l’università ai figli. Intanto medici, cliniche, agenzie, assicurazioni, ospedali e avvocati vedono crescere il proprio conto in banca. In mezzo c’è il desiderio di un figlio. Viene davvero da chiedersi se un bisogno così ha il diritto di essere esaudito a qualunque costo, letteralmente parlando


20/03/2016 A MADRID UN BAMBINO NASCE TRANS PER LEGGE! ] [ SPAGNA:ALTRA GRANDE NAZIONE A CUI CI DOBBIAMO ALLINEARE? La follia eretta a sistema! Si legge che “si deve rispettare l’identità di genere che ogni persona riferisca di avere nel momento in cui fa uso degli spazi separati per sesso”. Vale a dire che un bambino potrà accedere agli spogliatoi delle bambine: basta manifestare solo che egli “si sente donna”. http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-follia-a-madrid-il-bimbo-e-trans-per-legge-15609.htm#.Vu6R5WHYOnN


20/03/2016 ** Utero in affitto in Canada si fa solo a titolo gratuito, ci raccontano. .. basta chiamare il compenso con un altro nome: rimborso. Love is love lo slogan delle lobby, gli ebetini lo ripetono come automi senza rendersi conto di essere semplicemente dei SERVI
http://m.vanityfair.it/news/mondo/16/03/18/utero-affitto-estero


Il boom dei “bambini transgender” in Inghilterra. Medici in allarme: è una cura o una moda? Nel 2015 oltre mille minorenni sono stati sottoposti a terapie per il "disordine di genere". Nella comunità scientifica c'è chi non si fa prendere dall'euforia... http://www.tempi.it/boom-bambini-transgender-inghilterra-medici-allarme-cura-moda#.Vu7Epe_2aUk


"Meglio mamma e papà": giudice licenziato. ecco quando può divenire criminale la ideologia del gender, UNA IDEOLOGIA SENZA UN SUBSTRATO SCIENTIFICO, QUINDI UN CREDO DOGMATICO RELIGIOSO DARWIN. TRA L'ISLAM ED IL GENDER, FARISEI MASSONI SPA FED, HANNO PORTATO UN ATTACCO MORTALE ALLA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA! Il caso del magistrato inglese Richard Page, già costretto a seguire corsi rieducativi, che ora denuncia il ministro della Giustizia: "Decisione illiberale e intollerante" Un giudice inglese è stato rimosso dal suo incarico per colpa grave, ossia l'aver sostenuto che è meglio affidare un bambino a una mamma e un papà piuttosto che a due presone dello stesso sesso. Il provvedimento contro Richard Page, magistrato 69enne in carica da 15 anni presso il tribunale delle famiglie del Kent, è stato autorizzato la settimana scorsa dal ministro della Giustizia Michael Gove e dal presidente della Corte suprema, Lord Thomas di Cwmgiedd. Nel 2014, il giudice emise una sentenza su un caso di affido da cui partì un’indagine disciplinare che si concluse con l’obbligo per Page di partecipare a corsi di aggiornamento rieducativi. L’ufficio preposto spiegò nella motivazione che in quel processo "Il giudice si è lasciato influenzare dal suo credo religioso piuttosto che dall’evidenza". Quale evidenza? In una intervista alla Bbc nella primavera del 2015, Page chiarì: "La mia responsabilità come magistrato è di fare ciò che considero il meglio per i bambini e il mio sentore era che il meglio per lui (il bambino coinvolto nella vicenda, ndr) fosse che i suoi genitori adottivi fossero un uomo e una donna". Quell’intervista alla tv britannica è costata al giudice un’ulteriore indagine, fino alla decisione della sua rimozione definitiva, con l’accusa di "faziosità e pregiudizio". Facendo leva proprio sul concetto di evidenza, Page si è difeso spiegando che riguardo ai caso di adozione da parte di persone dello stesso sesso, non c’è ancora stata una "corretta analisi sugli effetti di tali collocamenti sui bambini", ma "io, come magistrato, devo agire sulla base delle prove. E, molto semplicemente, credo che non vi siano prove sufficienti a convincermi che affidare un bambino alle cure di una coppia dello stesso sesso possa essere, dal punto di vista olistico, un bene per un bambino anziché affidarlo a una mamma e un papà come Dio e la natura vogliono". Adesso, dopo la rimozione dall’incarico, il magistrato ha deciso di denunciare il ministro Gove, rimproverandogli di "assecondare la nuova ortodossia politica" e di aver preso una "decisione profondamente illiberale e intollerante". "Sono inorridito – spiega –da come stanno andando le cose. E che i cristiani vengano emarginati così". Page dice inoltre di essere "infastidito" dal fatto che "persone che dicono di avere una visione cristiana se la prendano con me per la mia visione cristiana, e fra queste c’è Michael Gove". Andrea Minichiello Williams, l’avvocato del Christian Legal Center che difende Page, ha ricordato infine che il giudice ha anche prestato servizio per lungo tempo il Servizio sanitario nazionale, guadagnandosi la stima per la sua "competenza", motivata proprio dalla "fede cristiana e dalla profonda compassione per le persone". http://www.ilgiornale.it/news/cronache/meglio-mamma-e-pap-giudice-licenziato-1236705.html


La pace non può regnare tra gli uomini, se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro. (Giovanni Paolo ll) Buona Domenica delle Palme a tutti nella pace in Gesù!


fin dove si POSSONO SPINGERE GLI islamici NAZISTI ALLEATI di ISRAELE e della NATO! LE DEMOCRAZIE DEL GOLFO, CHE, SECONDO IL DARWIN SODOMA GENDER DI OBAMA, DOVREBBERO INSEGNARE LA DEMOCRAZIA AD ASSAD!Bahrein: attivista per i diritti umani arrestata per aver strappato una foto... Amnesty International ha sollecitato le autorità del Bahrein a rilasciare immediatamente Zainab al-Khawaja, l’attivista per i diritti umani arrestata il 14 marzo insieme al figlio di 15 mesi. “Zainab al-Khawaja e la sua famiglia sono costantemente presi di mira dalle autorità bahreinite per le loro denunce sulle violazioni dei diritti umani” ha dichiarato James Lynch, vicedirettore del programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International.
“Zainab al-Khawaja è stata condannata solo per aver strappato una foto e aver cercato di visitare il padre in carcere. Se il suo arresto significa che inizierà a scontare la pena, Amnesty International la considererà prigioniera di coscienza, imprigionata solo per il pacifico esercizio del diritto alla libertà d’espressione” ha aggiunto Lynch. Secondo Maryam al-Khawaja, sorella di Zainab, nel pomeriggio del 14 marzo 15 jeep della polizia hanno chiuso la strada dove si trova l’abitazione della famiglia. Gli agenti hanno poi hanno proceduto all’arresto all’interno della casa.
Dall’inizio della rivolta del 2011, Zainab al-Khawaja è una protagonista dell’attivismo per i diritti umani in Bahrein. Da allora, ha trascorso quasi un anno e mezzo in carcere. Ora rischia una condanna a tre anni e un mese di carcere, oltre a una multa di 3.000 dinari per vari capi d’accusa, tra cui aver strappato una fotografia del re. Se non pagherà la multa, il periodo di detenzione sarà esteso di un anno e mezzo. Il padre di Zainab, Abdulhadi al-Khawaja, noto attivista e prigioniero di coscienza, è all’ergastolo dal 2011. La sorella Maryam è accusata di “aggressione a un pubblico ufficiale” che la stava perquisendo. La stessa Maryam al-Khawaja, che vive in esilio, ha riferito ad Amnesty International di temere che l’arresto di Zainab sia legato alle sue recenti denunce sulle violazioni dei diritti umani in Bahrein.
“Le assurde imputazioni contro Zainab al-Khawaja non sono riconosciute dal diritto internazionale e dimostrano fino a che punto le autorità del Bahrein sono disposte ad arrivare pur di ridurre al silenzio la libertà d’espressione e il dissenso pacifico”


Le severe regole degli arruolati Isis e il rischio tradimento... [[ perché la CIA, CONSENTE A TURCHIA E ARABIA SAUDITA LA GESTIONE DELLA GALASSIA JIHADISTA? ]] Nei giorni della cattura in Belgio di Salah Abdeslam, uno dei protagonisti della strage di Parigi del 13 novembre emergono notizie su centinaia di Foreign Fighter dello Stato Islamico, per lo più europei, hanno lasciato la Siria e sono tornati nei loro Paes... Tra i Paesi arabi i più generosi di militanti jihadisti, Libia, Arabia saudita e Sudan. Zaman al Wasl assicura di avere controllato i dati dei questionari delle reclute e quelle dei permessi d’espatrio trovandoli “perfettamente identici per ogni combattente”. http://ninofezzacinereporter.blogspot.it/2016/03/le-severe-regole-degli-arruolati-isis-e.html


Un paio di cose che non si dicono mai di Giordano Bruno, il mago. marzo 13, 2016 Osannato dalla pubblicistica laicista, fu occultista, misogino e antisemita. Ma oggi è esaltato per un’unica ragione: era contro la Chiesa cattolica
http://www.tempi.it/cose-che-non-si-dicono-mai-di-giordano-bruno-il-mago#.Vu-MiNCQlxC


se passa il concetto che, è la LEGA ARABA sharia nel suo insieme, che, gestisce la Galassia jihadista sharia,un solo delitto islamico sharia, Allah akbar mortetutti gli infedeli perché violatore della libertà di coscienza e di religione, per la implementazione estensione territoriale della LEGA ARABA stessa, poi, si capisce come dal terrorismo e genocidio turco, i Curdi, proprio non possono salvarsi! PERCHÉ TUTTO IL GENERE UMANO È STATO CONDANNATO A GENOCIDIO DA FARISEI. FARISEI E SALAFITI SONO NEL SOPRANNATURALE, quindi hanno un dominio psicologico e spirituale contro le loro prede i
GENDER DARwIN scimmie a Sodoma!


"Prima o poi i terroristi si ribellano e attaccano i loro padroni," TUTTE STRONZATE, le PERDITE dolorose, Che la Regia saudita e gestione Turca del Terrorismo islamico possono arrecare? sono sempre perdite CALCOLATE, razionalizzate! IL TERRORISMO DI FATTO IMPLEMENTA LA GEOPOLITICA E LA ESPANSIONE TERRITORIALE DELLA LEGA ARABA ] IL TERRORISMO TURCO E SAUDITA SALAFITA, È PER DANNEGGIARE IL GENERE UMANO, ATTRAVERSO LA COMPLICITÀ DELLA CIA NATO! DA QUESTA ISLAMICA SHARIA STORIA, VIOLAZIONE DI TUTTI I DIRITTI UMANI, NON NE USCIAMO VIVI SENZA POTER REALIZZARE UN ENORME MASSACRO DI TUTTA LA LEGA ARABA! [ “La Turchia ha giocato con i terroristi senza difesa” 20.03.2016( I recenti attacchi terroristici in Turchia sono legati alle "porte girevoli" lungo il confine con la Siria per gli uomini di varie organizzazioni terroristiche, ha affermato il membro della commissione Esteri della Duma Adalbi Shhagoshev. La Turchia ha giocato con i terroristi scoprendo il fianco, ha riferito a RIA Novosti commentando l'attentato terroristico avvenuto ad Istanbul Adalbi Shhagoshev, membro della commissione Esteri della Duma. L'attacco del terrorista suicida è avvenuto nella via pedonale Istiklal, tra un centro commerciale e la sede dell'amministrazione del quartiere. Cinque persone sono rimaste uccise, compreso l'attentatore, 36 sono stati i feriti. "Tutti i recenti attacchi terroristici in Turchia, compreso quello di sabato, in un modo o nell'altro sono legati alle "porte girevoli" per i terroristi lungo i 180 chilometri di confine turco-siriano. La Turchia ha giocato con i terroristi, scoprendo il fianco", — ha dichiarato il politico. Secondo Shhagoshev, il presidente turco Erdogan non ha capito che i terroristi del Daesh sono diventati per lui più pericolosi di Assad e dei curdi.
"Prima o poi i terroristi si ribellano e attaccano i loro padroni," — ha osservato il parlamentare.
"Erdogan una soluzione ce l'ha: chiudere questo corridoio terroristico. La spinta potrebbe essere la scelta tra l'odio dei curdi e la guerra civile in Turchia", — ha concluso Shhagoshev: http://it.sputniknews.com/politica/20160320/2310571/Daesh-Terrorismo-Erdogan-curdi-Siria.html#ixzz43Tlvrpz7


È VERO: voi MI POTETE IMPEDIRE la COSTRUzione del TEMPIO EBRAICO, PER NEGARVI, la partecipazione alla festa al MATRIMONIO: tra DIO JHWH holy, e il GENERE UMANO rappresentato nel suo insieme da ISRAELE, MA, POI, voi COSTRINGERE me, A VENIRE AL VOSTRO FUNERALE! Quindi al mio progetto di amore, voi avete preferito la vostra distruzione?


IO HO PRESO PER SOVRANITÀ DIVINA, IL POSSESSO DEL GENERE UMANO PER I PROSSIMI 50 ANNI, ED ESSERE PRIVATO DEL MIO CORPO BIOLOGICO PRIMA DEL TEMPO? PER ME SAREBBE UN ENORME VANTAGGIO! .. e di questo i sacerdoti di Satana nella CIA NWO, si sono resi edotti: per troppe dolorose esperienze e perdite, ecco perché, hanno smesso di contrastarmi. MA GLI EVENTI DELLA STORIA DELLA SALVEZZA? NO! COMUNQUE, NON POSSONO ESSERE FERMATI!


DUE POTENZE ESISTONO NEL MONDO: 1. UNIUS REI: IL REGNO POLITICO TEOCRATICO LAICO DI ISRAELE, ED IL 2. FARISEO 666 ROTHSCHILD SPA FMI: TU FAI LA TUA SCELTA DI CAMPO! ] [ IO HO UN COMPUTER DA 400EURO, E SONO SOLO CON DIO ONNIPOTENTE CREATORE, E ROTHSCHILD HA TUTTI I SOLDI DEL MONDO: INSIEME A TUTTI I DEMONI DELL'INFERNO! il vero motivo: per cui, i satana: SALAFITI FARISEI MASSONI GENDER MERKEL L'ANTICRISTO MOGHERINI OBAMA GENDER SALMAN ERDOGAN SHARIA hanno aggredito Siria ed IRAQ è perché in queste NAzIoni vivevano le più antiche comunità cristiane del Pianeta, HANNO CERCATO I SATANA E I LORO MAOMETTANI: LA SINAGOGA DI SATANA, DI STERMINARE LE RADICI DEL CRISTIANESIMO!


DUE POTENZE ESISTONO NEL MONDO: 1. UNIUS REI, ED IL 2. FARISEO ROTHSCHILD: TU FAI LA TUA SCELTA DI CAMPO! COSA E PERCHÉ, QUESTO DELITTO È SUCCESSO IN SIRIA? 1. PERCHÉ, LA SIRIA NON È UN REGIME SALAFITA, QUINDI I DEMONI: SPA FED UK, CIA SAUDITI TURCHI LA HANNO AGGREDITA, 2. MA, PURTROPPO LA SIRIA HA IL DELITTO DELLA SHARIA, COME LA GIORDANIA, ecc... QUINDI PER NON ESSERE DISINTEGRATI, TUTTE LE NAZIONI DELLA LEGA ARABA DEVONO SOTTOMETTERSI, AD UNIUS REI, OPPURE, A ROTHSCHILD! SCEGLI ORA IL TUO DESTINO! CALIFFATO MONDIALE ISLAMICO E SHARIA: LA LEGGE A CUI TUTTI DOVRANNO CHINARE IL CAPO IN UN MODO O NELL'ALTRO? Pubblicato da BOJS - LION OF YAHUDA venerdì 8 agosto 2014 "No, per il tuo Signore, NON SARANNO CREDENTI FINCHE' non ti avranno eletto giudice delle loro discordie e FINCHE' NON AVRANNO ACCETTATO SENZA RECRIMINARE quello che avrai deciso, SOTTOMETTENDOSI COMPLETAMENTE." Sura IV An-Nisâ' (IV,65)
Lâ ilâha illâ Allah, Sahih Bukhari (il piu sacro dopo il Corano) Volume 4, Libro 52, Numero 260, narra: Ali bruciò alcune persone e la notizia giunse ad Ibn 'Abbas, che disse: 'Fossi stato io al suo posto non li avrei bruciati'. Perché il Profeta (pbsl) ha detto: 'Non punite (nessuno) con la Punizione di Allah.' Ma non c'è dubbio che li avrei uccisi, poiché il Profeta ha detto: 'Se qualcuno (Musulmano) abbandona la sua religione, uccidetelo'." Agenda LEGA ARABA, nazi sharia, da tutti è conosciuta??
"Prima, si fa il genocidio di tutti gli israeliani, e poi, si conquista ROMA e il mondo!"
QUESTO E' IL VERO SCOPO DELL'ISIS E DELLA JIHAD ISLAMICA
E' UNA PROFEZIA CHE TROVERETE SPIEGATACLICCANDO SUL LINK QUI SOTTO: L'ANTICRISTO, IL CALIFFATO UNIVERSALE E LE PROFEZIE. Chi vuole capire cosa stiamo affrontando per davvero oltre ciò che dicono i media non può fare ameno di dedicare una serata, invece che ai soliti insulsi programmi televisivi, a questi documenti in cui viengono chiarite molte cose che riguardano la situazione internazionale e cosa ci dobbiamo aspettare dall'autunno in poi e per i prossimi anni. 2014. CHIAMATA ALLA SOTTOMISSIONE ALLE GIUSTE LEGGI DI ALLAH http://intermatrix.blogspot.it/2014/08/no-per-il-tuo-signore-non-saranno.html


[ WARNING IMMAGINE SCIOCCANTE! ] BAMBINA CRISTIANA DECAPITATA DA: SHARIA
 ISLAMICI MODERATI DI: OBAMA GENDER, ERDOGAN CIA E SALMAN SHARIA [
WARNING IMMAGINE SCIOCCANTE! ]
http://1.bp.blogspot.com/--G56uzEMPUc/U-UFqQVSACI/AAAAAAAAENo/0mQ0nP6TbfE/s1600/syria-christian-girl-beheaded-3.jpg


17/12/2004 Turchia - Unione Europea: La questione Cipro divide Turchia e Europa. SE, I TURCHI NON ABBANDONANO CIPRO AI CIPRIOTI, DEPORTANDO, RIPRENDENDOSI, INDIETRO I LORO CRIMINALI ISLAMICI NAZISTI SHARIA TUTTI ALLAH AKBAR? IO DUBITO CHE LA UE, 666 SPA BCE NWO, REGIME MASSONICO GENDER BILDENBERG POSSA AVALLARE UNA GUERRA DI OCCUPAZIONE, CON RELATIVO REGIME ISLAMICO NAZISTA! CIOÈ, SE NON VUOL VEDERE INSANGUINARE TUTTE LE STRADE DI EUROPA CHE È PROPRIO QUELLO CHE STA CERCANDO DI REALIZZARE!


Turchia, Bruxelles ANTICRISTO MASSONE SATANISTA CRIMINALE GENDER, decide sull'entrata nell'Ue .. Il premier turco SHARIA NAZISMO Erdogan HA DETTO: "l'Europa dimostri che non è un club cristiano". MENTRE, LA LEGA ARABA PUÒ DIMOSTRARE DI ESSERE UN CLUB ISLAMICO SHARIA, PENA DI MORTE PER APOSTASIA BLASFEMIA, CHE UCCIDE TUTTI GLI SCHIAVI DHIMMI CRISTIANI!? O C'È LAICITÀ COME ATTO DI RECIPROCITÀ, OPPURE QUESTO È ALTO TRADIMENTO!
http://www.asianews.it/notizie-it/Turchia,-Bruxelles-decide-sull%27entrata-nell%27Ue-2127.html
uniusrei2


19.03.2016)CHE, 666 SPA GMOS AGENDA di INTERESSE, HANNO GLI USA 666, CHE, INTENZIONALMENTE SACERDOTI DI SATANA, hanno DEVASTATO LA SIRIA E IRAQ, PER OTTENERE, COME PRIMO OBIETTIVO: LO STERMINIO DEI CRISTIANI, DI OTTENERE, ADESSO UNA PACIFICAZIONE della società siriana, CHE, LA EUROPA DEVE ESSERE RIEPITA ANCORA DI ISLAMICI? GLI INTERESSI DEI LORO ALLEATI SGOZZATORI SAUDITI sharia, SONO TUTTI PER LA CONTINUAZIONE DELLA GUERRA ovviamente! Alle proposte russe per il controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità finora non è seguita alcuna risposta. Il capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto nel territorio della Repubblica Araba Siriana, tenente generale Sergej Kuralenko, ha fatto sapere che il 25 febbraio la Federazione Russa ha inviato agli USA le proposte per il controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità in Siria, ma finora non è stata comunicata nessuna risposta. «Il 25 febbraio abbiamo inviato alla controparte americana delle proposte per l'organizzazione del controllo delle violazioni della cessazione delle ostilità, ma finora non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Voglio sottolineare che a differenza della controparte americana, gli ufficiali del Centro russo si trovano nelle province, come si suol dire ‘in campo', ed effettuano la deterrenza dei potenziali trasgressori della tregua», ha dichiarato Kuralenko: http://it.sputniknews.com/mondo/20160319/2308078/russia-usa-proposte-siria.html#ixzz43SvmGvjM

====================
Russia pronta ad attuare gli accordi per la Siria in via unilaterale. 21.03.2016 ( GLI USA DOPO AVERE PROGETTATO E FATTO REALIZZARE LO STERMINIO DI TUTTI I CRISTIANI DI SIRIA E IRAQ, NON GLI SEMBRA VERO DI NON AVER POTUTO RACCOGLIERE I FRUTTI DELLA LORO PREDAZIONE, DEI LORO INVESTIMENTI IMMENSI E DEI LORO DELITTI DI GENOCIDIO! COSÌ GLI USA DOPO AVERE SOTTOSCRITTO UN PATTO PER LA SIRIA SI SONO CHIUSI NEL SILENZIO, PERCHÉ TURCHI E SAUDITI HANNO DETTO: "NOI DOBBIAMO INVADERE LA SIRIA: CERTAMENTE!" ) Lunedi il capo del comando operativo supremo dello stato generale delle forze armate russe, generale tenente Sergej Rudskoj, ha dichiarato ai giornalisti che la Russia pronta ad attuare l’accordo sul controllo della tregua in Siria in via unilaterale dal 22 marzo. La Russia ha sviluppato un progetto di transazione dell'accordo per la Siria e il 5 marzo lo ha inoltrato ai colleghi americani. Inoltre la Russia ha continuato in breve tempo a condurre consultazioni per la concordanza del suo testo e ha perfino invitato la delegazione americana nella Federazione Russa. "In assenza di una reazione da parte degli USA alla presente mozione, la Federazione Russa dal 22 marzo si accingerà ad applicare in via unilaterale le regole previste dall'accordo", ha sottolineato il generale tenente Rudskoj. Secono Rudskoj, "la forza militare si adeguerà solo dopo l'ottenimento di prove attendibili della sistematica violazione da parte dei gruppi armati ai vincoli presi nell'ambito della realizzazione della dichiarazione congiunta Russia-USA della cessazione delle ostilità in Siria dal 22 febbraio". Rudskoj ha evidenziato a parte che la forza militare non sarà adeguata contro i gruppi che rispettano la tregua, la popolazione e gli obiettivi civili: http://it.sputniknews.com/mondo/20160321/2313378/russia-siria-accordi.html#ixzz43XzfJuGi
============================

Eurodeputati per la prima volta al Forum economico nella Crimea russa. 21.03.2016 ) QUESTE SANZIONI NASCONO PERCHÉ I NAZISTI MASSONI, SPA FED, NWO 666 CIA, BILDENBERG SODOMA GENDER NELLA NATO, NON ACCETTANO CHE I POPOLI POSSONO SCEGLIERE IL LORO DESTINO, PERCHÉ I POPOLI? SONO TUTTI POPULISTI! ( Al forum, in cui si discuterà la collaborazione d’investimento e la gestione congiunta degli affari,i parlamentari europei potranno dimostrare che non tutti in UE sostengono la politica sanzionatoria. I deputati europei si recherano in Crimea per partecipare al Forum economico internazionale di Jalta per la prima volta dopo la riunificazione della penisola alla Russia. Lo ha reso noto il quotidiano Isvestiya citando il vice presidente di Delovaya Rossya Andrej Nazarov. Nell'ambito dell'incontro, sottolinea la pubblicazione, saranno discusse le prospettive dei rapporti economici Russia-UE, la collaborazione d'investimento e la gestione congiunta degli affari. Inoltre, il quotidiano, citando una fonte ufficiale dell'UE, informa che la delegazione dei parlamentari europei di diversi paesi al forum potrà dimostrare che non tutti in UE sostengono le sanzioni contro la Russia. "Le relazioni economiche tra la Russia e l'Unione Europea sono indispensabili da ambo le parti. Con le sanzioni soffrono prima di tutto le persone, perciò è necessario distruggere questo blocco e rifiutare l'erezione di barriere poliche sulla strada della collaborazione economica", ha dichiarato la fonte. All'inizio di febbraio il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione nella quale è inditato il ripristino del controllo dell'Ucraina sulla Crimea come una delle condizioni per la ripresa della collaborazione con la Russia, inclusa l'abolizione delle sanzioni. Il Forum economico internazionale di Jalta si svolgerà dal 14 al 16 aprile. Si prevede che, oltre i politici europei, parteciperanno al Forum i rappresentanti affarisistici di 25 paesi, tra cui Giappone, Bulgaria, Grecia, Italia, Malesia e Nicaragua.
 http://it.sputniknews.com/mondo/20160321/2313922/forum-economico-crimea.html#ixzz43Y13l5do

=================
guardate che questi assassini sono la spina dorsale del piano KALERGI= GENOCIDIO DEL POPOLO EUROPEO. Re: PENSIERI DEL FARISEO ROTHSCHILD E OGM SPA https://plus.google.com/+UniusreixkingdomBlogspotALLELUIA/posts/dJi2AWpq6Yb PENSIERI DEL FARISEO ROTHSCHILD E OGM SPA FED UK, REGIME MASSONICO E SCIE CHIMICHE ] SE VOLESSI METTERE IN GINOCCHIO L'UMANITA' .... Se io volessi essere malvagio, se volessi mettere in ginocchio l’umanità, spruzzerei su tutto il suo cibo del glifosato, poi spruzzerei nell’aria dell’alluminio, e se questo ancora non basta, aggiungerei ancora un po’ d'alluminio nei vaccini. In questo modo posso riuscire a rendervi tutti quanti stupidi, e nell’arco di due o tre generazioni vi porterei all’estinzione. deca
========================

COSE STRANE SOPRANNATURALI E RAZIONALMENTE INSPIEGABILI: "LA MADONNA HA DETTO: "I SAUDITI SONO LONTANI DA DIO!" Attentati, Islam, tragedie: ecco le profezie (TUTTE AVVERATE) della Madonna delle Tre Fontane. (VOCI DAL CIELO ) La Vergine si è rivelata a Bruno Cornacchiola a Roma dal 1947 al 2001. Prefigurando ciò che sarebbe accaduto negli anni a venire. Molly Holzschlag. 15 marzo 2016. Statue of Virgin Mary and Jesus from the cross sky background. Nell’ottobre del 2014 la copertina di Dabiq, il periodico dello Stato islamico, sconvolse il mondo civile, pubblicando un fotomontaggio nel quale la bandiera dell’Isis sventolava sull’obelisco dinanzi alla basilica di San Pietro. Sessantanove anni fa, nell’apparizione romana delle Tre Fontane, una simile profezia era già stata proposta dalla Vergine della Rivelazione a Bruno Cornacchiola: «Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’Oriente un popolo forte (ARABIA SAUDITA ? ), ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sante e sacre, quando gli sarà dato di farlo» (Salani.it, 2015).
“UNA RAGAZZA DI GRANDE BELLEZZA”
Cornacchiola è morto nel 2001, dopo una vita romanzesca segnata dapprima dall’intenzione di uccidere il papa, da lui considerato il capo della ‘sinagoga di Satana’, e successivamente dalla fulminea conversione al cattolicesimo, a seguito della straordinaria esperienza del 12 aprile 1947. Quel giorno, insieme ai suoi tre figli, vide sulla collinetta delle Tre Fontane a Roma una ragazza di grande bellezza, scura di pelle e di capelli, con un manto verde e un libro fra le mani; e da quel momento per tutta la vita continuò a ricevere da lei messaggi spirituali e annunci profetici fino a pochissimi mesi prima della morte, avvenuta il 22 giugno 2001.
LE PROFEZIE
Il veggente consegnò i segreti ricevuti dalla Madonna al Vaticano, che non ha mai ritenuto opportuno pubblicarli. Si tratta di sogni e di visioni che anticipavano in maniera inquietante drammatici eventi dell’ultimo secolo: dalla tragedia di Superga nel 1949 all’elezione di Paolo VI nel 1963, dalla guerra dello Yom Kippur nel 1973 al rapimento e all’assassinio di Aldo Moro nel 1978, dal ferimento di Giovanni Paolo II nel 1981 all’esplosione del reattore di Chernobyl nel 1986, dall’attentato alla basilica di San Giovanni in Laterano nel 1993 alla caduta delle Torri Gemelle nel 2001.
IL SEGRETO DI BRUNO
Per ordine della Vergine, Cornacchiola custodì una copia personale delle testimonianze dal 1947 al 2001, anno della sua morte: oggi, dopo anni di studi e di analisi, Saverio Gaeta – l’unico giornalista che ha avuto accesso ai diari di Bruno Cornacchiola custoditi presso l’associazione dei fedeli da lui fondata – ne svela integralmente i contenuti in “I segreti dei diari di Bruno Cornacchiola” (Salani editore).
“BUIO E PERDIZIONE FUORI DALLA CHIESA”
L’apparizione avviene intorno alle 16 del 12 aprile 1947. La ‘Bella Signora’ teneva nella mano destra, all’altezza del petto, un libro dalla copertina color cenere, mentre con la sinistra indicava verso i suoi piedi, dove c’erano un drappo nero simile a una tonaca aggrovigliato in terra e pezzi di un crocifisso.
Statue of Virgin Mary and Jesus from the cross sky background.La Vergine si presenta a Cornicchiola con queste parole: «Sono Colei che sono nella Trinità divina. Sono la Vergine della Rivelazione. Tu mi perseguiti; ora basta! Torna nell’Ovile Santo, Corte Celeste in terra. Ubbidisci alla Chiesa, ubbidisci all’Autorità. Ubbidisci, e lascia subito questa via che tu hai intrapreso e cammina nella Chiesa che è la Verità e allora troverai pace e salvezza. Fuori della Chiesa, fondata da mio Figlio, c’è buio, c’è perdizione. Tornate, tornate alla fonte pura dell’Evangelo, che è la vera via della Fede e della santificazione, che è la via della conversione(…)».
LA CONVERSIONE DEGLI “OSTINATI”
La Madre di Misericordia prosegue: «Prometto un favore grande, speciale: Io convertirò i più ostinati con miracoli che opererò con questa terra di peccato (la terra del luogo dell’Apparizione). Venite con Fede e sarete guariti nel corpo e nell’anima spirituale (Poca terra e molta Fede). Non peccate! Non andate a letto con il peccato mortale perché le disgrazie aumenteranno» (Amatevi, maggio 2013).
LA PRIMA PREMONIZIONE
La prima premonizione di cui si trova traccia nel diario risale al 30 marzo 1949: «Questa mattina ho fatto un brutto sogno. Mi pareva di vedere un aereo andare a fuoco e sopra vi era scritto: Torino. Che sarà?». Il 4 maggio successivo avvenne la tragedia di Superga: l’aereo che stava riportando nel capoluogo piemontese la squadra di calcio del cosiddetto Grande Torino, da cinque anni ininterrottamente campione d’Italia, si schiantò contro il muraglione posteriore della basilica sulla collina torinese provocando trentuno vittime.
LA PROFEZIA DI ALDO MORO
Il 31 gennaio e il 25 marzo 1978 Cornacchiola sognò ancora. Furono due sogni sconvolgenti, che rivelano ancora oggi tutta la loro drammaticità: «Mi trovo vicino al Verano e, mentre stavo per entrarvi e pregare, incontro una schiera di una quindicina circa di uomini che uscivano e tra di essi vedo Aldo Moro. Mi fermo a guardare, e lui si ferma e dice: ‘Ma tu non sei quello della Madonna?’. ‘Sì’ gli dico, ‘lo sono’. ‘Ebbene, prega per me, perché ho un cattivo presentimento, di qualcosa che capita presto sopra di me!’. Mi saluta e va fuori, sale in auto, io continuo la mia visita e penso a lui come mai ho pensato». Alle 9.25 del 16 marzo, un’edizione straordinaria del Gr2 annunciò la terribile notizia del rapimento dell’onorevole Moro, segretario politico della Democrazia Cristiana, e dell’assassinio dei cinque uomini della sua scorta.
I VELENI DI CHERNOBYL
Il 1° febbraio 1986 la Vergine gli consegna un primo messaggio un po’ criptico: «Preparatevi, figli miei: la mano non posso trattenerla più! L’ira della giustizia è sopra di voi! I segni li vivrete: segni dall’aria avvelenata e dalla terra incolta e dal biancore del latte inservibile!».
Che viene meglio definito il 1° marzo successivo.
«Da oggi in poi, l’inquinamento nel mondo; cioè: su questa povera Terra, e dalla Russia e dall’America, o Asia, Oceania o Europa, e perfino dall’Africa: i gas venefici per l’uomo; gli animali, le bestie, le piante e le verdure avvelenate, saranno per colpa dell’uomo!». Dopo nemmeno due mesi, all’1.23 del 26 aprile, nella centrale nucleare di Chernobyl.
LA BOMBA AL LATERANO
L’ultima premonizione segnalata a chiare lettere si riferisce alla nottata fra il 27 e il 28 luglio 1993, quando il veggente sogna «san Francesco sotto la basilica di San Giovanni che mi chiama per aiutarlo a reggere la chiesa. San Francesco mi incoraggia di sostenere con lui la Chiesa. Mi metto spavento perché crollò quasi tutta». È da ricordare che dinanzi alla cattedrale romana, sulla piazza di Porta San Giovanni, c’è il monumento a san Francesco d’Assisi inaugurato nel 1927 in occasione del settimo centenario della morte del santo. Al risveglio, ascoltando la radio, Bruno scopre che in piazza di San Giovanni in Laterano, proprio fra il lato destro della basilica e l’ingresso del Vicariato, era appena esplosa un’autobomba.

============================
SE, NOI NON ACCETTIAMO PER CONVENZIONE, CHE LA VITA È SACRA, ED È UNA MANIFESTAZIONE DEL DIVINO, POI, NON È PIÙ POSSIBILE POTER FERMARE TUTTI GLI AMBITI DEL MOSTRUOSO! Es increíble. ONU Mujer sigue presionando por el aborto. Es lo que están diciendo en la 60ª reunión de la Comisión para la Condición Jurídica y Social de la Mujer que se celebra en Nueva York hasta este jueves. ¿Quieres escribir ahora a las máximas responsables de ONU Mujer? http://citizengo.org/es/33602-no-promuevan-aborto-y-protejan-maternidad Hay varias activistas provida allá que me están contando minuto a minuto lo que está pasando. Lo más grave es que parece que van a por todo. Sin disimular. El Fondo de Población de Naciones Unidas comparte mesa con Planned Parenthood, acusado -e investigado por el Fiscal General de EEUU- de lucrarse con los bebés abortados. ¡Ni cuidan las apariencias!
Pretenden el “derecho” al aborto aunque saben que dicho derecho no ha sido reconocido nunca en ningún tratado internacional.
Afirman –por ejemplo- que una vez que se legalice el aborto y se acepte socialmente desaparecerá el síndrome post-aborto.
¡Falso! La realidad es que el síndrome post-aborto se encuadra entre los síndromes de estrés post-traumático. Y el trauma es evidente: la pérdida de un hijo. Sin derecho a duelo…
Además, tienen la incoherencia de afirmar que el síndrome post-aborto desaparecería con la legalización del aborto pero reconocen que las mujeres casadas de niñas sufren un trauma toda su vida con independencia de que esté legalizado y/o aceptado socialmente. La ideología es así de incoherente…
Escribe ahora a ONU Mujer y pídeles que renfoquen sus esfuerzos –y recursos- a la protección de la maternidad.
http://citizengo.org/es/33602-no-promuevan-aborto-y-protejan-maternidad
En una mesa redonda sobre mujer e islamismo radical el responsable del gobierno de EEUU para la violencia extrema propone como solución que las mujeres abandonen la maternidad para convertirse en capitanas de la policía y del ejército…
“Más mamás y menos programas. Sus programas no tienen en cuenta las necesidades reales de las mujeres y generan más problemas que soluciones”, responden las ONGs Peacemakers y Hedayah. ¡Zas!
Más ‘zás’. Una ex ministra de Mujer de Dinamarca apela a la necesidad de legalizar el aborto en África para rebajar la elevada tasa de mortalidad materno-infantil. Su propuesta es una colonización ideológica, le espeta una ONG local.
¿Por qué me dice eso?
Ni siquiera puedo traducirlo a mi lengua local y Ud. me está pidiendo que vayamos contra lo que opinan nuestras madres, abuelas y tatarabuelas.
Un médico también le responde: “el embarazo no es una enfermedad y el aborto no es salud”. ¡Bien!
Con todo, el despliegue de las ONGs abortistas es espectacular. ¡Van por todo!
Los debates se prolongarán hasta el jueves. ¡Todavía estamos a tiempo de intervenir!
¿Quieres escribir ahora a las responsables de ONU Mujer?
http://citizengo.org/es/33602-no-promuevan-aborto-y-protejan-maternidad
Van de feministas pero son lo más machista que hay. Muchos estudios demuestran que la principal causa de aborto es el abandono de la pareja. Las mujeres abortan porque se sienten solas. Y la respuesta de algunos “progresistas” es garantizar dicha soledad y la huida de responsabilidades del varón. ¡Toma progresismo!
El aborto no es un derecho; es un drama
Att. Phumzile Mlambo-Ngcuka, Directora Ejecutiva de ONU Mujer y Secretaria General Adjunta de las Naciones Unidas
Lakshmi Puri, Directora Ejecutiva Adjunta de ONU Mujer, Oficina de Apoyo Intergubernamental y Alianzas Estratégicas y Subsecretaria General de las Naciones Unidas. Yannick Glemarec, Director Ejecutivo Adjunto de ONU Mujer, Oficina de Programas y Políticas, Subsecretario General de las Naciones Unida, Escribo en relación a los debates mantenidos con ocasión de la 60º edición de la Comisión para la Condición Jurídica y Social de la Mujer.
Me preocupa que se plantee el aborto como un derecho de las mujeres y un avance en la igualdad de género.
Como sabe, el aborto nunca ha sido considerado como un derecho humano en ningún tratado o acuerdo internacional.
Como seguramente sabrán además, la principal causa de aborto es el abandono de la pareja. La mujer aborta principalmente por la presión del varón, la familia o el trabajo.
¿Por qué no reenfocar los esfuerzos a proteger la maternidad frente a las presiones anti-mujer?
El aborto nunca soluciona nada. La mujer que aborta se convierte en madre de un hijo muerto sin derecho a duelo.
Es un fracaso personal y social. Les pido que destinen sus esfuerzos y recursos a proteger la maternidad y la vida que está por nacer.
=========================
SALMAN SHARIA, LA BESTIA DI SATANA: ALLAH AKBAR, E ROTHSCHILD SPA FED SATANA NWO, LORO FANNO IL GENOCIDIO DEGLI SCIITI PER DARE IL GOVERNO DELLO YEMEN A QUESTI ISLAMICI CHE UCCIDONO I CRISTIANI! E QUESTI SONO SEMPRE GLI STESSI TERRORISTI MODERATI DI OBAMA, CHE SONO STATI MANDATI A COMBATTERE LA JIHAD IN SIRIA, PERCHÉ QUELLA È STATA UNA GUERRA DI INVASIONE ATTRAVERSO IL TERRORISMO ISLAMICO! 21/03/2016, YEMEN - ITALIA. Per P. Tom, rapito in Yemen, Giovedì santo preghiera e adorazione per i martiri, P. Tom Uzhunnalil era il cappellano dell suore di Madre Teresa uccise a Aden. Ora è nelle mani dei jihadisti.Ancora nessuna notizia ufficiale sulla sua sorte; voci per nulla confermate parlano di una sua crocifissione il Venerdì Santo. Il Rettor Maggiore si rivolge alla Famiglia Salesiana chiedendo preghiere per le vittime di violenze confessionali.
Roma (AsiaNews) - Nella Settimana Santa e, in particolare, giovedì dopo l’eucaristia “In Coena Domini”, la Famiglia salesiana chiede di pregare per le quattro suore massacrate in Yemen e per la liberazione di p. Tom Uzhunnalil, il sacerdote indiano rapito dal commando estremista. È questo l’appello lanciato dal Rettor Maggior in un videomessaggio che viene pubblicato oggi sul sito internet dell’istituto. AsiaNews ha ricevuto il testo e lo condivide con i suoi lettori, per mantenere viva l’attenzione sulla tragedia che ha colpito la piccola comunità cattolica dello Yemen.
Dal 4 marzo scorso p. Tom Uzhunnalil è nelle mani del gruppo jihadista, con tutta probabilità legato allo Stato islamico (SI), che ha massacrato quattro suore di Madre Teresa e altre 12 persone ad Aden, nel sud del Paese. Finora non vi sono state notizie ufficiali sulla sorte del 56enne sacerdote nato a a Ramapuram, vicino a Pala (Kottayam, Kerala), da una famiglia profondamente cattolica. Suo zio Matteo, morto lo scorso anno, anch’egli salesiano, è il fondatore della missione in Yemen. P. Tom si trova in Yemen da quattro anni.
In queste ore in India circolano voci senza fondamento di un piano elaborato dai rapitori che prevede la tortura, l’uccisione e la crocifissione del sacerdote il prossimo 25 marzo, in concomitanza con il Venerdì Santo in cui si ricorda la passione e morte di Cristo. Si tratta di voci per nulla confermate, ma che contribuiscono ad alimentare i timori sulla sorte del salesiano.
In risposta, i confratelli e la Famiglia salesiana invitano a “vivere un momento molto intenso di preghiera nella sera del Giovedì Santo, quando accompagneremo Gesù nel dolore e nella solitudine del Getsemani”. “Continuiamo a seguire con dolore e con grande apprensione, quello che sta accadendo al nostro fratello Tom, Salesiano di Don Bosco, che è scomparso e del quale non sappiamo più nulla. Desidero esprimere - afferma il Rettor Maggiore - anche tutta la nostra vicinanza, e la nostra solidarietà alla sua famiglia”. Ecco, di seguito, il messaggio di preghiera per i martiri della fede e, in particolare, per p. Tom: Miei cari fratelli salesiani,
Mie care sorelle e fratelli di tutta la Famiglia Salesiana del mondo,
Cari giovani che vi trovate nei luoghi più diversi del mondo salesiano, vi mando il mio saluto sincero alle porte della Settimana Santa e della Pasqua. Il senso di questo mio appello è invitarvi tutti in qualunque luogo siate del mondo salesiano, a vivere un momento molto intenso di fede e di preghiera. E il motivo è questo: è troppo forte il dolore cui siamo costretti ad assistere in tante parti del mondo, con così tante persone, di diverse religioni e confessioni, che soffrono un autentico martirio.
Nella nostra Chiesa, un gran numero di uomini e donne cristiani, sono perseguitati per la loro fede in Gesù.
Il dramma più recente, lo sappiamo bene, è avvenuto in Yemen, dove sono state uccise diverse persone quattro suore Missionarie della Carità di Madre Teresa, che sono morte martiri, e gli altri laici e laiche, che hanno dato la vita per la loro fede, per il solo essere lì, alla fine, martiri anch’essi, falciati da una violenza insensata.
Continuiamo a seguire con dolore e con grande apprensione, quello che sta accadendo al nostro fratello Tom, Salesiano di Don Bosco, che è scomparso e del quale non sappiamo più nulla.
Desidero esprimere anche tutta la nostra vicinanza, e la nostra solidarietà alla sua famiglia mentre imploriamo dal Signore una pace profonda perché possa vivere questo momento; confidando nel Signore Gesù.
Per questo, invito tutti a vivere un momento molto intenso di preghiera nella sera del Giovedì Santo, quando accompagneremo Gesù nel dolore e nella solitudine del Getsemani. Spero vivamente che tutta la nostra Famiglia Salesiana del mondo e i nostri giovani possano essere uniti, nei diversi luoghi e alle diverse ore, in quest’unica preghiera: per la pace. Ci uniamo a Papa Francesco, che continuamente invoca questa pace. Imploriamo la pace dal Signore e chiediamo l’infinita pace eterna per i martiri e la forza straordinaria del Risorto per tutti quelli che soffrono per tanto dolore e la persecuzione. E ricordiamo anche il nostro fratello Tom. Grazie per l’accoglienza che darete a questa iniziativa e che il Signore vi benedica. Un saluto di cuore.
=============

IN EFFETTI IL SUO RAGIONAMENTO È PERFETTAMENTE RAZIONALE AL 100%, MA, QUELLE CHE SONO TOTALMENTE PERVERTITE: SONO LE SUE INTENZIONI, E LE SUE AZIONI TOTALMENTE CRIMINALI, INFATTI LUI HA RIEMPITO LA SIRIA DI TERRORISTI, E LUI HA COMPRATO DA ISIS IL PETROLIO.. ECC.. ecc..! ED INOLTRE TUTTI SANNO CHE LUI SI VUOLE ANNETTERE UNA PARTE DELLA SIRIA PER COMPLETARE IL GENOCIDIO DEI CURDI! ISTANBUL, 21 MAR - "Se prendessimo esempio dall'Ue, dovremmo chiudere le nostre frontiere ai rifugiati". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato dall'agenzia statale Anadolu, accusando direttamente gli alleati occidentali per non aver seguito la sua proposta di una safe zone nel nord della Siria, in cui accogliere i rifugiati: "Tutti quelli che non hanno accettato una no-fly zone e una zona libera dal terrore in Siria, e ora si lamentano della situazione dei rifugiati, sono degli ipocriti".
===================
DIMMI CON CHI TRATTI E TI DIRÒ CHI SEI! QUESTI MAOMETTANI SHARIA, SONO A SCUOLA DI DIRITTI UMANI DAI SACERDOTI DI SATANA FARISEI TALMUD AIPAC DELLA CIA! SHARJAH (EMIRATI ARABI UNITI), 20 MAR - Alle critiche nei confronti dei sistemi di governo si risponde con il dialogo non con le pene detentive e alle proteste di piazza con il "controllo della folla" e non con i proiettili. Lo ha sostenuto con vigore l'avvocato esperto di questioni umanitarie e moglie della star di Hollywood George Clooney, Amal Alamuddin, in occasione di un vertice sulle comunicazioni del Governo negli Emirati Arabi Uniti. I Paesi arabi si trovano ad affrontare "una crisi dei diritti umani senza precedenti", ha sottolineato l'avvocato britannico di origini libanesi rilevando al contempo che i governi di tutto il mondo dovrebbero essere "incisivi, trasparenti e coerenti" sulle questioni relative al rispetto dei diritti umani. Nei suoi 12 minuti di intervento Clooney ha menzionato Iran e Corea del Nord, ma non ha fatto riferimenti specifici a violazioni di diritti umani nei paesi arabi del Golfo o il costo di vite dell'intervento militare saudita in Yemen, a cui partecipano anche gli Emirati Arabi Uniti.
==========
IRAQ-USA. Il “genocidio dei cristiani”: colpa dello Stato islamico, ma anche degli Usa. John Kerry, segretario di Stato Usa, chiede inchiesta internazionale per le milizie islamiche radicali, che hanno trucidato yazidi, cristiani, sciiti in Siria e Iraq. La politica estera Usa ha però aiutato lo Stato islamico emarginando i sunniti amici di Saddam Hussein in Iraq, “contenendo” senza combattere lo Stato islamico, vendendo armi all’Arabia saudita, passate poi alle milizie in Siria. L’Iraq è oggi il secondo Paese al mondo dove la persecuzione contro i cristiani è più acuta. http://www.asianews.it/notizie-it/Il-“genocidio-dei-cristiani”:-colpa-dello-Stato-islamico,-ma-anche-degli-Usa-36988.html

==================
SE, LA PATRIA DEI MUSULMANI SHARIA IL NAZISMO: MECCA KAABA, FOSSE IL NAZISMO SALAFITA DELLA ARABIA SAUDITA SHARIA, SENZA RECIPROCITÀ? POI, NOI SIAMO TUTTI MORTI! L’Italia si apre ai musulmani. Mentre in tutta Europa sale l’ondata islamofobica e tanti paesi stanno respingendo alle frontiere gli immigrati musulmani, il Viminale ha deciso di creare il Consiglio per le relazioni con l’islam italiano con l’obiettivo di tenere aperto “un canale confronto con 1,6 milioni di immigrati musulmani in Italia»: http://it.sputniknews.com/foto/20160318/2318489/Velikij-Novgorod-Sottomarino.html#ixzz43YcLJRAK
============
MOGHERINI È UN CRIMINALE NAZISTA, UN VIOLATORE DELLA SOVRANITÀ DEI POPOLI, UN VENDUTO ALLA TECNOFINANZA DELLE BANCHE CENTRALI! Mogherini contro Putin – e Renzi (glielo chiede la UE. Ossia Nuland) “Sottolineo che abbiamo l’unanimità, fra i 28, su cinque principi-guida della Unione Europea nella politica verso la Russia”: così Federica Mogherini, alta rappresentante eccetera e vicepresidente della commissione, all’uscita dal Consiglio Affari Esteri. http://it.sputniknews.com/foto/20160318/2318489/Velikij-Novgorod-Sottomarino.html#ixzz43YdGhZZo


COME POTREBBE UNA TURCHIA DI CRIMINALI ISLAMICI SHARIA NAZISTI DELINQUENTI GENOCIDIO: GALASSIA JIHADISTA, AVERE L'ONORE DI POTER ENTRARE NELLA EUROPA DEI SATANISTI MASSONI, REGIME BILDENBERG ROTHSCHILD, SPA FED, GENDER DARWIN SODOMA USURA DI STATO ALTO TRADIMENTO? TUTTE COSE DELL'ALTRO MONDO! Sostenitore curdo del PKKItaliana fermata a Istanbul per la propaganda del Pkk sul web. ITALIA. 21.03.2016, Si tratta di Giovanna Lanzavecchia, 24enne studentessa di Milano, che si trova adesso in un centro di detenzione per stranieri in attesa di essere espulsa dal paese. La giovane è accusata di aver postato sui social delle foto di alcuni combattenti armati appartenenti all'organizzazione paramilitare curda. La ragazza era arrivata in città da pochi giorni e aveva preso alloggio in una stanza del centrale albergo di Sultanahmet. Sabato sera è stata fermata dalla polizia turca in un internet cafè della Capitale per aver pubblicato su internet materiale di propoganda a favore del Pkk — Partito dei Lavoratori del Kurdistan — considerato a tuti gli effetti dallo stato turco una organizzazione terroristica. La notizia è stato confemata all'Ansa da fonti consolari italiane ad Istanbul che stanno seguendo gli sviluppi sul caso. Secondo quanto riportato dai media locali, vicini al governo di Ankara, la giovane italiana avrebbe pubblicato sui social network immagini di combattenti curdi armati e di alcuni campi di addestramento del Pkk. Sul sito d'informazione Aksam, rilevato di recente dall'Akp partito del premier Erdogan, è stata pubblicata un'immagine di Giovanna Lanzavecchia, vestita da gurriegliera curda, che non sembra corrispondere al reale profilo della donna che si trova reclusa in un centro di detenzione per stranieri della capitale turca in attesa dell'espletamento delle pratiche di espulsione. La notizia arriva tra l'altro a poche ore dalla decisione della procura di Ankara di richiedere all'Interpol, tramite il ministero della Giustizia turco, un mandato di arresto con "codice rosso" destinato a 47 terroristi del Pkk. Tra questi anche diversi uomini ricercati dalla giustizia turca che sono considerati apicali nelle posizioni di vertice dell'organizzazione curda: http://it.sputniknews.com/italia/20160321/2316087/italiana-fermata-istanbul-propaganda-pkk.html#ixzz43Yeneyal


Il parlamento della Serbia ha ratificato in gran segreto il 12 febbraio un accordo di cooperazione con la Nato, siglato nel marzo 2015, IL FASCINO DEL POTERE MASSONICO DEMONIACO! A man walks past a poster with the reading “Ten years of NATO occupation of Serbia”, and displaying images from 1999 NATO air campaign against Serbia and Montenegro, in Belgrade on March 23, 2009. 21.03.2016 I manifestanti si sono riuniti sulla piazza principale della città con striscioni recanti le scritte “La Serbia non è una colonia della Nato”. Centinaia di manifestanti hanno marciato per le strade di Valjevo, a condanna dell'accordo di cooperazione del governo serbo con la Nato. I manifestanti si sono riuniti sulla piazza principale della città con striscioni recanti le scritte "La Serbia non è una colonia della Nato", bandiere di Serbia e Russia, manifesti del presidente russo Vladimir Putin.
Parlando alla folla, la portavoce del movimento ‘Zavetnici' (Testimoni), Milica Djurdjevic, ha dichiarato: "Ci hanno portato via il Kosovo e ci hanno costretti con feroce propaganda a pensare che la terra santa del Kosovo è un peso a cui dobbiamo rinunciare, un ostacolo al cammino verso l'integrazione europea". Per la studentessa di Scienze Politiche "stiamo lottando per cambiare le politiche attuali guardando verso la Russia e opponendoci con forza a un ingresso della Serbia nell'Unione europea".
Il parlamento della Serbia ha ratificato in gran segreto il 12 febbraio un accordo di cooperazione con la Nato, siglato nel marzo 2015, che prevede e l'immunità diplomatica — anche per casi di rilevanza penale — e la libertà di movimento — senza il pagamento di nessuna imposta — nel territorio serbo per gli appartenenti all'Alleanza Atlantica: http://it.sputniknews.com/mondo/20160321/2317035/manifestazione-anti-nato-serbia.html#ixzz43YgFqqV1


Quando, io facevo l'amico con Synnek1, il POTENTE sommo sacerdote di Satana del NWO CIA NATO, poi, noi due eravano quegli amici, che si cercavano di uccidere tra di loro con MOLTA eleganza, di uccidersi alla prima occasione, ed io ho ucciso lui, infatti, lui impazzì, fu licenziato come direttore di youtube, e così, lui è diventato lo scheletro pieno di cenere: 187AudioHostem.. MA, QUANDO LUI ERA IL PIÙ POTENTE, padrone dei poteri occulti ed esoterici, A.I. Intelligenza artificiale aliena, ecc.. lui SI LAMENTAVA CON ME DI NON ESSERE RIUSCITO A CARPIRMI UNA SOLA PASSWORD, quindi, LUI VEDEVA TUTTI I MIEI COMPUTER E CONOSCEVA TUTTE LE MIE PASSWORD.. e PERCHÉ, IL NWO NON HA MAI CHIUSO I MIEI CANALI? PERCHÉ, IO SONO IL RE DI ISRAELE, ovviamente!

ovviamente, anche l'attuale direttore di youtube è una strega, ma, lei con me ha sbagliato l'approccio, ha messo un passo in fallo, e IO l'ho bruciata subito, e lei ora è così spaventata, che, non credo che, Rothschild o Bush, potrebbero RIUSCIRE PIÙ A convincerla a farsi avanti un altra volta! QUÌ IN YOUTUBE, IO PASSO PER UN TIPO MOLTO VIOLENTO, CHE SI PUÒ ARRABBIARe, PER FUTILI MOTIVI, E CHE PUÒ FARE, può COMMETTERE, UNA STRAGE CONTRO MILIONI DI CRIMINALI SU TUTTA LA SUPERFICIE DEL PIANETA.. cioè, lol. una cosa che i miei colleghi e miei alunni? MAI POTREBBERO CREDERLA!


quì, c'è un tipo di Provincia di LECCE (ITALY) che lui è un satanista, e che, ha fatto in youtube: un corso di bestemmie, cioè insegna, AI RAGAZZI, alle persone come SI PUÒ bestemmiare Dio: NELLA MANIERA COMPLETA! Poi, se tu cerci in un forum, lui dice che io lo ho maledetto nel nome di Gesù! TUTTO VERO OVVIAMENTE, ma, lui non ha il coraggio di dire che, lui faceva la scuola su come poter bestemmiare Dio con tutte le bestemmie che lui aveva collezionato ed inventato! CHE POI, UNO CHE BESTEMMIA DIO? SI MALEDICE DA SOLO, e certamente farà una brutta fine, E NON C'È BISOGNO PER LUI CHE QUALCUNO LO DEBBA MALEDIRE: perché lui ha invocato la maledizione contro di lui tante volte!

IL POTERE POLITICO DEVE SEMPRE ESSERE PREVEDIBILE! ovviamente, nulla è più deleterio per un potere politico assoluto e universale come il mio, di poter mancare di razionalità! TUTTI QUELLI CHE PARLANO CON UNIUS REI, loro DEVONO SAPERE IN ANTICIPO, QUELLA CHE POTRÀ ESSERE LA MIA REAZIONE E LA MIA RISPOSTA, ECCO PERCHÉ, IO HO SCRITTO COSÌ TANTI ARTICOLI! e poi, io ho bisogno di essere accondiscendente, comprensivo, tollerante, paziente, con tutte le persone che, sbagliano, 1. se sono in buona fede, e, 2. se non hanno alterigia! QUINDI, IO COPRO LE COLPE DEI MIEI ALLEATI, SE, QUESTO NON DIVENTA UNA AZIONE CHE PUÒ DANNEGGIARE IL DIRITTO DI UNA PERSONA INNOCENTE! E DELLA MIA INDULGENZA CON I MIEI AMICI ED ALLEATI? MOLTO SI POTREBBE DIRE! e molti potrebbero testimoniare!


chi potrebbe millantare una giustizia, sotto il regno della perversione e del satanismo, che, i satana, anticristo Bildenberg, Farisei Massoni religione dogmatica Darwin GENDER a Sodoma: hanno creato nel NUOVO ORDINE MONDIALE, della grande usura SpA Banche Centrali: per schiavizzare tutti i popoli, e ridurli ad un solo branco di pecore, che devono adorare LUCFERO JABULLON Talmud agenda il Califfato sharia? poi, UNO COME ME? POTREBBE UCCIDERE TUTTI, ma poi, tanto vale far scoppiare la guerra mondiale! Quindi, io nascondo intenzionalmente i grandi crimini di: VATICANO, CINA INDIA; ISRAELE, Russia, ecc.. e di tutti i miei alleati contro il NWO. IMMAGINATE VOI, COME IO SAREI FELICE, DI POTER DIFENDERE E PROTEGGERE GLI ISLAMICI ANCHE! Perché io non sono il nemico naturale di Qualcuno, io devo costruire il TEMPIO Ebraico, e devo portare tutti ad amare, JHWH holy il nostro ineffabile e meraviglioso creatore.. IO NON SONO UN LITIGIOSO, CHE VUOL PERDERE IL SUO TEMPO A LITIGARE CON LE PERSONE! ma, se poi, uno vuole litigare contro di me? Per quello che gli potrebbe succedere, io non potrei mai essere responsabile!


per i satana FARISEI massoni USA SpA FED questo sfruttamento, è il loro paradiSo, l'inferno dei poveri! GLI USA NON HANNO UNA DIGNITÀ DA MOSTRARE AL MONDO! Honduras, la strage degli ambientalisti. 21.03.2016 I crimini ambientali vengono insabbiati con facilità mentre il governo, salito al potere con un colpo di Stato nel 2009, ha svenduto il territorio a compagnie di tutto il mondo interessate a sfruttarne le risorse.
Meno di due settimane dopo l'uccisione di Berta Caceres, leader del Consiglio civico delle organizzazioni popolari e indigene, l'associazione ambientalista che in Honduras si batte in difesa delle terre degli indios, è stato assassinato Nelson Garcia, un altro importante membro del gruppo.
L'organizzazione ha definito l'omicidio dell'uomo "l'ultimo atto di aggressione del governo contro gli indigeni dell'Honduras". L'uomo sarebbe stato ucciso dalla polizia militare honduregna, in seguito allo sgombero di un terreno occupato dalla comunità aborigena Lenca. Gli hanno sparato quattro colpi in pieno volto, un'esecuzione agghiacciante di stampo mafioso. I depistaggi delle autorità pubbliche lasciano pensare che esse non siano esenti da responsabilità nell'accaduto. L'Honduras è un Paese ricco di risorse naturali e fin dagli inizi del novecento le terre sono state preda dei colossi mondiali per l'estrazione mineraria, per l'energia idroelettrica ed eolica, per l'estrazione del petrolio. Ma gli indios non ci stanno, perchè, al contrario delle multinazionali, per gli aborigeni la terra è vita, non moneta.
Il Paese è considerato dalla ONG Global Witness, che opera in difesa dei diritti dei popoli indigeni, lo Stato più pericoloso al mondo per l'attivismo ecologista. Tra il 2010 e il 2014, scrive la ONG in un recente rapporto, 101 persone sono state assassinate per essersi opposte alle devastazioni del territorio. Qui i crimini ambientali vengono insabbiati con facilità mentre il governo, salito al potere con un colpo di Stato nel 2009, ha svenduto il territorio a compagnie di tutto il mondo interessate a sfruttarne le risorse. Ma come spesso accade, le popolazioni non ne hanno tratto alcun beneficio. Ad arricchirsi sono in pochi, mentre i molti subiscono le conseguenze della devastazione ambientale: http://it.sputniknews.com/mondo/20160321/2317337/honduras-strage-ambientalisti.html#ixzz43Z94yScY


    SE C'È UN SERIO ACCORDO SULLA SIRIA? ALLORA I SIRIANI DEVONO RITORNARE IN PATRIA! ED È QUESTA LA VERITÀ, NESSUNO CREDE CHE: i satana: USA TURCHIA E PAESI DEL GOLFO, vorranno LAVORAre VERAMENTE, PER PACIFICARE LA SIRIA! 19:47 Incontro tra Lavrov e Steinmeier per discutere di Siria e Ucraina. 19:28 Migranti, record 2015 in Germania: quasi 2 mln di arrivi, il doppio dell’anno precedente. 19:13 Putin ha discusso la situazione in Siria con l’emiro del Qatar. 18:58 Honduras, la strage degli ambientalisti. 18:34 L’Eurocommissione esorta l’UE ad accogliere 54 mila siriani dalla Turchia


TUTTO UN SOLO COMPLOTTO USA CIA TURCHIA ARABIA SAUDITA [ The Free Syrian Army (Arabic: الجيش السوري الحر , al-Jaysh as-Sūrī al-Ḥurr, FSA) is a group of defected Syrian Armed Forces officers and soldiers, No-comment Prigioniero Isis: "Sono stato reclutato e addestrato in Turchia" in un campo millitare del "free syrian army" https://youtu.be/1F7pwo1B2uc PandoraTV Pubblicato il 30 dic 2015. Abdurrahman Abdulhadi, militante ISIS siriano, è stato imprigionato dalle Kurdish People's Protection Units (YPG) l'1 novembre 2015 nel villaggio di Heresta, nei pressi di Al-Hasakah, in Siria. L'intervista è stata condotta da un giornalista. accreditata da Sputnik in un prigione nel Rojava, in cui Abdurrahman Abdulhadi è attualmente detenuto. Video diffuso da Ruptly.
SALMAN SAUDI ARABIA ERDOGAN ] voi non avete capito niente! [ I SACERDOTI DI SATANA ESSENDO STATI SCONFITTI ORA DIPENDONO DA ME ] in che modo voi volete morire?
REX ET REGNUM
187AUDIOHOSTEM voleva rendermi colpevole, di peccato di concupiscenza e adulterio spirituale, e disse: "quello che l'occhio guarda il cuore desidera", COSì AVREBBE DISTRUTTO IL MIO MINISTERO POLITICO, ma, il fatto che io sono attratto dalle curve femminili, non vuol dire che io coltivo sentimenti di concupiscenza nel mio cuore! E LUI (la CIA ) PUò VEDERE QUELLO CHE I MIEI OCCHI GUARDANO, utilizzando le connessioni neuronali aliene che sono state poste nel mio cervello, MA, lui NON PUò VEDERE QUELLO CHE IL MIO CUORE DESIDERA!
REX ET REGNUM
i sacerdoti di satana della CIA avevano perso contro di me ogni confronto, e addirittura: Synnek1 era stato licenziato come Direttore generale di youtube, ed era diventato 187AudioHostem. per merito mio, ] EPPURE, NON SEMBRA AFFATTO CHE I SACERDOTI DI SATANA e della CIA, ABBIANO PERSO IL CONTROLLO DI YOUTUBE [ @Kerry, Rothschild, Bush, 322, 666 187AUDIOHOSTEM -- quanto sangue di porco, tu hai bevuto oggi? 187AUDIOHOSTEM [I Know Much About You Piece Of Shit]
UFuckWithWrongPerson ( lui è IHateNewLayout ) I love you pics ( vuol dire che, attraverso Le connessioni neuronali aliene, IMPIANTATE NEL MIO CERVELLO, lui può vedere attraverso i miei occhi e può percepire attraverso i miei sensi! )
REX ET REGNUM
non sono lo stupido cattivo che se la prende contro i banchieri che lavorano per portare uno stipendio a casa! me la prendo con gli azionisti SpA Banche Centrali, che hanno sputato contro la Bibbia e contro la Costituzione nella MASSONERIA! .. non potrete sfuggire all'ira dei popoli!
REX ET REGNUM
Erdogan, Salman, FED Merkel Obama NATO CIA FMI ] ORA è IL VOSTRO TURNO [ io ho visto il vostro satana trascinare la croce sul calvario monte, con la corona di spine in testa! ORA TOCCA A VOI! Van rumpuy his massonico valore ] MERKEL MOGHERINI RENZI [ alto tradimento NATO SpA Rothschild FED FMI NWO ] satana è dio mecca caaba
REX ET REGNUM
ISRAELE dear BLOGSPOT GOOGLE ] SOSTANZIALMENTE DICE SEMPRE [ firefox non risponde! ] sono i vampiri della CIA DATAGATE della NSA UK, LEGA ARABA, sono tutti a succhiare il mio pene cazzo ciola ADSL 100MB fibra ottica!
dear BLOGSPOT GOOGLE ] io ho cancellato tutti i cookies ed infatti la segnazione del tipo di errore è cambiato, non riesco ancora a mettere i tag! Spiacenti, si è verificato un errore. (bX-owt4t6)
REX ET REGNUM
IL BULLISMO DEL POTERE FINANZIARIO TECNOCRATICO MASSONICO E LA SOVVERSIONE DEMOCRATICA. 29.12.2015( Il primo ministro montenegriNo chiede la fiducia al Parlamento, ma non concede il referendum popolare per l'ingresso nella Nato
REX ET REGNUM
IO SONO L'OSSERVATORIO SUL MARTIRIO DEI CRISTIANI DA 30 ANNI, E SONO INDIGNATO DALLE AFFERMAZIONI DI QUESTA FEMMINA! QUALI LIBERTà RELIGIOSE ESISTONO IN ARABIA SAUDITA? QUANTI CRISTIANI SONO SOPRAVVISSUTI IN TURCHIA? NEW YORK, 30 DIC - L'Isis commette un genocidio contro i cristiani e le altre minoranze religiose in Medio Oriente. Lo afferma Hillary Clinton. "Sì. Lo chiamerò genocidio adesso", ha detto. "E lo farò perchè ora abbiamo prove sufficienti", ha proseguito: "Quello che sta succedendo adesso è genocidio, deliberatamente rivolto non solo a distruggere le vite umane, ma anche a cancellare l'esistenza dei cristiani e delle altre minoranze religiose in Medio Oriente, nei territori controllati dall'Isis".
REX ET REGNUM
INDIA NON HA IL CONCETTO DI DECORRENZA DEI TERMINI CARCERAZIONE PREVENTIVA. QUINDI STARANNO LI IN ETERNO. 29 DIC - Oltre cento militanti di Azione Nazionale hanno manifestato stamani davanti l'Ambasciata dell'India a Roma per chiedere la liberazione dei due sottoufficiali della Marina Italiana, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, il cui destino è da oltre 1.440 giorni in mano al governo di Nuova Delhi. I manifestanti hanno aperto uno striscione con su scritto "Marò Subito Liberi" e sei di loro si sono incatenati per protesta fuori la sede diplomatica indiana.
REX ET REGNUM
il regime massonico USA SPA FED NEOCONS, prevede di contrastare le libertà costituzionali dei propri parlamentari! ] QUINDI PER GLI USA I PROPRI PARLAMENTARI VANNO CONTRASTATI, CAPIAMO TUTTI CHE ISRAELE è IL NEMICO, DA ABBATTERE, MA VIOLARE LA SOVRANITà DEI PROPRI PARLAMENTARI è INCOSTITUZIONALE! [ NEW YORK, 30 DIC - Le intercettazioni della National Security Agency (NSA) dei leader stranieri hanno incluso anche conversazioni private tra alti ufficiali israeliani, tra cui il premier Benyamin Netanyahu, deputati al Congresso Usa e gruppi ebraici americani. Lo riferisce il Wall Street Journal che cita ex ed attuali funzionari Usa. Secondo la Casa Bianca - rivelano le fonti al giornale - le intercettazioni potevano essere valide per contrastare la campagna di Netanyahu contro l'accordo nucleare con l'Iran.
REX ET REGNUM
LEGIONE di zombies 666 Obama GENDER Darwin la scimmia ] TU STAI ZITTO E NON FIATARE!
REX ET REGNUM
SALMAN SAUDI ARABIA ] [ ok, se non vuoi costruire 4 milioni di Chiese, tu mi devi costruire il TEMPIO EBRAICO e mi devi dare la MADIANA, per costruirlo!
ARABIA TURCHIA SAUDITA ] lo sanno tutti che, i santi martiri cristiani innocenti, si onorano, con il dedicare loro, la titolarità delle Chiese, e dalla maledetta apparizione, del vostro falso Profeta Maometto ad oggi? voi avete ucciso non meno di 40 milioni di martiri cristiani! E LORO HANNO AVUTO DA DIO LE CHIAVI DEL PARADISO! Quindi se vuoi entrare in Paradiso? ogni 10 martiri uccisi dai maomettani tu devi costruire una Chiesa!
REX ET REGNUM
ARABIA TURCHIA SAUDITA ] ovviamente, noi siamo infedeli, noi siamo idolatri, noi siamo la merda, il nostro dio non esiste, QUINDI NOI POSSIAMO COMPRARE, come schiavi che devono morire, DAI FARISEI I NOSTRI SOLDI AD INTERESSE! [ mentre al contrario ], voi siete i veri fedeli, non siete idolatri, non siete la merda, il vostro Dio e quello vero, e la vostra religione è l'unica religione giusta, ecco perché , anche voi POTETE COMPRARE DAI FARISEI I VOSTRI SOLDI AD INTERESSE, come schiavi che devono morire, DAI SALMAN VAFFANCULO BESTIA!
REX ET REGNUM
ARABIA TURCHIA SAUDITA ] che cosa? voi comprate ad interesse, come schiavi di Satana Bush il fariseo Rothschild, il vostro denaro, stampato dall'occhio di Lucifero FMI, piramide torre di Babilonia, e poi, con quel denaro che è il simbolo del demonio, poi, voi entrate in una Moschea del vostro idolo Allah la Cagna Troia! VOI MI FATE SCHIFO!
TURCHIA SAUDITA ] VOSTRA sharia? è Bush Maometto OBAMA, QUINDI IL VOSTRO ALLAH è IL GUFO TOPO ROTHSCHILD: IL FARISEO, INFATTI VOI SIETE I SUOI SCHIAVI CAGNA: CHE COMPRATE I SUOI SOLDI DAL VOSTRO DIO TOPO, IL GUFO, SOLDI PAGATI AD INTERESSE, e se il vostro Dio Allah non era anche lui una cagna? già vi avrebbe uccisi tutti!
REX ET REGNUM
ALLAH il fetido ] se, il vostro Dio fosse vero? come voi potevate essere gli alleati dei sacerdoti di satana CIA NATO farisei massoni USA? non ci sono massoni anche tra di voi? in Turchia ci sono eccome! e poiché voi dichiarate che il vostro dio è il demonio, poi, lo sanno tutti .. NON SI FA PECCATO AD INSULTARE IL DEMONIO! se, poi, è per colpa vostra che io sto profanando il vostro dio? poi, questo è un peccato che, si aggiunge alla lista dei vostri peccati, che gridano "vendetta" presso il Trono di Dio, cioè, quando la coppa della sua ira sarà stata riempita contro di voi!
REX ET REGNUM
TURCHIA ARABIA SAUDITA ] ma, se come voi dite, Allah è il Dio di Abramo, POI, ABRAMO NON HA FATTO I VOSTRI DELITTI. Lui IL TOPO ALLAH, se la prenderà contro di me, che lo sto insultando per colpa vostra? voi avete profanato la sua santità! OPPURE SE LA PRENDERà CONTRO DI VOI? voi lo avete messo in mezzo ai demoni del gufo USA SPA FED, il vostro dio? voi lo avete fatto diventare un demonio, quindi io insulto il vostro demonio, e non c'è peccato ad insultare il demonio, infatti, tutti i delitti e crimini del gufo? anche il vostro dio li fa: come voi siete gli alleati del gufo al bohemian grove USA. QUINDI, VOI STATE BESTEMMIANDO IL VOSTRO DIO, NON IO! e se mi dite, noi stiamo ingannando il GUFO, perché noi siamo ISIS, Boko Haram ecc.. poi, sorgono problemi anche peggiori per il vostro dio di merda! Masonry is satanic Rothschild RELIGION TOPO ALLAH, DESERT IDOL LILIT MECCA CAABA SHARIA
REX ET REGNUM
TUTTI POSSONO OTTENERE L'INDIPENDENZA SE FUGGONO DALLA RUSSIA.. MA, C'è LA POSSIBILITà DI AVERE LA INDIPENDENZA PER FUGGIRE DALLA NATO? I CADAVERI IN DONBASS HANNO DETTO DI NO! l presidente della Serbia, da parte sua, ha dichiarato che Belgrado è rammaricata dal sostegno turco all'indipendenza del Kosovo. "È particolarmente doloroso per noi, quando i nostri amici promuovono l'indipendenza del Kosovo. Sto parlando anche della Turchia", — ha detto Nikolic: http://it.sputniknews.com/politica/20151229/1805671/Turchia-Serbia-aiuto.html#ixzz3vjtLO9Sr
E I SATANISTI ISLAMICI ERDOGAN NATO USA POLIZIOTTI DEL MONDO CHE DICONO? Nepal, violente proteste etnia Madhesi, Contro la nuova Costituzione che non tutela la minoranza
REX ET REGNUM
Salman Erdogan ARABIA SAUDITA, LEGA ARABA ] [ SUVVIA SIAMO SERI.. se Allah era un vero Dio, come voi potevate fare gli alleati degli USA FARISEI ROTHSCHILD TALMUD KABBALAH IL GUFO BAAL cannibali? lo sanno tutti che sono massoni GENDER DARWIN e sacerdoti di Satana, QUINDI allah potrebbe soltanto essere un demone topo assassino maligno ecc.. ecc.. VOI ANDRETE DISPERATI TUTTI ALL'INFERNO! ] però noi possiamo diventare tutti adoratori di JHWH, non è difficile, coraggio!
REX ET REGNUM
Abd Allah TOPO LILIT, DEMONE DEL DESERTO. Allah è soltanto un topo! SOLTANTO JHWH è VERO! ] BUSH 322 KERRY ROTHSCHILD ] da vivo, o meglio da morto? IO SO, sempre, voi DOVE SIETE! e non potrebbe mai esistere un vostro esercito di: alieni demoni fantasmi vampiri zombies, ecc.. che mai potrebbe essere un problema per me! [ COSA DI FOLLE CRIMINALE, SOPRANNATURALE, ESOTERICO MASSONICO, E SOPRATTUTTO DI IRRAZIONALE (PER GLI UMANI PUò SEMBRARE IL SATANISMO) SI DEVE FARE PER PORTARE SATANA, AD ESSERE ADORATO DA TUTTO IL GENERE UMANO? IL PROBLEMA DEGLI USA NON è LA RUSSIA, CINA, ECC.. O LA GUERRA MONDIALE, NO! IL LORO PROBLEMA SONO SOLTANTO IO: UNIUS REI: IL RE DI ISRAELE! IO NON POSSO ESSERE VINTO DA NESSUNO! COME DICE IL PROVERBIO: "IL POTERE E LA POTENZA SENZA IL CONTROLLO DIVENTERANNO UNA MINACCIA CONTRO DI TE! "Razzismo" occidentale e Stato Islamico sono gemelli siamesi.". 29.12.2015 ( What they say about USA. Lo Stato Islamico è una conseguenza. Il motivo della sua comparsa è stato il monopolio americano sul mondo, cresciuto dopo la fine dell'URSS e continuato per gli ultimi 25 anni: http://it.sputniknews.com/mondo/20151229/1805444/razzismo-isis.html#ixzz3vjUTI0RM
BUSH 322 KERRY ROTHSCHILD ] da vivo o meglio da morto? IO SO, sempre, voi DOVE SIETE!
REX ET REGNUM
COSA DI FOLLE CRIMINALE, SOPRANNATURALE, ESOTERICO MASSONICO, E SOPRATTUTTO DI IRRAZIONALE (PER GLI UMANI PUò SEMBRARE IL SATANISMO) SI DEVE FARE PER PORTARE SATANA, AD ESSERE ADORATO DA TUTTO IL GENERE UMANO? IL PROBLEMA DEGLI USA NON è LA RUSSIA, CINA, ECC.. O LA GUERRA MONDIALE, NO! IL LORO PROBLEMA SONO SOLTANTO IO: UNIUS REI: IL RE DI ISRAELE! IO NON POSSO ESSERE VINTO DA NESSUNO! COME DICE IL PROVERBIO IL POTERE E LA POTENZA SENZA IL CONTROLLO DIVENTERANNO UNA MINACCIA CONTRO DI TE! "Razzismo" occidentale e Stato Islamico sono gemelli siamesi. 17:41 29.12.2015( What they say about USA. Lo Stato Islamico è una conseguenza. Il motivo della sua comparsa è stato il monopolio americano sul mondo, cresciuto dopo la fine dell'URSS e continuato per gli ultimi 25 anni: http://it.sputniknews.com/mondo/20151229/1805444/razzismo-isis.html#ixzz3vjUTI0RM
REX ET REGNUM
questo è l'insegnamento dogmatico, che un qualsiasi saudita di salafita wahhabita, darebbe oggi nei territori di guerra, che poi, loro i sauditi ammettono ancora oggi, lo sfruttamento di schiavi e schiave, perché questo è oggettivamente, sia il Corano che la sharia! Così è sempre stato e così sempre sarà, finché non verranno sterminati, tutti i salafiti come ERDOGAN! LONDRA, 29 DIC - L'Isis arriva a indicare regole su come violentare le 'schiave'. Il britannico Daily Mirror pubblica sul suo sito la 'fatwa' emessa in gennaio dallo Stato islamico con 15 'norme' introdotte dopo che i militanti dello Stato islamico si erano lasciati andare a terribili violenze nei confronti delle vittime. Ma il presunto 'regolamento' in realtà non fa che sottolineare il sadismo dell'Isis: viene proibito lo stupro di donne con le mestruazioni, incinte, o di due sorelle contemporaneamente.
REX ET REGNUM
Dio JHWH dispera di poter salvare gli USA, questa nazione così potentemente maledetta dagli omosessuali satanisti culto massoni farisei! Dio distruggerà gli USA completamente... è indispensabile che tutti coloro che appartengono al popolo di Dio escano fuori da questa Nazione MALEFICATA!
REX ET REGNUM
ISRAEL ] potrebbero essere stati angeli? non so dirlo! ma il tutto è stato fatto: in una frazione di secondo e con troppa precisa determinazione! [ qualcuno nel blog, mi ha fatto comparire, in un luogo del documento, da ma lasciato intenzionalmente senza commenti, che, questa posizione del post, doveva essere: necessariamente, senza commenti, un posto siramente pulito, sotto delle immagini: IN CODA, CIOè IN FONDO A TUTTO IL POST, che mi sarebbe servito in seguito, per un copia incolla, che avevo prospettato di fare, questo strano hacker MI HA FATTO EVIDENZIARE, in questa zona dove avevo cancellato tutto, DUE MIEI VECCHI COMMENTI: 1. IL PRIMO ARTICOLO, giustificava PUTIN per avere dato gli S300 all'IRAN, infatti lui ha paura di forze militarmente soverchianti, e non è stato lui il primo che ha armato fino ai denti i nazisti islamici, 2. ed IL SECONDO ARTICOLO: denunciava OBAMA, di avere ipocritamente fatto un accordo con CUBA e IRAN, al solo scopo, di farsi una immagine di pacifista, come a dire: 1. tutti i disastri nel mondo, 2. il gencidio di tutti i cristiani nel Medio Oriente, ecc.., 3. la diffusione della galassia jihadista, 4. e la stessa Guerra Mondiale Nucleare non potevano mai essere stati colpa mia, perché io sono un pacifista!
REX ET REGNUM
E NOI QUANDO IRRORIAMO SANZIONI ALLA TURCHIA PER AVERE COMPRATO IL PETROLIO DA ISIS? QUESTA NATO USA UE LEGA ARABA? è UN COVO DI DELINQUENTI MASSONI, TRADITORI USURAI LADRI, ASSASSINI!
REX ET REGNUM
E NOI QUANDO IRRORIAMO SANZIONI ALLA TURCHIA PER AVERE COMPRATO IL PETROLIO DA ISIS? Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per l'attuazione di misure economiche speciali contro la Turchia. Lo ha reso noto il servizio stampa del Cremlino. Turchia non pagherà danni per l'abbattimento del bombardiere russo Su-24 in Siria
Le relazioni tra Mosca e Ankara si sono deteriorate dopo che le forze turche hanno abbattuto un aereo russo Su-24 in risposta a una presunta violazione dello spazio aereo turco. Il Su-24 era impegnato in un'operazione antiterrorismo della Russia in Siria.
REX ET REGNUM
è INDISPENSABILE DICHIARARE GUERRA ALLA NATO! 29.12.2015. Washington sta cercando un motivo per far saltare il vertice NATO fissato per l'anno 2016 a Varsavia. In questo modo gli USA intendono far capire alla Polonia che le sue azioni possono danneggiare i rapporti tra i due Paesi, dice l'ex capo della diplomazia polacca Grzegorz Schetyna: http://it.sputniknews.com/politica/20151229/1803930/summit-nato-polonia-politica.html#ixzz3vixmk9X7
REX ET REGNUM
è INDISPENSABILE DICHIARARE GUERRA ALLA NATO!
16:19 Iraq, esercito iracheno ha catturato ministro delle Finanze del Daesh
 16:17 Reporter senza frontiere: 110 giornalisti uccisi nel 2015
 15:43 Iraq, esercito segnala cattura del “tesoriere” Daesh
 15:41 Summit NATO può saltare a causa della politica della Polonia
 15:13 Mosca: escalation in Ucraina evitata grazie alla Russia: http://it.sputniknews.com/mondo/#ixzz3vix0ukST
REX ET REGNUM
ANKARA, 29 DIC. un INQUIETANTE ISLAMICO NAZISTA SALMAN ERDOGAN SALAFITA CRIMINALE INTERNAZIONALE, MANDANTE DEL TERRORISMO MONDIALE ISLAMICO: LUI MI DEVE DIRE COSA è IL CONCETTO DELLA PIETà NEL SUO CORANO MECCA CAABA ISLAM ALLAH SHARIA, Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan accusa il presidente siriano Bashar al Assad di aver ucciso "400.000 persone", "senza pietà". Erdogan ha poi affermato che alcuni Paesi "gettano benzina sul fuoco" sostenendo i combattenti curdo-siriani, che Ankara bolla come terroristi. ASSAD HA CONSERVATO 2000 ANNI DI CRISTIANESIMO CHE ERDOGAN CON CIA E NATO HANNO DISTRUTTO, E NON è STATO ASSAD, AD UCCIDERE 2MILIONI DI CRISTIANI SIRIANI!
REX ET REGNUM
cosa credevate che la Bibbia è una favola cattiva come il Corano? Caino oggi è Rothschild ed Abele oggi è ISRAELE, se volete che Satana sia il vostro Dio, è semplice: "uccidete Israele!"
REX ET REGNUM
IL SIGNIFICATO DI QUESTO SIMBOLO MONETARIO è TROPPO EVIDENTE: ROTHSCHILD HA DETTO AD ISRAELE: "BAAL è IL MIO DIO GUFO IMF MARDUK SPA JABULLON FED, ED IO HO PAGATO MOLTO DI PIù PER FARTI MORIRE, DI COME HO PAGATO PER FARTI VIVERE! adesso: TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO DEVONO DIRE, SE STANNO CON ME O SE STANNO CON ROTHSCHILD ] [ TEL AVIV, 29 DIC - Riproduzioni di banconote da 100 dollari statunitensi con la sovrapposizione dell'effigie di Abu Bakr al-Baghdadi e con scritte inneggianti allo Stato islamico sono stati rinvenute in diverse localita' della Galilea, in prossimita' di Kiryat Shmona. Lo rende noto la polizia israeliana che ha aperto un'inchiesta. Per il momento, ha precisato una portavoce, non e' chiaro quale fosse la loro finalita' e non si ha notizia di arresti. ] [ ISRAELE è stata pagata come una troia, a servizio prostituzione, per ORE CONTATE vita SHARIA il mortale nazismo CIA shoah new Olocausto SPA ROTHSCHILD FED NWO
PER ORA VOCI E RUMORI, SOSPETTI, MA QUESTA STORIA PUò PRENDERE UNA BRUTTA PIEGA! cioè, questa storia dei brogli eletorali nel sistema massonico Rothschild MERKEL Bildenberg OBAMA Banche centrali Spa, è una bruta storia che comincia a prendere consistenza. CARACAS, 30 DIC - Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha detto che la vittoria dell'opposizione nelle elezioni dello scorso 6 dicembre è stata possibile grazie a "un piano dettagliato di brogli", sul quale è stata aperta un'inchiesta giudiziaria. "Non voglio anticipare i risultati preliminari dell'inchiesta", ha detto Maduro nel suo consueto programma televisivo settimanale, aggiungendo però che "c'è stato di tutto, compreso il volgare voto di scambio con delinquenti".
====================================
Ambasciatore Siria all'ONU svela piani di Erdogan per far rinascere Impero Ottomano
12:24 30.12.2015(Il presidente turco sogna "di far rivivere l'eredità coloniale dell'Impero Ottomano." In molti modi Ankara interferisce negli affari interni della Siria e favorisce l'ingresso dei terroristi nel Paese, ritiene il rappresentante permanente della Siria alle Nazioni Unite. Damasco ha chiesto alla comunità internazionale di porre fine alle "violazioni e crimini" commessi dalle autorità turche nei confronti della Siria e dei rifugiati siriani, così come ha parlato dei piani del presidente turco Erdogan per far rinascere l'Impero Ottomano.
Il rappresentante permanente della Siria presso le Nazioni Unite Bashar Jaafari ha detto che i gruppi armati che a partire dal 2011 conducono "una guerra terroristica senza precedenti" contro la Siria sono appoggiati dagli Stati della regione e di altre parti, in particolare dal regime di Erdogan." La lettera indirizzata al segretario generale delle Nazioni Unite e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite è stata diffusa all'interno dell'ONU martedì.
"Durante la crisi, l'ingerenza turca negli affari interni della Siria ha preso una varietà di forme, tra cui il coinvolgimento diretto del regime di Erdogan e delle forze armate turche in operazioni militari offensive a sostegno dei terroristi," — si legge nella missiva di Jaafari.
Ha inoltre affermato che la Turchia ha contribuito alla penetrazione dei terroristi in Siria assicurando "fuoco di copertura durante il passaggio dei terroristi in Siria lungo il confine."
"Per quanto riguarda il caccia russo abbattuto dalle forze armate turche, abbattuto nello spazio aereo siriano dopo aver bombardato le posizioni del Daesh (ISIS), non servono ulteriori chiarimenti in proposito perché il fatto stesso parla da sé," — è scritto nel testo.
Il rappresentante diplomatico della Siria ha inoltre sottolineato che Ankara sta commettendo crimini contro i profughi siriani in Turchia, "in fuga dal terrore e dalla tirannia di organizzazioni terroristiche come il Daesh," Al-Nusra ","Esercito di Conquista" e "Fronte Islamico", che il governo della Turchia copre nel suo territorio."
Secondo Jaafari, la tratta di esseri umani in cui sono impegnati i terroristi avviene "con il placet e la partecipazione diretta di organizzazioni controllate dal regime di Erdogan".
Jaafari ha osservato che qualche anno fa Erdogan aveva "sollevato la questione della tutela dei popoli di origine turca, nonostante il fatto siano cittadini di Stati sovrani": è la prova che indica come Erdogan voglia "far rivivere l'eredità coloniale dell'Impero Ottomano."
La Siria ha esortato la comunità internazionale a "prendere una posizione forte per porre fine a queste violazioni e crimini" di Ankara.
In Siria dal marzo 2011 è in corso un conflitto armato in cui, secondo le Nazioni Unite, sono rimaste uccise più di 220mila persone. Le truppe governative si oppongono a diversi gruppi armati islamici radicali, tra cui i terroristi del Daesh e del "Fronte Al-Nusra": http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1807271/Jaafari-Turchia-Daesh-AlNusra-terrorismo-Medioriente-profughi-Assad.html#ixzz3voEcmnx0
GRANDE FRATELLO lui sa sempre dove sei ] A.I. BIOLOGIA SINTETICA, ENTITà SIMBIOTICO COLLETTIVA ALIENA. LUI SA SEMPRE COSA HAI DECISO DI FARE! EPPURE, LA CIA PERMETTE CHE I DELITTI SI COMPIANO! PARIGI, 30 DIC - Il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian, ha confermato la notizia dell'uccisione dell'estremista islamico francese Charaffe Al Mouadan (nome di battaglia 'Souleyman'), legato agli attentati di Parigi, annunciata ieri in un briefing della coalizione anti-Isis. "Sì, posso confermarlo", ha detto Le Drian, interpellato durante un incontro con un gruppo di militari a Parigi, aggiungendo di non avere "altri commenti" sulla vicenda.
============================
LA TURCHIA, COME TUTTI GLI ISLAMICI FANNO DI TUTTO, PER AUMENTARE LE CONDIZIONI SFAVOREVOLI E PER POTERLI AMMAZZARE! Turchia, traffico di uomini: traversate a prezzi stracciati con il mare grosso. 30.12.2015 Trafficanti di uomini propongono ai migranti viaggi verso l'Europa a prezzi stracciati quando condizioni atmosferiche rendono la traversata pericolosa. Trafficanti turchi propongono traversate del Mar Egeo a prezzi stracciati ai migranti che desiderano raggiungere le coste europee della Grecia. I bambini viaggiano gratis. Ma solo quando le condizioni atmosferiche rendono la traversata pericolosa.
"Mi hanno proposto uno sconto perché il mare fosse grosso e stesse piovendo. Era rischioso, ma ci hanno detto che sarebbe andata bene", ha raccontato l'infermiera siriana Nancy Ahmed alla Bbc.
Nancy ha raggiunto le coste dell'Europa, assieme ai due figli di 11 anni e alla madre settantenne, su un barcone che ha rischiato di rovesciarsi per ben tre volte. Alla guida un iracheno, migrante anche lui, cui i trafficanti hanno insegnato a guidare l'imbarcazione in una lezione della durata di appena un'ora. I migranti, una quarantina in tutto, sono stati soccorsi dalla Guardia Costiera greca. Altri, partiti lo scorso venerdì, con il temporale e il mare in tempesta, non sono stati altrettanto fortunati: il barcone si è capovolto e 13 persone sono affogate.
Ma i trafficanti di uomini sanno essere convincenti. "Andate adesso, costa solo 850 dollari. I bambini possono viaggiare gratis. Se aspettate domani, vi costerà il doppio", urlano.
Ron Redmond, portavoce dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati in Grecia, ritiene che l'abbassamento dei soldi chiesti per le traversate abbia fortemente contribuito all'aumento degli annegamenti nei giorni scorsi.
I trafficanti assicurano che i barconi di legno sono più resistenti dei gommoni. Ma, precisa Redmond, "queste barche, molto vecchie e insicure, meccanicamente non sono in buone condizioni. E caricano a bordo da 300 a 400 persone. Se affondano, la guardia costiera non può arrivare a tutti.": http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1810691/turchia-traffico-di-uomini.html#ixzz3vpB2xIjM
BISOGNA RIMUOVERE A SOGGETTI, SPA, PRIVATI, AZIONISTI, DI IMPOSSESSARSI DELLA SOVRANITà MONETARIA DI UN PAESE, PERCHé è IN QUESTO MODO, CHE LA DEMOCRAZIA DIVIENE UN DELITTO DI ALTO TRADIMENTO! Referendum in Svizzera contro la rendita frazionata. 18:23 30.12.2015. Il referendum mira a impedire che le banche private creino credito, cioè debito in quantità superiore a quello che hanno in cassa. Un referendum per consentire alla sola Banca centrale di emettere moneta: è quello che accadrà in Svizzera, entro sei mesi, dopo la raccolta di oltre 110mila firme. Attualmente il 90% del denaro è moneta elettronica che le banche private creano quando aprono linee di credito. Il referendum mira a impedire che le banche private creino credito, cioè debito in quantità superiore a quello che hanno in cassa. Le banche private, attraverso i prestiti, di fatto concorrono alla creazione di moneta poiché sono tenute a mantenere un rapporto solamente frazionario fra i propri depositi e i crediti che erogano.Tale rapporto in Europa è del 2%. Il risultato è che gran parte della moneta, quella elettronica, non è emessa direttamente dalla banca centrale, bensì dal sistema bancario privato attraverso il fenomeno del moltipliplicatore monetario. Fautore del referendum è il Movimento svizzero per la moneta sovrana, che intende togliere il potere di speculazione da parte delle banche private imponendo un rapporto di riserva pari al 100%. Precludere alle banche private questa possibilità, secondo i promotori, impedirebbe il presentarsi di bolle conseguenti a flussi abnormi di credito. L'Islanda ha già preso una tale decisione. Negli anni Trenta alcuni economisti, tra cui Irving Fisher, erano dello stesso avviso: http://it.sputniknews.com/economia/20151230/1811616/svizzera-contro-rendita-frazionata.html#ixzz3vpC60Blu
COSA è LA SHARIA? ECCOLA! Il sultano del piccolo Stato del Borneo mette al bando i festeggiamenti per il Natale. Cinque anni di carcere a chi festeggia il Natale in Brunei. E' questa la decisione del sultano del piccolo Stato del Borneo per il 25 dicembre, giorno in cui non si potranno "indossare simboli come croci, accendere candele, addobbare alberi di Natale, cantare inni religiosi, montare decorazioni". La nuova legge, era stata annunciata un anno fa al momento della reintroduzione della Sharia, la legge coranica, da parte del sultano Hassanal Bolkian. Il ministro degli affari religiosi del Paese ha spiegato che la scelta di vietare i festeggiamenti del Natale è dettata dalla necessità di "preservare il credo della comunità musulmana", adducendo come motivazione la prevalenza della fede musulmana sulle altre nel piccolo Stato, diffusa nel 65% della popolazione: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpDRXHHi
2016: nuovi rischi finanziari globali, La Federal Reserve, come previsto, ha chiuso il 2015 con un aumento del tasso di interesse dello 0,25%. Evidentemente si intenderebbe dare il messaggio di fine della crisi negli Stati Uniti: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpDtd24x
Trentatrè motivi per lasciare la Turchia fuori dall'Europa
Ogni Paese candidato a diventare membro dell'Unione Europea ha dovuto rispettare determinate condizioni per essere ammesso e in tutto sono trentatré i "capitoli" che vanno approfonditi e negoziati tra i Governi e i rappresentanti della Commissione: http://it.sputniknews.com/mondo/20151222/1770325/brunei-divieto-natale.html#ixzz3vpE2flZl
Secondo il portavoce del Cremlino, le informazioni che la Russia possiede sul presunto acquisto da parte di Ankara di petrolio dal Daesh potranno contribuire al contrasto del terrore: http://it.sputniknews.com/mondo/20151201/1642061/turchia-daesh-petrolio-commercio-terrorismo.html#ixzz3vpEfyvUP
30.12.2015. Negli ultimi 2 giorni gli aerei dell'Aviazione russa hanno effettuato 121 missioni di combattimento in Siria, colpendo 424 obiettivi dei terroristi, ha riferito il generale Igor Konashenkov, rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo.
"Negli ultimi 2 giorni 28 velivoli dell'Aviazione russa di stanza in Siria hanno completato 121 missioni ed hanno colpito 424 infrastrutture terroristiche tra le province di Aleppo, Idlib, Latakia, Hama, Homs, Damasco, Dar, Raqqa e Deir ez-Zor," — ha riferito Konashenkov.
A seguito dei raid aerei sono state distrutte 6 infrastrutture petrolifere del Daesh (ISIS) e una colonna di autocisterne cariche di petrolio dirette verso il confine con la Turchia.
"Nei bombardamenti sono state distrutte 20 autocisterne, sfruttate dal Daesh per contrabbandare il petrolio verso la Turchia, così come 2 jeep con mitragliatori Zu-23", — ha aggiunto Konashenkov: http://it.sputniknews.com/mondo/20151230/1808829/Russia-Raid-Daesh-Terrorismo.html#ixzz3vpFWBlwB
 05 febbraio, #NEW YORK, [ ma, voi avete il culto legalizzato di satana, ed un sacco di merda, dei media, queste sono le conseguenze! ] Orrore in California, dove una donna ha prima violentato e poi ucciso insieme al fidanzato la figlioletta di soli tre anni. Quindi i due hanno nascosto il corpicino nel congelatore. Sara Krueger, 23 anni, e' stata arrestata insieme al fidanzato Ryan Scott Warner, 26 anni, alla stazione ferroviaria Bay Area Rapid Transit a El Cerrito del Norte, situata a circa 50 chilometri dalla loro casa di Napa, in California. I due stavano tentando di scappare.
Mo: rabbini a Kerry, non sfidi, il castigo divino! [ ma, lui ha già sfidato, il castigo divino, perché, è un satanista 322! ] Lettera a segretario di Stato Usa, smetti di cercare intesa pace. 05 febbraio, [ se, la LEGA ARABA, rimuove la Sharia? 1. io do, tanto oro, ai palestinesi, quanto è il peso del loro corpo! 2. distruggo lo Stato di Israele! 3. in cambio voglio il deserto saudita, per permettere a tutti gli ebrei del mondo di tornare! ] #TEL #AVIV , [ non si può fare un accordo con la sharia, che, è un più che, evidentemente. un progetto di genocidio! ] John Kerry, se non smette di cercare una intesa di pace con i palestinesi, "sfida il castigo di Dio". L'avviso arriva da un gruppo di rabbini autodefinitosi 'Comitato di salvezza della Terra e del Popolo di Israele' in una lettera inviata al segretario di stato Usa. I suoi "incessanti sforzi", hanno scritto, citati dai media, "di espropriare parti integrali della nostra Terra Santa per darle alla gang del terrorista Abu Mazen è una dichiarazione di guerra al Signore e Creatore dell'Universo". 
04/02/2014. VATICANO - COREA [ Supremo Leader della Repubblica Democratica Popolare di Corea Kim Jong-un, io Unius REI, io ordino a te, di liberare dal lager, tutti i Cristiani, e quindi, di invitare il Papa. Questo sarebbe una vittoria enorme, per te, contro, i tuoi nemici, molto di più, di ogni arma ] Pace con il Nord, giovani e martiri: l'agenda del Papa in Corea. Fonti vaticane: il viaggio di Francesco nella penisola coreana è "praticamente sicuro". Previste, oltre alle attività collegate alla Giornata asiatica della Gioventù, anche la beatificazione dei 124 martiri coreani e una messa speciale per la riunificazione delle due Coree. Città del Vaticano (AsiaNews) - Anche se "non si possono ancora dare conferme ufficiali", il viaggio di papa Francesco in Corea del Sud è "praticamente sicuro". Lo dicono fonti vaticane ad AsiaNews. La visita dovrebbe svolgersi per un totale di circa 7 giorni nella prima metà di agosto: il pontefice sarà a Seoul per gli incontri istituzionali e nella diocesi di Daejeon per presiedere alle celebrazioni organizzate per la Giornata asiatica della Gioventù. Prevista poi la beatificazione dei 124 martiri coreani e una messa speciale per la pace e la riunificazione della penisola coreana. 
Cina, anche se, Xue Fushun, padre del democratico Xue Mingkai, si è suididto per disperazione? questo, non renderebbe comunque, più leggero, meno grave, la colpa del tuo crimine
05/02/2014 INDIA. India, la Corte suprema rivedrà la sentenza "pro-indù", per frenare l'estremismo religioso. Nel 1995 il più alto tribunale del Paese aveva stabilito che cercare voti in nome dell'induismo non è una forma di corruzione. Il verdetto venne molto criticato, perché l'imputato di quel processo si era fatto eleggere in nome dell'hindutva, ideologia nazionalista. Il presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) accoglie in modo favorevole le decisione della Corte suprema in vista delle elezioni generali di maggio 2014. "Negli Stati dove si persegue l'hindutva le minoranze vivono nell'insicurezza".05/02/2014 CINA, Cina, padre di un dissidente muore cadendo da un balcone del tribunale. Per la polizia "si è suicidato". Xue Fushun, padre del democratico Xue Mingkai, era riuscito a fuggire da una prigione segreta e si era rifugiato nel palazzo del Procuratore generale dello Shandong. Cercava la protezione del tribunale contro la persecuzione della polizia nei confronti della sua famiglia. Per la moglie e il figlio non è suicidio, ma omicidio intenzionale. Il sostegno dei dissidenti cinesi, che scrivono una lettera aperta per denunciare le "continue violazioni" delle autorità.
 05/02/2014. [ Presidente Giorgio Napolitano, quello che, la tua Europa, Onu, farisei anglo-americani banca mondiale, dei massoni Bildenberg sta facendo, contro la civiltà ebraico-cristiana, non può essere tollerato, la tua Europa? crollerà! ] VATICANO
"Sorpresa" del Vaticano per le accuse del Comitato Onu per i diritti dell'infanzia
Un rapporto che appare "già scritto" e "ideologico" e che chiede alla Chiesa anche di cambiare la sua posizione sull'aborto. I provvedimenti presi dalla Santa Sede contro gli abusi sui minori sono "una questione di fatti, di evidenza, che non possono essere distorti". Il riferimento appare a quanto dice, da parte sua, mons. Tomasi, sulla "raccomandazione che viene fatta alla Santa Sede di cambiare la sua posizione sulla questione dell'aborto". Lo stesso prelato parla di "affermazioni molto scorrette" e sottolinea che nel Rapporto sembra non si sia tenuto conto di quanto emerso nel corso dell'incontro del Comitato con la delegazione della Santa Sede, svoltosi il 16 gennaio 2014. "L'aspetto negativo del documento che hanno prodotto è che sembra quasi che fosse già stato preparato prima dell'incontro del Comitato con la delegazione della Santa Sede, che ha dato in dettaglio risposte precise su vari punti, che non sono state poi riportate in questo documento conclusivo o almeno non sembrano essere state prese in seria considerazione". Eppure "nell'introduzione del rapporto conclusivo viene riconosciuta la chiarezza delle risposte provenute; non si è cercato di evitare nessuna richiesta fatta dal Comitato, in base all'evidenza disponibile, e dove non c'era una informazione immediata, ci si è ripromessi di provvederla in futuro, secondo le direttive della Santa Sede, e come fanno tutti i governi". "Questo Comitato non ha fatto un buon servizio alle Nazioni Unite, cercando di introdurre e richiedere alla Santa Sede di cambiare il suo insegnamento non negoziabile!". E "probabilmente - conclude mons. Tomasi - delle Organizzazioni non governative - che hanno interessi sull'omosessualità, sul matrimonio gay e su altre questioni - hanno certamente avuto le loro osservazioni da presentare e in qualche modo hanno rafforzato una linea ideologica".

asianews. Sacerdote gesuita: Ad Homs moriamo di fame [ e quale verità, qualcuno può pretendere dal satanista kerry? ] AsiaNews ‎- 5 ore fa. E' urgente far crescere la fiducia e la collaborazione fra regime e ribelli. Damasco (AsiaNews) - Ad Homs, nella città vecchia, si muore di fame.
«Abusi? Testo già scritto e ideologico». [ quando lo Onu, Anticristo, metterà sotto accusa tutti i nazisti della LEGA ARABA? ] L'osservatore vaticano all'Onu, monsignor Tomasi: il documento non tiene conto di quanto fatto negli ultimi anni dal Vaticano e dalle singole Conferenze episcopali. «La Santa Sede risponderà» e insisterà «su questa politica di trasparenza, di non tolleranza di abusi». Il comunicato della Santa Sede. 5 febbraio 2014. Abusi, accuse Onu: comunicato della Santa Sede. Alle accuse dell'Onu la Santa Sede ha replicato con questo comunicato. Al termine della sua 65.ma sessione, il Comitato per i Diritti del Fanciullo ha pubblicato le sue Osservazioni Conclusive sugli esaminati Rapporti della Santa Sede e di cinque Stati Parte alla Convenzione sui Diritti del Fanciullo (Congo, Germania, Portogallo, Federazione Russa e Yemen). Secondo le particolari procedure previste per le parti della Convenzione, la Santa Sede prende atto delle Osservazioni Conclusive sui propri Rapporti, le quali saranno sottoposte a minuziosi studi ed esami nel pieno rispetto della Convenzione nei differenti ambiti presentati dal Comitato secondo il diritto e la pratica internazionale come pure tenendo conto del pubblico dibattito interattivo con il Comitato svoltosi il 16 gennaio 2014. Alla Santa Sede rincresce, tuttavia, di vedere in alcuni punti delle Osservazioni Conclusive un tentativo di interferire nell'insegnamento della Chiesa Cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa. La Santa Sede reitera il suo impegno a difesa e protezione dei diritti del fanciullo, in linea con i principi promossi dalla Convenzione sui Diritti del Fanciullo e secondo i valori morali e religiosi offerti dalla dottrina cattolica.
Asili a Roma, tagliati gli aiuti al terzo figlio. ​Bloccati gli aiuti alle famiglie numerose, via libera invece al progetto a favore di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali.
L'azzardo non è un gioco. Slot machines nei bar, sale giochi aperte 24 ore: l'Italia si sta trasformando in una bisca. Cristiani perseguitati
Le storie più drammatiche, i dati e la battaglia per garantire a tutti la libertà religiosa
 Le scelte di Marino. Asili a Roma, tagliati gli aiuti al terzo figlio. Colpo basso del Campidoglio alle famiglie romane con tre o più figli. Se la delibera sarà approvata dal Consiglio comunale, l'asilo non sarà più gratis per i bambini che hanno già due fratelli. Un altro schiaffo alle politiche familiari da una giunta invece attentissima alle iniziative filo-gay: in Campidoglio cercano personale interno esperto in «politiche di genere e Lgbt» per potenziare il dipartimento Servizi educativi e scolastici, giovani e pari opportunità.
La proposta di delibera della commissione Scuola, vuole modificare la precedente (la 90 del 25 maggio 2000) che prevede l'esenzione dal pagamento della quota contributiva del terzo figlio per i nuclei familiari con tre o più figli minori. «Stiamo assistendo allo smantellamento delle politiche familiari messe in piedi con fatica in tutti questi anni», commenta la presidente del Forum delle associazioni familiari del Lazio, Emma Ciccarelli: «La situazione è grave, le famiglie portano i bambini al nido perché hanno bisogno di lavorare, così la Giunta si renderà responsabile del collasso delle famiglie romane». Indignato il commento di Angelo De Santis, responsabile dell'Associazione famiglie numerose del Lazio: «Ma è così difficile capire che una famiglia con tre figli oggi, indipendentemente dal reddito, non può considerarsi ricca?». E aggiunge: «È palese, la giunta Marino è contraria alla famiglia. Il sindaco tanto attento alle discriminazioni sta discriminando chi fa famiglia». «In nove mesi – commenta il consigliere Gianluigi De Palo, ex assessore alla Famiglia, capogruppo della lista civica "Cittadini x Roma" – l'amministrazione Marino ha smantellato il lavoro fatto in tre anni dal sottoscritto, a partire dal "Quoziente Roma", apripista per le politiche familiari in tutta Italia». Giordano Tredicine (Fi) annuncia una mozione contro la delibera. Per Valeria Mennuni (Ncd) è un «inaccettabile attacco alla natalità». In contemporanea all'ennesima picconata alla politiche familiari, il Campidoglio piazza un altro mattone della propaganda gay. Con una circolare del 28 gennaio il Dipartimento risorse umane ricerca, all'interno dell'amministrazione, quattro figure professionali. Il Dipartimento servizi educativi e scolastici, giovani e pari opportunità ha avuto dalla Giunta «rilevanti nuove funzioni in materia di promozione e tutela delle pari opportunità». Servono dunque due figure (un funzionario esperto in bandi e contratti) e un amministrativo per il «Servizio politiche di Genere». Altrettante per il «Servizio Lgbt»: un amministrativo e un esperto, «sociologo, psicologo, assistente sociale avente competenze sulle tematiche lesbiche, gay, bisessuali e transessuali». Esperti da impiegare in una sezione dedicata alle tematiche gender. Magari per attuare la direttiva dell'Unar, l'Ufficio anti discriminazioni presso la Presidenza del Consiglio, che vuole dettare il bon ton  "omofilo" agli insegnanti.
«Prima le unioni civili – commenta De Palo – poi i testimonial gay nelle scuole per il progetto contro il bullismo, ora il personale esperto in Lgbt. È una battaglia ideologica su temi astratti di un'amministrazione che perde di vista la concretezza della vita reale: i problemi delle famiglie a fine mese, i trasporti, la manutenzione stradale». Luca Liverani
© riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 8 gennaio 2014. Fede alla prova. Cristiani, persecuzioni in aumento nel 2013. Il numero dei cristiani perseguitati per la loro fede è in aumento. Anche nel 2013 le violenze e le discriminazioni nei loro confronti sono cresciute. Il dato emerge anche dall'"Indice mondiale delle persecuzioni 2014", uno studio che classifica i 50 Paesi più colpiti dall'intolleranza, realizzato dall'associazione Portes ouvertes France, una ong di sostegno ai cristiani perseguitati. Associazione apolitica, fondata nel 1976, Portes Ouvertes France realizza questo rapporto dal 1997. Nel 2013, scrive l'ong, c'è stato un aumento generalizzato delle persecuzioni: L'Africa, in particolare la cintura del Sahel, "è diventata un campo di battaglia per la Chiesa" e c'è stato una sorta di "inverno cristiano proprio nei Paesi che hanno vissuto la primavera araba". La Corea del Nord si conferma, per la dodicesima volta consecutiva, il Paese in cui per i cristiani vivere è più pericoloso e precario; al secondo posto la Somalia, dove tribù e clan musulmani assicurano la morte "a quasi tutti i cristiani che incontrano". La situazione non migliora nei Paesi arabi. Siria ed Egitto, innanzitutto: la Siria, passata dal 11esimo al terzo posto, detiene il triste primato dei numero di cristiani assassinati (più della Nigeria, secondo notizie desunte dalla stampa); l'Egitto è il Paese dove i cristiani hanno subito più violenze. L'estremismo islamico si conferma il fattore più insidioso. L'aumento delle persecuzioni si nota particolarmente negli Stati falliti, quelli cioè in cui il potere centrale stenta ad assumere pienamente il suo ruolo: oltre alla Somalia e alla Siria, l'Iraq, l'Afghanistan, il Pakistan, lo Yemen e ora anche la Repubblica Centrafricana.
Tra gli altri Paesi in cui i cristiani sono sotto pressione troviamo le Maldive, l'Arabia Saudita, l'Iran, la Libia, l'Uzbekistan, il Qatar. © riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. 27 dicembre 2013. Libertà religiosa. Martirio, via dei cristiani
EUROPA Nel nome del "laicismo" si contrasta ogni radice. «Accade» che i cristiani siano apertamente avversati «anche in Paesi e ambienti, che, sulla carta tutelano la libertà e i diritti umani, ma dove di fatto i credenti, e specialmente i cristiani, incontrano limitazioni e discriminazioni». La nota del Papa ieri all'Angelus fa risuonare anche i numerosi episodi in Europa, dove la negazione del cristianesimo come dimensione pubblica va dai Paesi nei quali sono banditi gli auguri di Natale, come la Gran Bretagna, a quelli dove la semplice esibizione durante un tg di una piccola croce attaccata a una catenina può costare il posto a una giornalista, com'è accaduto poco più di un mese fa in Norvegia. I cristiani sono oggi osteggiati in Francia: qui la Chiesa sta ricordando al governo Hollande, impegnato a legalizzare l'eutanasia dopo le nozze gay, che «né la Repubblica né lo Stato, né i medici sono proprietari della vita umana», come ha ammonito la vigilia di Natale l'arcivescovo di Lione cardinale Barbarin. Ma sono tempi difficili anche per i cristiani in Belgio, dove sono gruppi di credenti ad animare l'opposizione al progetto di legge per estendere l'eutanasia ai bambini. Aperto dileggio affrontano i credenti spagnoli che sostengono il ripristino della legge sull'aborto ripulita dalle liberalizzazioni di Zapatero. Situazione analoga in Croazia, dove la Chiesa ha guidato la grande – e contestata – iniziativa per la difesa della famiglia con la riforma referendaria della Costituzione. Francesco Ognibene. NIGERIA Il fondamentalismo del Nord innesca la caccia ai fedeli. Nell'Africa sub-sahariana, la Nigeria centro-settentrionale rappresenta da tempo una delle regioni più pericolose per la comunità cristiana. Le violenze sono aumentate radicalmente con gli attacchi degli jihadisti di Boko Haram, una setta formatasi nella città nord-orientale di Maiduguri che ha l'obiettivo di portare nel Paese una versione molto più estrema della sharia (la legge coranica). Negli ultimi quattro anni, quelli che a volte sono definiti i «taleban nigeriani» hanno preso di mira soprattutto leader, civili e luoghi di culto cristiani. I dati ufficiali parlano di almeno 3.600 morti dal 2009, in gran parte cristiani. La maggior parte degli attentati di Boko Haram sono avvenuti nel nord della Nigeria, a maggioranza islamica,, costringendo migliaia di cristiani a dirigersi verso sud. Lo Stato centrale del Plateau è però spesso teatro di scontri tra le comunità musulmana contro quella cristiana, o tra i militanti e le autorità. I qaedisti hanno anche colpito più volte le chiese a Natale. Quest'anno, dopo una serie di attacchi dell'esercito ai militanti, il 24 dicembre nel nord-est del Paese, e grazie all'innalzamento del livello di sicurezza in tutto il territorio, non ci sono stati attentati. Matteo Fraschini Kofi
MEDIO ORIENTE La Terra Santa è l'epicentro di un lungo esodo forzato. Sono solo 154mila i cristiani che abitano oggi la Terra Santa, dentro i confini di Israele. L'80% della minoranza cristiana sono arabi, altri sono congiunti di ebrei a cui vanno aggiunti circa 30mila lavoratori stranieri e i cristiani palestinesi di Gerusalemme Est. Davvero un "piccolo gregge" nello Stato di Israele che conta circa 8milioni di abitanti (6milioni di ebrei e oltre un milione e mezzo di arabi). Nazaret è la città con più alto numero di cristiani seguita da Haifa e Gerusalemme: piccolissime comunità come agonizzanti e che da decenni ormai lottano contro il male endemico della fuga all'estero e della diaspora a causa di violenze e di un ambiente culturalmente ostile in tutto il Medio Oriente. Considerando i flussi migratori i cristiani in Israele aumentano ogni anno dello 0,9%. Un dato inferiore sia rispetto agli ebrei (+ 1,7%) che rispetto ai musulmani (+ 2,7%) e che, in prospettiva, rende ancora più esigua la presenza cristiana. La minoranza presenta un alto tasso di istruzione e percentuali di accesso all'università superiori a quelli nazionali. Un'istruzione che, paradossalmente, potrebbe incentivare l'emigrazione qualificata: il rischio infatti è che i luoghi santi si trasformino in futuro dei musei perfettamente conservati, ma senza comunità vive. Una tentazione, quella della fuga, condivisa da decenni pure in Egitto, dove risiede la minoranza copta, come in Siria e Libano. Luca Geronico
IRAQ Ancora sangue a Baghdad, la comunità cerca "nornalità"
A Baghdad, la violenza non ha risparmiato nemmeno il giorno di Natale. Nel pomeriggio due bombe sono esplose nella zona di Dura, uccidendo 25 persone e ferendone 56. Una strage – l'ennesima –,non rivendicata da alcun gruppo. Eppure, data la vicinanza della chiesa di San Giovanni, le autorità avevano pensato che si trattasse di un attacco settario contro la minoranza. Un'ipotesi smentita subito dopo da monsignor Shlemon Warduni, vescovo ausiliare della capitale. L'agguato – ha precisato il pastore in un'intervista a "Radio Vaticana" – «non era diretto ai cristiani. Non dobbiamo mescolare le cose – ha aggiunto il pastore –: l'attentato è avvenuto nel giorno di Natale ma non perché è Natale. Secondo il ministero dell'Interno, l'obiettivo dei terroristi era il mercato di Athorien, particolarmente affollato a quell'ora del mattino. È stato un anno difficile per l'Iraq che ha assistito a una devastante ondata di violenza settaria. Le ultime stime delle Nazioni Unite parlano di oltre 8mila morti da gennaio, una "cifra da 2006" quando, dopo la caduta di Saddam Hussein, la violenza confessionale esplose in tutta la sua ferocia. Ad acuire le violenze – un conflitto civile non dichiarato –, le proteste contro il governo dello sciita Maliki, accusato di favorire la sua comunità a discapito dei sunniti.
(R.E.) PAKISTAN Asia Bibi icona della blasfemia. E l'India colpisce anche i pastori
Un altro anno nero per i cristiani e le minoranze religiose del Pakistan. A partire da Asia Bibi, che resta in carcere in attesa del giudizio d'appello a tre anni dalla condanna a morte per blasfemia. Su tutti il peso dei conflitti e della violenza endemica di un Paese di 180 milioni di abitanti che va affondando nei suoi contrasti etnici, settari e di interessi contrapposti, con un crescente impatto del terrorismo, sia quello alimentato dai movimenti jihadisti come al-Qaeda, sia quello taleban di matrice locale. Pesa però anche una legge (cosiddetta "anti-blasfemia") usata come un ariete per minare i diritti delle minoranza religiose o dell'islam non integralista. Una situazione che da tempo esporta violenza di pretesto religioso oltreconfine, nell'immensa India dove, a sua volta, il radicalismo di matrice induista rivendica anche in politica un ruolo che confermi radicati privilegi. Proprio per la difesa degli ultimi nel tradizionale sistema di caste e gruppi emarginati (dalit), la Chiesa indiana subisce pressioni e ingiustizie. Come l'11 dicembre, quando l'arcivescovo di Delhi, monsignor Anil Couto, è stato fermato con decine di sacerdoti, suore e attivisti durante una marcia per chiedere al governo che confermi anche per i battezzati i benefici riconosciuti ai dalit di fede induista.
Stafano Vecchia. © riproduzione riservata
 26 dicembre 2013 Messaggio natalizio Urbi et orbi ​«Mai più tragedie come Lampedusa per i migranti» cari fratelli e sorelle di Roma e del mondo intero, buongiorno e buon Natale! Faccio mio il canto degli angeli, che apparvero ai pastori di Betlemme nella notte in cui nacque Gesù. Un canto che unisce cielo e terra, rivolgendo al cielo la lode e la gloria, e alla terra degli uomini l'augurio di pace. Invito tutti ad unirsi a questo canto: questo canto è per ogni uomo e donna che veglia nella notte, che spera in un mondo migliore, che si prende cura degli altri cercando di fare umilmente il proprio dovere. Gloria a Dio!© Copyright 2013 - Libreria Editrice Vaticana

 CRISTIANI PERSEGUITATI. 26 dicembre 2013. Angelus . «Preghiamo per i cristiani discriminati» Il Papa ha pregato, recitando l'Angelus di oggi, per i cristiani discriminati a causa della testimonianza del Vangelo e ha osservato che accanto alle situazioni in Paesi dove "la libertà religiosa non è ancora garantita o non è nei fatti pienamente realizzata", ci sono anche i casi di "Paesi e ambienti che sulla carta tutelano la libertà e i diritti umani, ma dove di fatto i credenti, specialmente i cristiani, incontrano limitazioni e discriminazioni". Il Papa critica "la falsa immagine del Natale: l'immagine fiabesca e sdolcinata, che nel Vangelo non esiste!". Lo ha detto all'Angelus per la festa di santo Stefano primo martire, ricordando "il senso autentico dell'Incarnazione", che collega "Betlemme al Calvario" e ricorda "che la salvezza divina implica la lotta al peccato, passa attraverso la porta stretta della Croce. Questa è la strada che Gesù ha indicato chiaramente ai suoi discepoli, come attesta il Vangelo di oggi". Papa Francesco, che ha recitato l'Angelus dalla finestra dello studio su piazza San Pietro, si è chiesto se non sembri "fuori luogo" celebrare Stefano, il primo martire della storia della Chiesa, subito dopo il Natale, "festa delle vita" che "infonde sentimenti di serenità e di pace"; "perché - ha chiesto - turbarne l'incanto col ricordo di una violenza così atroce?". Ma, ha spiegato, "nell'ottica della fede" la festa di santo Stefano "è in piena sintonia con il significato profondo del Natale, Nel martirio, infatti, - ha commentato papa Bergoglio - la violenza è vinta dall'amore, la morte dalla vita". E nel martirio si "riproduce lo stesso confronto tra il bene e il male, tra l'odio e il perdono, tra la mitezza e la violenza, che ha avuto il suo culmine nella Croce di Cristo. La memoria del primo martire viene così, immediatamente, a dissolvere una falsa immagine del Natale: l'immagine fiabesca e sdolcinata, che nel Vangelo non esiste!". © riproduzione riservata

CRISTIANI PERSEGUITATI. India, scagionato professore accusato di blasfemia
15 novembre 2013. L'accusa di blasfemia gli è costata una mano e parte del braccio. Ora TJ Joseph professore cristiano indiano è stato assolto con formula piena dalla corte di Thodupuzha in Kerala. La vicenda risale al marzo del 2010 quando il docente, professore al Newman's College, viene accusato di blasfemia dal gruppo fondamentalista islamico Popular Front of India (Pfi). Secondo gli estremisti, egli aveva inserito domande offensive verso Maometto in un questionario per gli esami. Date le minacce ricevute, l'uomo aveva chiesto scusa pubblicamente per il suo «errore non intenzionale». Qualche mese dopo però, un gruppo di sconosciuti lo aveva aggredito a Muvattupuzha (distretto di Ernakulam), mozzandogli la mano e parte del braccio destro. TJ Joseph era sopravvissuto all'attacco, ma nel settembre dello stesso anno le autorità scolastiche lo avevano licenziato, senza possibilità di accedere alla pensione. Ora finalmente è stato scagionato da ogni accusa. Una sentenza, ha spiegato Sajan George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), «per la quale dobbiamo ringraziare il sistema giudiziario indiano. Il caso del professore Joseph è stata una delle pagine più buie del Kerala». Secondo Sajan George, gli aspetti più gravi di questo episodio «sono stati l'atteggiamento della polizia, che ha registrato la denuncia contro di lui e l'ha anche arrestato, e quello dell'istituto, che l'ha sospeso dal servizio. Per fortuna, la Mahatma Gandhi University, a cui il Newman College è affiliato, ha revocato la decisione delle autorità scolastiche e lo ha riassunto». © riproduzione riservata

IL DOSSIER. Nel mirino dell'intolleranza. Simona Verrazzo. 4 novembre 2013. Sono la "preda perfetta". Il bersaglio ideale su cui sfogare frustrazioni individuali e fallimenti collettivi. Per questo, le minoranze etniche, politiche, religiose sono troppo spesso discriminate, escluse, vessate. L'ennesima dimostrazione arriva ora dal Pew Research Centre, think tank con sede a Washington, che ha analizzato le condizioni dei cristiani nei dieci Paesi dove sono il gruppo minoritario più numeroso. Una sorta di maggioranza tra le minoranze, per dirla in altri termini. In cima alla classifica c'è la Nigeria, con il 49, 3 per cento. I cristiani nigeriani sono 78 milioni, eppure – nonostante siano così tanti – le persecuzioni in questo pezzo d'Africa sono all'ordine del giorno. La gran parte vive a sud, ma coloro che stanno al nord, in stati come Yoke, Kano, Kaduna o Borno, sono costretti a subire gli attacchi della setta fondamentalista islamica Boko Haram, che punta a rafforzare la sharia (già in vigore in quasi tutto il settentrionale del Paese) e a cacciare "gli infedeli" con la violenza. Scorrendo la classifica degli Stati con le più numerose minoranze cristiane nel mondo, salta agli occhi come in nove casi su dieci siano anche luoghi dove le discriminazioni sono forti. È il caso dell'Egitto. Che il Pew Centre colloca al nono posto, con il 5,1 per cento della popolazione copta, pari a poco più di 4 milioni di abitanti. Un dato, però, non condiviso da altre fonti che parlano di 8 milioni di cristiani, pari a circa il 10 per cento della popolazione. Quel che è certo è che l'Egitto ospita la più antica chiesta autoctona africana, insieme a quella di Etiopia, e la più grande comunità cristiana dei Paesi arabo-musulmani. Eppure, nonostante quella dei copti sia una presenza vecchia di secoli, continuamente le cronache ci ricordano quanto essi siano perseguitati. Anche dopo la deposizione del presidente Mohamed Morsi, membro dei Fratelli Musulmani, la Fratellanza continua ad attaccare i cristiani, come prova l'assalto venerdì alla chiesa della Vergine Maria a Zaytoun, al Cairo, dove si recano in pellegrinaggio anche i musulmani. Come riferito dall'agenzia cattolica <+corsivo>AsiaNews<+tondo>, studenti vicini ai Fratelli Musulmani hanno strappato striscioni e scritto sui muri frasi offensive verso il patriarca, i copti e le Forze armate.
E per le chiese perseguitate, di ogni confessione, la World Evangelical Alliance ha organizzato per oggi e domenica prossima due giornate di preghiera, l'International Day of Prayer for the Persecuted Church. Nella classifica c'è anche una ex repubblica sovietica: il Kazakhstan, a maggioranza musulmano, dove cristiano è quasi un quarto della popolazione (24,8 per cento), in totale quattro milioni di persone. Qui, il giro di vite è arrivato con la Legge sulla religione, del 2012. Questa prevede che tutte le attività religiose non registrate presso lo Stato siano considerate illegali. Il risultato, ha denunciato sempre <+corsivo>AsiaNews<+tondo>, è stata la chiusura di centinaia di chiese. Ma le minoranze cristiane non vengono perseguitate soltanto nei paesi islamici: basti ricordare le violenze dei fondamentalisti hindu in India (come nello Stato dell'Orissa) oppure la "caccia" in Cina ai membri della cosiddetta "Chiesa sotterranea", quella fedele a Roma. Scorrendo la classifica, spicca la Corea del Sud, l'unico Paese dove i cristiani non sono perseguitati, ma anzi sono arrivati ai vertici della società civile, come il defunto presidente Kim Dae-Jung (Nobel per la Pace nel 2000) e l'attuale leader, Park Geun-hye, entrambi cattolici.Simona Verrazzo © riproduzione riservata
king Saudi ARABIA, il mio medico simpatizza, per l'Islam, perché, lo vede come l'unico rimedio, moralmente e politicamente, possibile per l'Occidente. mi ha detto: "se, tu modifichi l'Islam? lo distruggi!" .. ed invece, è tutto il contrario, quello che, è rigido si spezza, e certamente, l'islam dei salafiti è troppo rigido e fondamentalista, per spezzarsi, in modo irrimediabile! è di questo, che, i farisei anglo-americani hanno bisogno, per non venire a vivere nel tuo deserto, e per poter massacrare tutti i popoli.. se, tu non mi ascolti? l'Islam andrà perduto! ma, se, noi rendiamo l'Islam un vero sistema culturale scientificamente rilevabile in ambito accademico, poi, potrà diffondersi nel mondo senza trovare resistenze. perché diventerà una spiritualità pura, .. e se avrai bisogno di me? io ti aiuterò!
mi dispiace, essere il mio amico, non ti potrà salvare, perché, tu hai taciuto, mentre, i martiri cristiani innocenti morivano! [ tutti lo sanno, Unius REI, io sono la legge del taglione! 
 CRISTIANI PERSEGUITATI. 25 settembre 2013. CRISTIANI PERSEGUITATI. Kenya: gli al-Shabaab attaccano. una chiesa cattolica a Wajir​. Poche ore dopo la fine dell'assedio al centro commerciale Westgate Mall di Nairobi, gli al-Shabaab potrebbero essere tornati in azione. Ieri sera, una chiesa cattolica a Wajir, nel nord-est del Paese – zona al confine tra Kenya e Somalia da tempo teatro degli attentati compiuti dagli estremisti – è stata presa di mira da uomini armati di fucili e granate. Testimoni hanno raccontato che gli assalitori si sono avvicinati, a bordo di due auto, alla chiesa, e hanno cominciato a sparare. Dopo l'intervento della polizia, sono fuggiti lanciando due granate. Almeno un morto e tre feriti il bilancio del sanguinoso raid. Solo l'altro ieri, le milizie di al-Shabaab, sconfitte dalle autorità di Nairobi dopo 4 giorni di resistenza all'interno del Westgate, avevano minacciato di mettere in atto altri attacchi nel Paese. Difficile non vederci un collegamento con quanto accaduto ieri sera, anche se non è arrivata alcuna rivendicazione. Ma mentre il Paese piange le vittime del Westgate, restano ancora molti dubbi sulla dinamica dell'assalto a Nairobi, sull'identità dei componenti del commando e sul numero esatto dei morti. Ieri i miliziani shabaab, attraverso il loro account Twitter, hanno detto che nel blitz sono stati uccisi «137 ostaggi», e hanno anche accusato le forze kenyane di avere utilizzato «gas chimici» e di aver «provocato il crollo dell'edificio, seppellendo le prove e tutti gli ostaggi sotto le macerie». Le accuse, che pure alimentano dubbi, sono state smentite dal ministro dell'Interno kenyano, Ole Lenku, che ha minimizzato i timori che i 71 dispersi indicati dalla Croce Rossa locale siano in realtà deceduti. Il bilancio ufficiale resta fermo a 61 morti, più sei agenti delle forze della sicurezza e cinque assalitori. Quanto alla composizione del commando, ieri il ministro della Giustizia Usa, Eric Holder, ha detto che al momento non ci siano prove che mostrino il coinvolgimento di cittadini statunitensi. Mentre il Foreign Office ha confermato che un britannico 35/enne di origini somale è stato arrestato all'aeroporto di Nairobi nell'ambito delle indagini. © riproduzione riservata
[ criminalizzare la sharia, arrestare tutti i criminali anticristo, dello ONU. ] CRISTIANI PERSEGUITATI. 24 settembre 2013. Due antidoti per un virus che dilaga. Come spegnere l'incendio islamista. Come un incendio indomabile il terrorismo islamista divampa in tutto il mondo islamico: sospinto dal vento impetuoso dell'odio cieco colpisce ora in Pakistan – facendo strage di cristiani in preghiera – ora in Kenya, a caccia di turisti in un centro commerciale. Due stragi che spingono fuori dalle pagine dei giornali quelle poco meno recenti di Boko Haram in Nigeria, i massacri di civili sciiti in un Iraq mai veramente stabilizzato o le tante altre che si susseguono da anni. Ma forse il paragone dell'incendio può esser fuorviante. Perché la metafora più calzante è quella del cancro: il fanatismo religioso violento è un tumore cresciuto dentro l'islam e i terroristi più o meno qaedisti ne rappresentano le metastasi. E sia detto a scanso di equivoci: come in ogni tumore, le cellule sane – ossia la stragrande maggioranza dei musulmani – sono le prime vittime di questa degenerazione che deforma il vero messaggio religioso di questa grande comunità di credenti. Dinanzi al dilagare di questi movimenti nichilisti e senza pietà, la repressione militare e il lavoro d'intelligence, per quanto fondamentali, non sono sufficienti. L'ultimo decennio ha frantumato le certezze di quanti contavano sulla tecnologia e sulla potenza militare dell'Occidente per schiacciare il terrorismo islamico che, indebolito in una regione, si ravviva subito in un'altra. Non sarà con i droni e le intercettazioni statunitensi che si avrà ragione di questo problema. Perché in realtà, come per il tumore, è fondamentale il voler "guarire". Per il mondo islamico questo significa sostanzialmente due cose. La prima è prendere coscienza che per combattere la degenerazione qaedista e la follia omicida dei terroristi è ineludibile uno sforzo interno per arrivare a risolvere i problemi posti dalla modernità, dalla globalizzazione e dalla secolarizzazione dei costumi. Un processo affrontato nei secoli passati anche dall'Europa e dal cristianesimo, e certo non senza dolorose traversie, come testimoniano le nostre "guerre di religione" e la ricerca di un equilibrio fra fede e scienza. La realtà islamica è molto diversa da quella cristiana e quindi dovrà trovare un proprio percorso autonomo. Ma necessariamente non potrà che affrontare i temi della libertà personale nel vivere la fede, nel confrontarsi sullo stesso piano con altre religioni, nella distinzione fra le regole che riguardano la comunità e quelle che riguardano il singolo. Per fare questo bisogna superare il cosiddetto <+corsivo>taqlid<+tondo> (imitazione), ossia l'aderenza acritica a interpretazioni dogmatiche e chiuse al confronto che prevalgono soprattutto all'interno dell'islam sunnita. Senza la ripresa di un dibattito sull'interpretazione codificata, senza un controllo maggiore sui predicatori di odio e di radicalismo di troppe scuole religiose e moschee, la violenza nel nome di Dio non potrà essere arginata. Il secondo sforzo va invece nella direzione di una riduzione delle sperequazioni socio-economiche di quel mondo, nella mancanza di prospettive per il futuro, di spazi politici per manifestare il dissenso politico. Mancanza di speranza e violazione della propria dignità: due sentimenti fondamentali per spingere chi li vive nell'abisso dell'umiliazione e del rancore indifferenziato. È anche da qui che si alimenta il terrorismo; tanto che si parla oggi di "jihadismo funzionale", ossia di combattenti che seguono questa strada non tanto per vera convinzione ideologica ma perché ritengono che essa rappresenti l'unico mezzo per contestare un sistema vissuto come ingiusto e intollerabile. Non sono certamente due sfide facili. E va detto che finora l'Occidente ha spesso agito in modo da peggiorare più che migliorare la situazione. Ma senza la coscienza di doverle affrontare rimarremo tutti con l'illusione che il jihadismo si vinca inventando missili ancora più intelligenti e sistemi di ascolto ancora più raffinati. L'eterna illusione che i giocattoli tecnologici dell'uomo possano sconfiggere le ombre dentro di noi. Riccardo Redaelli © riproduzione riservata 
22 settembre 2013. per Onu, del diritto dei nazisti islamici, di prosperare, è tutto normale! ma, prima di invadere l'Europa, gli islamici Bildenberg, hanno deciso, che, deve essere scritta, la parola fine, contro Israele.] LA FEDE PERSEGUITATA. Pakistan, cristiani, in corteo, dopo la strage. Il grido di dolore, la rabbia di sentirsi indifesi e la preghiera. Oggi il Pakistan vive la seconda giornata di lutto (dei tre indetti) per onorare gli 82 morti della strage compiuta domenica da due attentatori suicidi in una chiesa anglicana a Peshawar. Mentre si celebrano i funerali delle vittime, manifestazioni di protesta si stanno svolgendo in molte città. Tanti cortei sono passati davanti a sedi di partiti o dei governi centrale e provinciali per chiedere sicurezza e uguaglianza. Non senza tensioni. Ieri, durante i tafferugli scoppiati davanti a una moschea di Karachi, alcuni estremisti hanno cominciato a lanciare delle pietre: un musulmano è morto colpito alla testa. Nella doppia esplosione che domenica ha colpito l'affollata chiesa anglicana di Ognissanti – all'interno erano radunati 500 fedeli –, al termine della preghiera domenicale, hanno perso la vita 81 persone. Altre 145 sono rimaste ferite. Tra i colpiti, erano decine le donne e di bambini. «La funzione era appena finita – racconta Ehsan Fawad, un sopravvissuto – e la gente era in fila per prendere del riso quando è avvenuto uno enorme scoppio. Ho visto pezzi di corpi dilaniati e arti mutilati sparsi ovunque». Ad aumentare la tensione – che in alcune città si è trasformata in protesta spontanea e anche in rabbia, con sassaiole e incendi di auto – le indiscrezioni sulla possibilità di un attentato in preparazione pervenute ai servizi di sicurezza che però non avrebbero incrementato la sorveglianza. Il presidente dell'Alleanza pan-pachistana delle minoranze (Apma), il cattolico Paul Bhatti, ex ministro per l'Armonia religiosa, ha parlato di una mano «straniera» nella strage e si è dichiarato incredulo per la possibilità data ai due attentatori di entrare «nella zona ad alta sicurezza senza che nessuno li fermasse». La rivendicazione di Tehrik-e-Taliban Pakistan Jindullah, una fazione locale del movimento taleban, è arrivata a poche ore dell'attentato ma non è certo che siano stati realmente loro a compiere la strage, data la coincidenza, nelle scorse settimane, con l'avvio di un negoziato tra la formazione e il governo. Intanto, per il timore di altri attacchi, il ministro degli Interni, Chaudhry Nisar Ali Khan, ha annunciato ieri un piano di sicurezza per le chiese di tutto il Paese e altri luoghi di culto delle minoranze considerati «facili bersagli». La misura potrebbe non bastare a frenare la frustrazione delle minoranze. In varie parti del Paese, cristiani e società civile pachistana, anche non-cristiani, si sono uniti per chiedere azioni concrete. Cordoglio è stato espresso da Maulana Tahir Ashrafi, presidente del Consiglio degli ulema, il quale ha sottolineato la vicinanza «ai nostri fratelli e sorelle cristiani». «È vergognoso – ha aggiunto Ashrafi – che il governo non riesca a proteggere le minoranze in Pakistan», i cui diritti «sono tutelati dalla Costituzione». La strage potrebbe anche portare a un ripensamento della politica di recente impegno per il dialogo con il movimento taleban. In questo senso, almeno è andata al dichiarazione del primo ministro Nawaz Sharif in partenza per New York per partecipare all'Assemblea generale Onu. «Avevamo proposto in buona fede dei negoziati di pace ai taleban con il consenso di tutte le forze politiche – ha ricordato Sharif alludendo all'offerta di negoziato del 9 settembre – ma ora non è più possibile proseguire su questa strada». Sharif, che aveva previsto di portare nel suo intervento alle Nazioni Unite la questione dei droni Usa in azione sul suo Paese, ora dovrà anche spiegare che cosa il Pakistan intende fare per fermare i terroristi. Lo stesso segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, che si è dichiarato «choccato» dall'accaduto, ha lanciato un appello al governo del Pakistan affinché faccia tutto il possibile per assicurare i colpevoli alla giustizia. Anche il presidente afghano Hamid Karzai ha condannato l'attacco, sottolineando come il terrorismo resti la minaccia principale per il Pakistan e ha chiesto azioni «per sradicarlo dalla regione». Per i cattolici, netta la condanna del Papa, che ieri a Cagliari, durante la visita pastorale in Sardegna, ha definito la strage il risultato risultato di «una scelta sbagliata di odio e di guerra» e ha pregato per le vittime. In una nota della Conferenza episcopale firmata dal suo presidente, monsignor Joseph Coutts, arcivescovo di Karachi, si esprime una «ferma condanna» per quello che viene definito un attacco «vergognoso e codardo». Monsignor Rufin Anthony vescovo di Islamabad/Rawalpindi, nella cui circoscrizione si trova Peshawar, parla di un Paese «piagato dal terrorismo». Monsignor Anthony ha invitato i cristiani «a protestare in modo pacifico e a non provocare incidenti» in un momento in cui è «necessaria la massima unità». Stefano Vecchia © riproduzione riservata
21 agosto 2013 [ satanic India Criminal ] #INDIA. I cristiani dell'Orissa, attendono giustizia. Cinque anni fa, il 25 agosto 2008, l'inferno si scatenava sulle comunità cristiane, in maggioranza tribali, dello Stato indiano orientale di Orissa. In particolare sul distretto di Kandhamal. Ci sarebbero voluti mesi prima che i roghi si spegnessero definitivamente e con essi la peggiore ondata persecutoria che avesse mai colpito la cristianità indiana. Con conseguenze drammatiche: un centinaio di morti (56 per il governo), migliaia di feriti, un gran numero di stupri e la fuga di 55mila abitanti trasformatisi in profughi, molti in modo permanente. Furono allora 400 i villaggi svuotati dai battezzati, oltre 5.600 le abitazioni distrutte e 256 gli edifici religiosi bruciati o rasi al suolo. (La cronaca continua a registrare casi di violenze ai cristiani. L'ultima tre giorni fa, a Karon, dove un gesuita e due suore sono stati aggrediti da circa 150 persone),
Origine o pretesto della campagna di violenza, l'uccisione, nella notte del 23 agosto, di un leader estremista indù e di quattro suoi collaboratori attivi nell'opera di riconversione delle minoranze all'induismo nella cittadina di Tumudi Bandh. Di quelle morti si era da subito assunta la responsabilità il movimento di ribellione maoista, ma questo non è servito a salvare le comunità tribali e cristiane dalla persecuzione. Che, è ormai chiaro dopo le meticolose indagini di attivisti locali e nazionali, era stata pianificata da tempo. Al punto da far ritenere che la stessa uccisione di Laxmanananda non sia stato che un pretesto cercato. Come per i massacri che avevano toccato le ben più consistenti comunità musulmane nel Gujarat sei anni prima, il cadavere del "martire" induista era stato fatto viaggiare per decine di chilometri in un itinerario che sarebbe stato ricalcato dalle squadre – anche prezzolate e provenienti da altre aree del paese – che hanno cercato di cancellare la presenza cristiana nel Kandhamal e riportare così il distretto sotto il controllo dell'induismo radicale, sostenuto da proprietari terrieri e imprenditori che rivendicano il potere economico sulle terre e sulle risorse. Oggi l'insicurezza resta elevata, mentre i colpevoli dei massacri e delle violenze sono in maggioranza liberi di colpire ancora, nella completa impunità o dopo condanne modeste. Un esempio è quello di Manoj Pradhan, parlamentare dell'Orissa, esponente di primo piano locale del Bharatiya Janata, partito di ispirazione induista. Accusato di nove omicidi, è libero su cauzione e in grado di minacciare e intimidire i testimoni dell'accusa e i suoi oppositori.
In secondo luogo, il governo non è riuscito a restituire fiducia nella popolazione e a garantirne la sicurezza. Infine, la ricostruzione delle abitazioni e delle fonti di reddito ha ignorato molte delle vittime. In questa situazione, molti non hanno altra scelta che ricorrere all'emigrazione oltre i confini del distretto e dello Stato. Con il rischio, già concretizzatosi per molte giovani donne, di essere rapite o convinte con l'inganno per essere avviate a forme di sfruttamento. Come ricorda Ram Puniyani, attivista per i diritti umani, tra i più autorevoli promotori dell'armonia tra gruppi e classi nel suo paese, «le vittime erano cristiani di condizioni assai modeste, in maggioranza dalit che vivevano sotto la soglia della povertà. I loro diritti, continuamente erosi, erano comunque garantiti dalla Costituzione dell'India e riconosciuti anche internazionalmente».
«Le caratteristiche dell'ondata di violenza che li ha colpiti – prosegue Puniyani – dimostrano chiaramente che gli attacchi furono mirati e diffusi. La loro esecuzione frutto di una pianificazione meticolosa, preceduta da appositi incontri dei responsabili che si erano garantiti anche supporti finanziari e altre forme di sostegno mesi prima del 25 agosto 2008. Per questo e per altre ragioni, la violenza del Kandhamal ha le caratteristiche di un "crimine contro l'umanità". Inoltre, le atrocità commesse ricadono nella definizione internazionale di "tortura"». La giustizia in questi anni – e nonostante le pressioni internazionali – ha tuttavia segnato il passo, diventando per molte vittime un ulteriore elemento di frustrazione e pena. John Dayal, attivista presidente dell'Unione dei cattolici di tutta l'India ed esponente del Consiglio per l'Integrazione nazionale, sottolinea come «le due commissioni inquirenti designate dal capo del governo locale Naveen Patnaik hanno avuto in comune la fretta con cui hanno tessuto le lodi di Swami Laxmanananda Saraswati e la fiducia che le violenze non siano state motivate da odio religioso ma da un conflitto per le terre tribali tra i Kondh, in maggioranza indù, e i dalit Pano, convertiti in molti casi al cristianesimo». Un atteggiamento, quello dei commissari, che ha a tal punto disgustato la comunità cristiana da spingerla inizialmente al boicottaggio delle commissioni e solo successivamente ad accettarne la presenza non avendo altre piattaforme per esprimere il proprio dolore e la propria angoscia. D'altra parte, il ruolo nei massacri di movimenti che riconoscono nell'hinduttva (induità) la propria ideologia è stato riconosciuto da tempo dal premier Patnaik, che nei primi mesi dopo le vicende del 2008 aveva escluso dal suo governo gli elementi più estremisti in senso religioso. Davanti alle richieste pressanti dell'Assemblea legislativa dell'Orissa, Patnaik fu costretto ad ammettere che sulla base delle indagini «membri di Rashtriya Swayamsevak Sangh, Vishwa Hindu Parishad e Bajrang Dal erano convolti nelle violenze». Sempre secondo i dati forniti dal primo ministro, la polizia ha nel tempo arrestato 85 esponenti dell'Rss, 321 membri del Vhp e 118 del Bajrang Dal. Di essi solo 27 restano oggi in carcere. Stefano Vecchia. © riproduzione riservata 
Grecia, sette anziani su dieci soffrono la fame. [ troia Troika, Spa, banking seigniorage scam, criminals Merkel, Herman Van Rompuy, Rothschild, Imf, FED, BCE, NWO, 666, Ja Bull On ] Il 65% degli anziani in Grecia soffre la fame, il 62% non ha i mezzi per nutrirsi in maniera adeguata e il 32% ha dovuto ridurre la quantità di cibo. È la drammatica situazione degli anziani in Grecia emersa da un sondaggio.

Afghanistan, colloqui segreti taleban-Karzai [ tutti i nazisti nati alla Mecca, dal falso profeta, esoterista, maniaco sessuale, misogino, una sola famiglia di pedofili santi assassini, del califfato mondiale! tutti gli anticristi dello Onu, cioè, quelli dei diritti umani al contrario! ]. Dallo scorso novembre il presidente uscente dell'Afghanistan, Hamid Karzai, avrebbe avviato colloqui segreti con emissari dei taleban, nell'intento di convincerli a concludere un accordo di pace.
La lettera, 1 gennaio 2014, Asia Bibi: «Viva per le vostre preghiere»
Non è più rinchiusa in una cella senza finestre. Da giugno, Asia Noreen Bibi si trova nel carcere femminile di Multan. A sei ore d'auto da Lahore e dalla sua famiglia.
Ora questa donna minuta, che dimostra ben meno dei suoi 49 anni, indossa la divisa bianca delle detenute comuni. E come qualunque altra prigioniera ha diritto all'ora d'aria.
La prima volta che è uscita in cortile, dopo 27 mesi di isolamento, barcollava, raccontano. Non si sa se per l'impatto con l'esterno o per il timore. Il rischio che il fanatismo si intrufoli fin dietro le sbarre del carcere per colpirla è alto. E le misure di sicurezza – come denuncia la stessa Asia nella lettera scritta a papa Francesco e inviata tre giorni fa alla Santa Sede tramite la Renaissaince Education Foundation che si dice sicura della sua ricezione in Vaticano – sono state ridotte. La donna non cucina più da sola i suoi pasti, mangia nel refettorio con le altre, nonostante il pericolo di avvelenamento. In tanti, tra gli estremisti islamici, hanno paura di questa mamma cattolica dal viso gentile e la volontà di ferro. Ma Asia Bibi non odia, né grida né cede. Con voce ferma e serena continua a proclamare la sua innocenza. Non che ce ne sia necessità. Chiunque – al di là del credo religioso e delle opinioni – si accosta alla vicenda giudiziaria della contadina del Punjab, giunge al medesimo verdetto: non colpevole.
Non colpevole di aver insultato Maometto quel 19 giugno 2009. Non colpevole, dunque, di blasfemia. Difficile pensare il contrario: la donna che l'accusa, la moglie dell'imam locale, non ha portato una sola prova. Solo voci, illazioni, maldicenze tipiche di una comunità arcaica e isolata. In cui Asia era guardata con sospetto in quanto cattolica e, dunque, diversa. «Non si può bere dalla stessa borraccia di una cristiana», le aveva urlato la sua accusatrice durante il banale litigio che è costato ad Asia gli attuali 1. 656 giorni di carcere, una condanna a morte l'11 novembre 2010, poi sospesa per il processo di appello che non è ancora stato fissato.
Nessuno sa se e quando finirà l'incubo giudiziario di questa donna divenuta simbolo, suo malgrado, dell'arbitrarietà con cui viene utilizzata la legge antiblasfemia per reprimere le minoranze. Per questo, i fondamentalisti non possono accettare che torni libera. A costo di uccidere chi si schiera al suo fianco. È accaduto due volte: al governatore islamico Salman Taseer e al ministro cattolico Shahbaz Bhatti. Asia e chi per lei si batte, però, non rinunciano alla speranza. Il 6 marzo, Avvenire ha consegnato all'ambasciatrice pachistana a Roma, Tehmina Janjua, oltre 31mila firme dei lettori che hanno voluto raccogliere l'appello della mamma cattolica al premier Zardari – pubblicato dal quotidiano l'8 dicembre 2012 – per farla tornare dai suoi cari. Oggi diffondiamo questa nuova testimonianza. Perché la voce libera di Asia esca dalla prigione di Multan.
 Lucia Capuzzi
© riproduzione riservata
Correlati articoli:
Asia Bibi scrive al Papa: fiducia nel progetto che Dio ha per me
Asia Bibi - dal carcere di Multan 1 gennaio 2014
Persecuzione nel silenzio della politica «Così il diritto produce l'intolleranza»
Stefano Vecchia 27 luglio 2013
Bhatti: «Una ingiustizia terribile»
Stefano Vecchia 27 luglio 2013
Asia Bibi, da 1.500 giorni cancellata dal mondo
Stefano Vecchia 27 luglio 2013
Asia Bibi, quattro anni dopo in un carcere più lontano
Stefano Vecchia 19 giugno 2013
Asia Bibi: «L'unico dono dell'isolamento: ho imparato a leggere. E ho la Bibbia»
Michela Coricelli 19 giugno 2013
​Continua la raccolta di firme per Asia Bibi
26 marzo 2013
Il mondo preme sul Pakistan
Stefano Vecchia 12 dicembre 2012
Scrivo da una cella senza finestre
Asia Noreeen Bibi - Prigione di Sheikhupura, Pakistan​ 8 dicembre 2012 3 febbraio 2014. [ stiamo andando ben oltre, il concetto di tolleranza, rispetto, e non discriminazione, voi state profanando e corrompendo i popoli, ma, noi non abbiamo nessuna intenzionen di diventare gayn come voi! Quindin la posizione della Russia, è legittima! non vogliamo profanare i nostri bambini, con la vostra ideologia omosessualista, nelle scuole, dove, nelle scuole, proprio, il vostro: anticristo: Zapatero ha detto, "la natura ci ha dato il sesso, e noi possiamo usarlo, anche, con gli animali!" voi siete dei porci depravati! ] Manif pour tous. A Parigi e Lione in piazza. contro la "familofobia" Decine di migliaia di persone - 80 mila secondo la polizia, 500 mila secondo gli organizzatori - sono scese in piazza ieri a Parigi per protestare contro i progetti di legge sui matrimoni e le adozioni gay, la procreazione assistita per le coppie lesbiche, le 'madri in affitto' e in difesa della famiglia. Altri 20mila hanno manifestato a Lione, rispondendo alla convocazione di 'Manif pour tous' ("Una manifestazione per tutti"). Un enorme corteo unito, tra l'altro, dallo slogan "no alla teoria di genere" attribuita al governo che vorrebbe negare le differenze di genere e promuovere l'omosessualità attraverso un'educazione sessuale specifica promossa nelle scuole. Un serpentone di sei chilometri, quello nella capitale. "È una mobilitazione notevole", ha commentato Ludovine de la Rochere, presidente di 'Manif pour tous', chiedendo al governo di rispondere alle "questioni sollevate dai manifestanti" che sventolavano bandiere con le immagini di una famiglia formata padre, madre e figli. E alle quali, si legge su Le Figaro online, ha immediatamente risposto la portavoce del governo Najat Vallaud: "Ci sono persone che non accettano l'uguaglianza donna-uomo, la liberazione delle donne, che sostengono un modello familiare unico. Dobbiamo far prevalere il modello che noi difendiamo".
4 febbraio 2014. [ my President Giorgio Napolitano, la tua Europa è un abominio criminale! 1. poiché ,tu non hai risposto alla mia domanda: "di chi è l'euro al momento della sua emissione", e poiché il Parlamento Europeo ha condannato l'Italia ad abolire il crocifiso nei lughi pubblici, io ti disintegrerò questa tua Europa, di anticristi alle elezioni. ] Europarlamento. La Ue spinge per il gender, le lobby esultano. Approvata ieri dal Parlamento europeo una risoluzione a sostegno del gender, proprio, mentre in tutto il Vecchio continente, si assiste ad una preoccupante offensiva, a favore di questa ideologia, in campo educativo. Il segnale, che, arriva da Strasburgo, è in verità contraddittorio e confuso, perché, in primo luogo non tiene conto, della contrarietà alla risoluzione manifestata da buona parte dell'opinione pubblica europea, a partire dalla Federazione delle associazioni familiari cattoliche ( #Fafce). Sul sito #CitizenGo, inoltre sono state raccolte quasi 190mila firme, contro, il documento, della verde austriaca Ulrike Lunacek, denominato «road map della Ue, contro, l'omofobia e la discriminazione legata all'orientamento sessuale, e all'identità di genere». C'è da chiarire subito, che, il testo approvato non ha carattere legislativo, né tantomeno, può avere un valore vincolante per gli Stati membri. Ma sta, di fatto che, già le lobby omosessuali, sono all'opera per dilatarne la portata. Arcigay in testa. Dall'analisi del voto, inoltre, non viene affatto, un dato univoco. Su 642 presenti nell'emiciclo di Strasburgo (il plenum è potenzialmente di 766), hanno votato a favore 349 deputati  (il 61% circa), contro 176, e si sono astenuti 72. Ma questo risultato, peraltro, come spiega il presidente del Movimento per la Vita ed europarlamentare Carlo Casini, si basa su un equivoco in cui è incappato il Partito popolare europeo. Infatti, ad essere approvato è stato il cosiddetto emendamento, due, che, costituiva una sostanziale riproposizione della risoluzione della femminista austriaca. Un testo che, aveva subito con alcune limature a cui, buona parte dei deputati del Ppe che lo ha votato, ha dato maggior peso del dovuto. È stato respinto, invece, con 430 voti contro, un altro emendamento (il n.1) di tre esponenti Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia, Philippe de Villiers, Claudio Morganti, Lorenzo Fontana, che praticamente abrogava la risoluzione sostituendola con una raccomandazione generale al rispetto dei diritti fondamentali. In effetti, uno dei punti più critici della mozione, quello secondo cui una coppia omosessuale legalmente riconosciuta in un Paese, dovrebbe poter godere di simili diritti in qualsiasi altro Paese membro, anche con diversa legislazione, è stato parzialmente rivisto. È stato espunto il riferimento esplicito a "matrimoni", "unioni registrate", e "riconoscimento del gender". Si è soppressa anche la raccomandazione alla Commissione Ue di occuparsi di questo tema in "via prioritaria". Sono rimasti però riferimenti e citazioni di documenti che puntano, nella sostanza, a ottenere lo stesso risultato. È stato considerato anche un antidoto contro la introduzione di un «reato di opinione» ai danni dei sostenitori del diritto naturale, il fatto che al termine della risoluzione è stata aggiunta la raccomandazione di rispettare il pluralismo delle idee, «purché non istighino all'odio alla violenza o alla discriminazione». Casini ha dichiarato un voto favorevole all'emendamento n.1, perché riaffermava «chiaramente il principio di sussidiarietà». L'europarlamentare del Ppe si è schierato poi, in dissenso dalle indicazioni del suo gruppo, contro la riproposizione del documento Lunacek, seppur in versione rivista, perché non combatte «la pretesa di introdurre la categoria del gender, come equiparabile in significato alla dimensione sessuata dell'uomo e della donna». Il documento sollecita un ampio campo di interventi a favore di questa ideologia in campo educativo. «A meno di due mesi di distanza il Parlamento europeo – ha commentato Luca Volonté, presidente della Fondazione Novae Terrae, e membro del board di CitizenGo – contraddice se stesso: a metà dicembre aveva giustamente bocciato il rapporto Estrella che costituita una violazione del principio di sussidiarietà in campo etico, ora fa esattamente il contrario approvando una risoluzione che costituisce una intrusione nella sovranità delle singole nazioni in temi molto delicati. Il testo approvato ieri non ha nessun valore legislativo, ma si deve tener conto dell'attivismo delle lobby». Pier Luigi Fornari. © riproduzione riservata 
[プロジェクトの悪魔主義者へのオープンレター:エイリアン拉致、マイクロチップ、遺伝子組み換え作物:合成人類] ThomasMistafield(6 FAG)、synnek1(6 FAG)、187HaudioHostem(6 FAG)=すなわち、マスター動画、666スパの所有者、酒飲みの血液豚、狂牛病のウイルスに、脳内の! 666は、洪水の普遍的なに溺れ、私が見てきた[、あなたの従業員IhatenewLayout、司祭のwoodoo666で、硫酸のあなたのドラムで、あなたは常にコミットできる、自殺しかし]やYouTubeで所有者を失敗し、私はあなたが死ぬ見てきましたの下では、私もあなたがソドムとゴモラの下で、燃焼、など、見ているバベルの塔、そして、私は彼らが、小川に、預言者エリヤ、エリヤエリヤ(Yahveh、エロヒム)により、屠殺GET、見てきましたGhison、キションは(今日.. Ghison)そして、あなたはサタンロスチャイルド、IMFを燃やす! 
[프로젝트의 사탄 주의자에게 공개 서한 : 외계인 납치, 마이크로 칩, GMO에 : 합성 인간] ThomasMistafield (6 FAG), synnek1 (6 FAG), 187HaudioHostem (6 FAG) = 즉, 마스터 유튜브, 666 스파 소유자, 음주자의 혈액 돼지, 광우병의 바이러스와, 뇌! 666, 홍수 보편적에서 익사, 내가 본 [당신의 직원 IhatenewLayout, 제사장의 woodoo 666로, 황산의 드럼에, 당신은 당신이 항상 커밋 할 수 있습니다, ​​자살을하지만], 유튜브에 소유자를 실패, 당신이 죽을 보았다 아래에, 나는 또한 당신이 소돔과 고모라에서, 레코딩,로, 본 바벨탑, 그리고, 나는 그들을, 시내에 선지자 엘리야, 엘리야 엘리야 (야훼, 엘로힘)에 의해 죽게, 본 적이 Ghison, 키손은 (오늘 .. Ghison는) 다음, 당신은 사탄 로스 차일드 IMF를 구울! 
[Offener Brief an die Satanisten des Projektes: Außerirdische Entführungen, Mikrochip, Gmos: Synthetik Menschheit] ThomasMistafield (6 fag), synnek1 (6 fag), 187HaudioHostem (6 fag) = dh Master youtube, 666 Spa Besitzer, ein Trinker Schweineblut, mit, dem Virus der Rinderwahnsinn, im Gehirn! 666, gescheitert Besitzer in youtube, [aber, Sie immer begehen kann, Selbstmord, in der Trommel von Schwefelsäure, mit, ihr Mitarbeiter IhatenewLayout, der Priester woodoo 666] ich gesehen habe, ertrinken in Flut universal, habe ich gesehen, du stirbst unter, der Turm zu Babel, und ich habe auch gesehen, wie Sie brennen, unter Sodom und Gomorra, habe ich gesehen, sie geschlachtet, von dem Propheten Elia Elia Elia (Jahwe, Elohim), an den Bach Ghison, Kishon (heute .. Ghison) dann, brennen Sie Satan IWF Rothschild!

ONU vs VATICANO. La denuncia dell'Onu contro il 'codice del silenzio' [ la Chiesa non dovrebbe nascondere, le sue responsabilità, per ostinarsi, come una stupida, a non concedere il matrimonio ai preti, agli anticristo islamisti sharia imperialismo, per schiavi Dhimmi, a tutti gli anticristo Onu! ] Nota dello Stato Pontificio: "In alcuni passaggio vediamo il tentativo di interferire sul nostro insegnamento". Monsignor Silvano Maria Tomasi: "Onu ci invita a rivedere nostre visioni su omosessulità? Ci saranno state pressioni di Ong pro gay"

[Lettre ouverte aux satanistes du projet: aliens enlèvements, puce, Ogm: l'humanité synthétique] ThomasMistafield (6 fag), synnek1 (6 fag), 187HaudioHostem (6 fag) = c'est à dire, maître youtube, 666 propriétaire Spa, un buveur de porc de sang, avec, le virus de la maladie de la vache folle, dans le cerveau! 666, échoué propriétaire youtube, [mais, vous, vous pouvez toujours engager, le suicide, dans le tambour de l'acide sulfurique, avec, votre employé IhatenewLayout, la woodoo prêtre 666] J'ai vu, la noyade dans déluge universel, je vous ai vu mourir sous, la Tour de Babel, et j'ai vu aussi, comme vous brûler, sous Sodome et Gomorrhe, j'ai vu, eux, se faire massacrer, par le prophète Elie, Elie Elie (Yahvé, Dieu), le ruisseau Ghison, Kishon (aujourd'hui .. Ghison) alors, vous brûler Satan Rothschild FMI!
[Carta abierta a los satanistas del proyecto: aliens secuestros, microchip, los OGM: la humanidad sintético] ThomasMistafield (6 fag), synnek1 (6 fag), 187HaudioHostem (6 fag) = es decir, maestro youtube, 666 propietario Spa, un bebedor de cerdo de sangre, con el virus de la enfermedad de las vacas locas, en el cerebro! 666, fallaron dueño en youtube, [pero, ya que siempre se puede cometer, suicidio, en su tambor de ácido sulfúrico, con, su empleado IhatenewLayout, el sacerdote woodoo 666] he visto, ahogándose en diluvio universal, he visto que mueras bajo, la Torre de Babel, y también he visto, como, usted quema, en Sodoma y Gomorra, lo he visto, les quedan sacrificados, por el profeta Elías, Elías Elías (Yahveh, Elohim), hasta el arroyo Ghison, Kishon (hoy .. Ghison) entonces, usted quema Satanás Rothschild FMI! 
[Open letter to the Satanists of the project: aliens abductions, microchip, Gmos: Synthetic  humanity] ThomasMistafield (6 fag), synnek1 (6 fag), 187HaudioHostem (6 fag) = ie, master youtube, 666 Spa owner, a drinker of blood pig with the virus of mad cow disease in the brain! 666, failed owner in youtube, [but you you can always commit suicide in your drum of sulfuric acid, with, your employee IhatenewLayout, the priest woodoo 666 ] I have seen, drowning in diluzio universal, I have seen you die under the Tower of Babel, and I have also seen, as you burning, under Sodom and Gomorrah, I've seen them get slaughtered, by the prophet Elijah, Elijah Elijah (Yahveh, Elohim), to the brook Ghison, Kishon (today .. Ghison) then, you burn Satan Rothschild IMF! 
[ lettera aperta ai satanisti del progetto: aliens abductions ] ThomasMistafield ( 6 fag ), synnek1 ( 6 fag ), 187HaudioHostem ( 6 fag), = ie, youtube master, 666 proprietario Spa, bevitore di sangue di porco, con, il virus della mucca pazza nel cervello! owner 666 in youtube, [ ma, tu ti puoi sempre suicidare, nel tuo bidone di acido solforico, con, il tuo impiegato IhatenewLayout, il sacerdote 666 ] io vi ho visti morire sotto la Torre di Babele, e vi ho visti anche bruciare a Sodoma e Gomorra, burn satana Rothschild!

5 febbraio 2014, [ di che cosa sono capaci i satanisti ameri-cani, del sistema massonico Rothschild? ] http://www.avvenire.it/Mondo/Pagine/Business-degli-immigrati-in-Usa.aspx
 La nuova legge . Usa, il business, degli immigrati in carcere. Fra le riforme auspicate da Barack Obama durante il suo discorso sullo Stato dell'Unione, quella dell'immigrazione ha le maggiori possibilità di vedere la luce nell'anno in corso. E non solo perché in vista delle politiche di novembre il partito repubblicano ha un disperato bisogno di ingraziarsi gli elettori di origine latinoamericana (amici e parenti di stranieri irregolari). A spingere per il passaggio della legge ci sono anche altri, non ovvi, gruppi d'interesse, come i lobbisti dei due principali gestori di carceri private: Corrections corporation of America e il gruppo Geo. Se i liberal, i gruppi umanitari e lo stesso presidente hanno ottenuto che il disegno di legge preveda un percorso verso la naturalizzazione degli 11 milioni di irregolari già presenti nel Paese – o perlomeno di quelli arrivati negli States da bambini – i conservatori hanno imposto nel testo in discussione un giro di vite sui controlli nelle zone di frontiera, che porterà a un inevitabile aumento degli agenti e degli arresti di irregolari appena giunti. Un nuovo afflusso di detenuti, quindi, stimato dallo stesso Congresso in almeno 14mila in più all'anno, che le due società non vogliono lasciarsi sfuggire. Il suo costo (dal punto di vista dei contribuenti) o potenziale ricavo (considerata la prospettiva delle imprese) sarà di 1,6 miliardi di dollari in dieci anni. Il rapporto diretto fra l'applicazione della legge e l'aumento dei carcerati è quasi certo. Nella storia recente degli Stati Uniti si sono accumulati abbastanza precedenti da dimostrare che una maggiore presenza di agenti sulle strade dell'Arizona e del Texas si converte automaticamente in più ospiti nei centri di detenzione. La cattura e detenzione "obbligatorie" degli stranieri senza permesso di soggiorno sono scattate negli Stati Uniti nel 1996, e da allora ogni migrante irregolare viene arrestato e imprigionato in attesa che le autorità decidano se deve essere deportato. Anche dopo la sentenza, però, basta che un immigrato irregolare sia considerato una "minaccia" o che abbia commesso qualsiasi tipo di infrazione perché la sua detenzione si prolunghi per mesi, anche per anni, finché non viene rimpatriato. Dopo il passaggio della riforma del 1996, in due anni il numero degli immigrati nei penitenziari americani è raddoppiato, passando da 8mila a 16mila. Poi è arrivato l'11 settembre 2001, e il concetto di "minaccia alla sicurezza nazionale" si è fatto ancora più arbitrario. Nel 2005, invece, George W, Bush ha lanciato l'operazione "Streamline" che ha imposto tolleranza zero per gli irregolari. Da quel momento il Codice penale, che definisce un crimine l'ingresso illegale negli States, è stato applicato alla lettera, provocando una nuova piena nelle celle federali. Dal 2009, infine, il Congresso impone che il dipartimento per la Sicurezza nazionale mantenga nelle sue celle almeno 34mila detenuti in media all'anno. La misura era stata pensata per proteggere la nazione dal terrorismo, ma, poiché il dipartimento è responsabile della tutela dei confini, il metodo più efficace a sua disposizione per riempire i 34mila letti è catturare il maggior numero possibile di immigrati irregolari. Contando anche gli immigrati arrestati dal Dipartimento alla giustizia o dai singoli Stati, la popolazione carceraria degli irregolari si aggira attorno ai 400mila. Nel 2012 circa 22mila sono rimasti in cella per più di un anno.
L'obbligo dei 34mila "posti letto" è stato criticato da molte associazioni per la difesa dei diritti umani, e anche dall'attuale ministro per la Sicurezza nazionale Janet Napolitano. Ma per ora resta in vigore, fornendo ai gestori di prigioni il modello perfetto di come una nuova legge si traduce in business. Dal 2010 ad oggi, il valore delle azioni della Geo è raddoppiato. E dal 2005 i ricavi dell'azienda provenienti da appalti federali sono passati dal 5% al 40% delle sue entrate. Ora, in vista della nuova riforma, entrambe le società stanno costruendo nuove strutture penitenziarie e proponendo nuovi servizi al governo. Fra questi, spicca la novità del "monitoraggio" degli immigrati in attesa di deportazione che non possono essere detenuti. Il disegno di legge sull'immigrazione in discussione al Senato prevede proprio una forma di "detenzione alternativa¸ che descrive alla lettera la nuova proposta della Geo. Elena Molinari © riproduzione riservata

[ putroppo, satanisti americani, in possesso della più strategiche, e segreta tecnologia, in combutta, con gli alieni (demoni, a cui è stato dato un corpo: OGM. raggruppati, principalmente, in nove specie di alieni, diversi. perché sono nove i cori angelici )] si stanno divertendo, troppo, a fare degli ibridi, transegenici, uomini bestia, uomini maiale, donne sirene acquatiche, ecc.. [ questo, è il progetto dei militari: chiamato: umanità sintetica, e legato alle scie chimiche, cioè, avvelenre la natura, per sostituirla, con organismi geneticamente modificati. ] ormai, i demoni camminano. anche fisicamente. sulla terra, per colpa del sistema massonico, Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, i farisei, che, nel loro odio, contro: Gesù Cristo nato a Betlemme, hanno rovinato tutto il genere umano, ma, se i popoli "guarderanno a Colui, che, hanno trafitto, saranno salvati!" come, gli ebrei, che, quando, nel deserto saudita: erano morsi, da serpenti velenosi, guardavano il serpente di bronzo, fatto da Mosé, posto su di un asta, e poi, non morivano più, avvelenati! [ma, se guardate, al falso profeta, Maometto "il falso profeta" (Apocalisse 19,20 e 20,10)? voi morirete tutti! ]

Iran: Archeologists Discover 5 Meters Tall Human Skeletons - See more at: http://worldnewsdailyreport.com/iran-archeologists-discover-5-meters-tall-human-skeletons/#sthash.I641r6Nb.dpuf
[ tutti i satanisti, che, Dio ha trasformato in petrolio, durante, il diluvio universale!]
Tehran. A group of russian archeologists working on a dig site in western Iran has made what could be the greatest discovery in decades. They have unearthed a total of six humanoid skeletons belonging to individuals that seem to each have measured more than 5 meters high. The scientists responsible for the discovery have not yet pronounced themselves about whether these were the remains of excessively gigantic and oversized homo sapiens, or the first specimens ever discovered of a brand new species of proto-humans that could have coexisted with our ancestors. Andrei Asimov, professor of  archeology and paleoanthropology at the University of St-Petersburg and researcher in charge of the excavation site, explains that this discovery could explain many stories that were until now dismissed by historians as simply mythological. "This means that Goliath and his fellow warriors from the mythical city of Gath could really have been more than 3 meters tall." he tells our reporter. "This also means that many different people over a long period of time could have encountered real existing giants and passed down stories about them to their descendants. We'll definitely have to review of conception of history as it is and accept that many legends just might be real!"
- See more at: http://worldnewsdailyreport.com/iran-archeologists-discover-5-meters-tall-human-skeletons/#sthash.I641r6Nb.dpuf